Semplice acqua come arresto

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Semplice acqua come arresto

Messaggio da SydraFloyd »

Ciao a tutti! :)

So che alcuni per arrestare lo sviluppo utilizzano della semplice acqua prima del fissaggio (altri mi hanno addirittura detto che l'arresto non è una fase indispensabile dello sviluppo). Può essere una soluzione opportuna?


SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da Silverprint »

Non tanto.

Occorrono svariati risciacqui per togliere abbastanza rivelatore, se non si fanno risciacqui a sufficienza si andrà ad inquinare il fissaggio riducendone l'acidità e la capacità. Inoltre l'attività del rivelatore continuerà più a lungo del dovuto, anche se in forma ridotta e se questa non fosse abbastanza ridotta vi è la possibilità che si formi del velo dicroico che può rendere difficile avere una buona resa in stampa. Come ultimo danno vi è l'allungamento del tempo bagnato che può avere una certa influenza sull'aspetto della grana rendendola meno netta (si perde acutanza).

Un paio di settimane fa un mio studente è venuto con negativi che avevano tutti un bel velo dicroico perché non usava l'arresto. Era un po' che non ne vedevo. La mancanza di trasparenza e la strana densità del supporto hanno reso la stampa difficoltosa, lo scadimento qualitativo era ben evidente.

Mi domando perché l'arresto risulti tanto antipatico, costa quasi niente, aiuta molto, non richiede tempo in più. Misteri dell'odierno pressapochismo! :-\
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
bafman
superstar
Messaggi: 1912
Iscritto il: 04/06/2012, 22:25
Reputation:
Località: MO
Contatta:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da bafman »

Silverprint ha scritto:Mi domando perché l'arresto risulti tanto antipatico, costa quasi niente, aiuta molto, non richiede tempo in più. Misteri dell'odierno pressapochismo! :-\
Perfetta sintesi.

Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da SydraFloyd »

Grazie per le delucidazioni, Silverprint. Sono alle prime armi, sto cercando di imparare ed è molto importante distinguere le operazioni indispensabili da quelle non necessarie, ancora più importante è distinguere le leggende (come quella dell'inutilità dell'arresto) dai fatti reali.

Colgo l'occasione per chiederti un'ulteriore informazione: è possibile utilizzare come stop sempre l'acqua, ma diluita con qualche goccia (o un cucchiaino?) di aceto bianco o aceto di mele? Questa può essere una soluzione, non avendo il liquido di arresto vero e proprio?
SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da Silverprint »

Potresti usare l'aceto. Attenzione perché, se non è molto raffinato, può lasciare residui. Se proprio devi usa quello più bianco e trasparente che trovi.

Non ne devi usare però solo qualche goccia. Ne devi usare parecchio.

Sulla confezione dovrebbe essere dichiarata l'acidità. L'acidità di un aceto è espressa in grammi di acido acetico per litro. La soluzione che devi preparare come bagno di arresto è al 2% di acido acetico, vale a dire ca. 20 gr litro di acido acetico. Un aceto commerciale ha un acidità media di circa il 6%. In pratica per usarlo come arresto lo dovresti diluire 1+2: una parte di aceto, 2 parti di acqua. Alla fine ne risulta un bagno di arresto abbastanza costoso...
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da SydraFloyd »

Capito!
Ovviamente sarebbe più opportuno (e soprattutto economico!) usare lo stop a base di acido acetico, niente aceto, ma in mancanza di quest'ultimo...

Per quanto riguardo, invece, i risciacqui che si possono fare dopo lo sviluppo e prima del fissaggio, vi è un limite? Più risciacqui - magari uno a base di acqua+aceto e altri due a base di sola acqua per togliere eventuali presenze organiche dell'aceto stesso - possono influire sulla resa finale del negativo sviluppato?

(Scusate se vi pongo le domande in questo stesso form ma non avrebbe senso aprire un post per ogni piccola domanda inerente all'argomento!)
SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da Silverprint »

Credo dipenda da cosa c'è nel tuo aceto.

Ma devi proprio svilupparlo stanotte!? :D

Non serve risciacquare dopo la marinatura in acqua e aceto. Considera che dopo starà a mollo nel fissaggio e poi verrà lavata.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
SydraFloyd
fotografo
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/06/2015, 11:49
Reputation:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da SydraFloyd »

Silverprint ha scritto:Ma devi proprio svilupparlo stanotte!? :D
Se Peter Pan mi portasse il tank che sto aspettando, quasi quasi lo farei :D
Grazie per gli utilissimi suggerimenti!
SydraFloyd

«Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare.»
― Daniel Pennac

Avatar utente
ooxarr
guru
Messaggi: 326
Iscritto il: 16/02/2013, 21:49
Reputation:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da ooxarr »

boh, io spesso evito di usare lo stop. molte volte sviluppo rullini di prova o comunque poco importanti ecc... lavo abbondantemente con acqua corrente e non ho avuto grossi problemi.

mi è capitato di avere pellicole velate perchè ho usato un fissaggio scaduto ed anche per un errore di diluizione. anzi i danni li ho fatti 2 volte con l'arresto. per non stare lì a sentire il puzzo di aceto magari mi metto a sistemare qualcosa e mi dimentico la pellicola a bagno. oppure la tiro fuori e non faccio il fissaggio.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Semplice acqua come arresto

Messaggio da Silverprint »

Boh, forse non hai mai fatto forti ingrandimenti e visto come cambia la grana al variare del tempo bagnato, etc.
Boh, forse non hai mai misurato il velo.
Boh, forse sei fortunato.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi