Paesaggi in bianco e nero analogico

Forum dedicato alla recensione ed alla discussione sui libri dedicati alla fotografia analogica

Moderatore: etrusco

Avatar utente
pazifico
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 16/12/2014, 23:20
Reputation:
Località: veneto
Contatta:

Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da pazifico »

Ciao,
Sto scattando sempre di più in analogico, perché grazie alla pellicola, ed al bianco e nero, mi sono reso conto della mia pochezza nella fotografia.
Con il digitale pensavo di saper fare degli scatti discreti (non buoni sia chiato), ma con la pellicola difficilmente reputo un mio scatto appena sufficiente (direi tutti sul 3/4 come voto)
Avete un libro da consigliarmi per provare un po' a migliorare?
L'esposizione ed il contrasto, non perfettamente, ma un po' li domo, utilizzando un sistema zonale spannometrico (non ho un esposimetro spot). Ma tante cose delle mie foto mi fanno proprio rabbrividire.
Scatto soprattutto paesaggi montani, in cui le montagne dovrebbero farla da padrone... Ma non riesco a farle risaltare. Sono troppo chiare, si confondono con il cielo... Ho provato anche con un filtro giallo, ma non ha fatto miracoli. Adesso per ottenere qualcosina scatto ad ore diverse da quelle che usavo in digitale, cioè quando le montagne non sono illuminate dal sole... Ma non ho ancora trovato il bandolo della matassa.
Idee su qualche libro che possa essermi d'aiuto?
Ho capito che devo resettare tutto e provare a reimparare per migliorare :)


I grandi cammini si fanno a piccoli passi

https://www.flickr.com/photos/pazifico/

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2398
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da ammazzafotoni »

Beh, se scatti montagne innevate su sfondo di cielo bianco, il contrasto della scena sarà logicamente basso. Puoi provare un filtro polarizzatore, o, se il cielo è invece azzurro, un filtro arancione o rosso.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 12196
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da Silverprint »

O sviluppare meno, o cambiare combinazioni di materiali o tante altre cose... Senza vedere cosa ottieni e sapere cosa vorresti è quasi impossibile dire cose sensate.

Andrea Calabresi, aka Silverprint
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 6463
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da -Sandro- »

pazifico ha scritto: Ho capito che devo resettare tutto e provare a reimparare per migliorare :)
No, hai bisogno di un corso di sviluppo e di buon livello, tutto il resto è solo una perdita di tempo.

Prima lo farai, prima ti renderai conto che sino a quel momento hai sprecato tempo, denaro e materiali.

Se vuoi farti del male, tanto male, cercati pubblicazioni con le foto di Vittorio Sella sulle Dolomiti.

Avatar utente
svarfi
esperto
Messaggi: 240
Iscritto il: 23/11/2010, 19:44
Reputation:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da svarfi »

Concordo con Sandro su un corso ben fatto da un vero maestro... Qui sul forum c'è un Maestro (la m maiuscola non è un'errore) in grado di insegnarti tutto. Personalmente da quando ho frequentato due suoi corsi, non faccio capolavori, ma per lo meno riesco a gestire tutto il processo con molta più sicurezza.
Una cosa però sulla quale posso dire la mia è sull'esposimetro spot. Lo trovo indispensabile nel paesaggio soprattutto quando ancora non si conosce bene i materiali e quello che si vuole ottenere.


Sent from my iPad using Tapatalk

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 6173
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da impressionando »

Per me il bandolo è conoscere ciò che si fotografa.....
....appuntarsi gli erroi e le difficoltà e tentare ci capire e rimediare.
Un (buon) esposimetro spot è indispensabile e capirai quanto è indispensabile appena l'avrai in mano.
Montagne, neve, prati, alberi, boschi, cielo, nubi; tutti toni di grigio. Tutti da leggere ed imparare a collocare al giusto posto. In montagna il cielo non s'attacca mai alle cime innevate mentre è molto facile che s'appiccichi alla roccia..... i prati troppo scuri...... i boschi troppo scuri senza dettaglio..... le nubi sparate..... tutte cose da capire.... valutare.... pesare....
In che zona il prato?
In che zona la neve?
Quanti diaframmi tra cielo e roccia?
....e tra neve e nubi?
Le nubi al sole?
La neve all'ombra?
La montagna a 1km....
La montagna a 3km....
La luce oltre i 2000.....

Se impari e ti dai il tempo di ponderare tutto uscirà perfetto e facile.....
...se non ti dai il tempo di ponderare dovrai accettare risultati frutto di compromessi ma almeno ne sarai consapevole.
Se non ti fermi per capire tutto quanto sopra non serve a nulla.

Col digitale/colore tutto è relativamente più facile perchè i colori andranno a differenziare e caratterizzare tante cose...... se togli il colore ogni grigio dovrà avere il proprio ruolo.
Mi chiamo Pierpaolo.... non impressionando
Uso fotocamere a molla con sensore intercambiabile di dimensioni minime 6x6 cm.

Clicca qui! .....e qui, ...e anche qui!
Chi mi parla alle spalle lo guarda il mio culo

Avatar utente
pazifico
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 16/12/2014, 23:20
Reputation:
Località: veneto
Contatta:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da pazifico »

Aggiungo solo per dovere di cronaca che non voglio diventare un grande fotografo, il mio è solo un hobby per divertirmi un po' e per passare del piacevole tempo, quindi non ho troppa fretta di migliorare, e non punto al 10 e lode, con il tempo sarei contento anche di arrivare al 6 :D
-Sandro- ha scritto: No, hai bisogno di un corso di sviluppo e di buon livello, tutto il resto è solo una perdita di tempo.

Prima lo farai, prima ti renderai conto che sino a quel momento hai sprecato tempo, denaro e materiali.

Se vuoi farti del male, tanto male, cercati pubblicazioni con le foto di Vittorio Sella sulle Dolomiti.
Guarda sandro, non posso che darti ragione su questo punto.
è da quando ho cominciato con l'analogico che cerco un corso di sviluppo e stampa (base), ma vivere in montagna ha pro e contro come tutte le cose. Il più vicino si trovava a 200 km quindi 400 km tra andata e ritorno, e si svolgeva in 4 fine settimana.... Una cosa che mi faceva "perdere" una marea di tempo (lavoro i fine settimana) e una marea di soldi (benzina e albergo) Sto continuando a cercare, e spero prima dell'estate di trovare qualcosina
svarfi ha scritto:Concordo con Sandro su un corso ben fatto da un vero maestro... Qui sul forum c'è un Maestro (la m maiuscola non è un'errore) in grado di insegnarti tutto. Personalmente da quando ho frequentato due suoi corsi, non faccio capolavori, ma per lo meno riesco a gestire tutto il processo con molta più sicurezza.
Grazie, infatti mi piacerebbe un sacco andare ad un corso di andrea, sopratutto adesso che si è un po' "avvicinato" alle mie zone, anche se bologna sono sempre 6 ore tra andata e ritorno.
impressionando ha scritto:Per me il bandolo è conoscere ciò che si fotografa.....
....appuntarsi gli erroi e le difficoltà e tentare ci capire e rimediare.
Un (buon) esposimetro spot è indispensabile e capirai quanto è indispensabile appena l'avrai in mano.
Montagne, neve, prati, alberi, boschi, cielo, nubi; tutti toni di grigio. Tutti da leggere ed imparare a collocare al giusto posto. In montagna il cielo non s'attacca mai alle cime innevate mentre è molto facile che s'appiccichi alla roccia..... i prati troppo scuri...... i boschi troppo scuri senza dettaglio..... le nubi sparate..... tutte cose da capire.... valutare.... pesare....
In che zona il prato?
In che zona la neve?
Quanti diaframmi tra cielo e roccia?
....e tra neve e nubi?
Le nubi al sole?
La neve all'ombra?
La montagna a 1km....
La montagna a 3km....
La luce oltre i 2000.....

Se impari e ti dai il tempo di ponderare tutto uscirà perfetto e facile.....
...se non ti dai il tempo di ponderare dovrai accettare risultati frutto di compromessi ma almeno ne sarai consapevole.
Se non ti fermi per capire tutto quanto sopra non serve a nulla.

Col digitale/colore tutto è relativamente più facile perchè i colori andranno a differenziare e caratterizzare tante cose...... se togli il colore ogni grigio dovrà avere il proprio ruolo.
infatti il colore mi aiuta perchè contrasta già di suo, in digitale poi convertire una foto in b/n è relativamente facile (farlo bene no) Purtroppo faccio ancora molta fatica a pensare in b/n, ma con il tempo spero di migliorare.
L'esposimetro spot è nella lista della spesa (ne ho acquistato uno, ma poi ho scoperto che non era quello che mi serviva -.-)
Probabilmente con un esposimetro spot e cominciando a studiare meglio le scene andrà un po' meglio.
Sono ancora un esordiente totale.
Silverprint ha scritto:O sviluppare meno, o cambiare combinazioni di materiali o tante altre cose... Senza vedere cosa ottieni e sapere cosa vorresti è quasi impossibile dire cose sensate.
Sì hai ragione, ti faccio 2 esempi veloci, entrambi dello stesso rullino, uno con una montagna in ombra (ben staccata dal cielo) e uno con la montagna al sole (poco contrasto tra montagna e cielo)
Provo ad allegare i negativi ed i negativi passati con lo scanner (senza aver toccato curve etc...)
ilford fp4 pan plus 125 esposta a 64 per preservare le ombre. Filtro giallo montato
Sviluppato in r09 one shot in diluizione 1+25 per 6 minuti (75% tempo del bugiardino)

boo, a me che sono inesperto non sembrano proprio pessimi (lo so, nemmeno buoni) le ombre e le luci sono leggibili.
Allegati
secondo negativo con poco contrasto sulla montagna
secondo negativo con poco contrasto sulla montagna
negativo del controluce
negativo del controluce
seconda immagine con montagna in piena luce
seconda immagine con montagna in piena luce
prima immagine in controsole e con la montagna in ombra
prima immagine in controsole e con la montagna in ombra
Ultima modifica di pazifico il 31/01/2016, 18:20, modificato 1 volta in totale.
I grandi cammini si fanno a piccoli passi

https://www.flickr.com/photos/pazifico/

Avatar utente
pazifico
esperto
Messaggi: 125
Iscritto il: 16/12/2014, 23:20
Reputation:
Località: veneto
Contatta:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da pazifico »

ah, se un mod vuole spostare il topic in una sezione più idonea visto la piega che ha preso, non ci sono problemi :)
I grandi cammini si fanno a piccoli passi

https://www.flickr.com/photos/pazifico/

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2398
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da ammazzafotoni »

Beh, a me che non sono esperto di fotografia e meno ancora di montagna, questi scatti piacciono molto.

Avatar utente
adrian
guru
Messaggi: 654
Iscritto il: 12/06/2015, 15:16
Reputation:

Re: Paesaggi in bianco e nero analogico

Messaggio da adrian »

ma stampi o scannerizzi soltanto?

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi