Un appassionante Dubbio....

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
vlisse
fotografo
Messaggi: 85
Iscritto il: 17/06/2014, 11:21
Reputation:

Un appassionante Dubbio....

Messaggio da vlisse »

Salve ragazzi, l'altro giorno leggendo alcune notizie a proposito della mostra della mayer, in cui parlavano di chissà quanti rullini le abbia scattato(tanti non ricordo), pare che molti di questi non siano mai stati neanche sviluppati;
Quindi mi immagino la grande sfida a cui sarà portato chi avrà tra le mani queste pellicole.
Da qui la domanda appassionante del titolo: Che differenza ci sarà tra una pellicola scaduta, ma mai scattata, ed una scaduta ma già impressionata?
Mi spiego meglio, le pellicole della mayer in questione per fare l'esempio, furono impressionate quando erano "fresche", quindi le particelle, nonostante siano scadute sono state eccitate quando erano ben attive, secondo mè il materiale dovrebbe reagire in maniera differente da una scaduta e impressionata dopo anni di cassetto.
Cosa ne pensate??

(vi prego di non andare in O.T per colpa della suddetta tata americana pls... :D :D )



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4826
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da impressionando »

A naso è molto meglio scattare su pellicola vecchia piuttosto che scattare su fresca e trattare poi da scaduta dopo anni.
Nel primo caso hai il degrado dell'emulsione..... nel secondo oltre all'emulsione degradata hai pure l'immagine che degrada con e più di essa.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11719
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da Silverprint »

Mi pare che ci fosse una ricerca della Fuji che dimostrava la notevole resistenza dell'immagine latente.

Le stampe fatte dai negativi della Mayer gridano vendetta, cmq.

Inviato dal mio A0001 utilizzando Tapatalk
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
guazzora
esperto
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/05/2015, 22:48
Reputation:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da guazzora »

ecco un argomento che mi appassiona da sempre ! La durata dell'immagine latente !

Avatar utente
guazzora
esperto
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/05/2015, 22:48
Reputation:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da guazzora »

Il problema in realtà non l'ha mai risolto nessuno, nemmeno con le prive di invecchiamento in laboratorio o altri magheggi. Il fatto è che ci sono due sottoproblemi principali, ed una lista di sottoproblemi collaterali, che rendono la questione alquanto difficile. Limitandosi ai due principali:

Avatar utente
guazzora
esperto
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/05/2015, 22:48
Reputation:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da guazzora »

1) la durata intrinseca dell'immagine latente, ovvero la vita media dello stato molecolare eccitato in cui alcuni elettroni sono saltati a livelli energetici più alti, causa l'assorbimento di energia luminosa da parte del sistema molecolare detto "alogenuro d'argento"

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2270
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da ammazzafotoni »

A tal proposito, il famoso caso dei rulli di cent'anni fa ritrovati tra i ghiacci (reato sul vago, non ricordo bene i contorni della vicenda...) da cui sono state tratte immagini ancora leggibili.

Avatar utente
guazzora
esperto
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/05/2015, 22:48
Reputation:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da guazzora »

2) lo spopolamento dell'emulsione nel corso di decenni, per cause naturali.

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4826
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da impressionando »

ammazzafotoni ha scritto:A tal proposito, il famoso caso dei rulli di cent'anni fa ritrovati tra i ghiacci (reato sul vago, non ricordo bene i contorni della vicenda...) da cui sono state tratte immagini ancora leggibili.
Se ti riferisci alla fotocamera attribuita ad Irvine in vero nessuno è mai riuscito a dimostrare che fosse veramente la sua e comunque dalla pellicola contenuta non è uscito nulla.
Se si trattasse di altro mi piacerebbe che condividessi la storia a cui ti riferisci

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5778
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: Un appassionante Dubbio....

Messaggio da -Sandro- »

Anni fa comprai una Yashica mat 124 dentro la quale vi era un rullo di Kodak Verichrome.
Non ricordo esattamente con cosa la sviluppai (credo HC110) , ma i negativi, a parte un velo piuttosto denso, erano buoni, e ritraevano scene di famiglia che mi commossero alquanto, anche perché il bimbo ritratto nelle foto, ritrovato mesi dopo grazie al venditore, ha la mia età, e fu molto felice di vedere foto di cui ignorava l'esistenza, che lo ritraevano con la mamma oramai deceduta.

Rispondi