stampa a 26 gradi

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
robi 64
esperto
Messaggi: 120
Iscritto il: 25/02/2011, 22:42
Reputation:

stampa a 26 gradi

Messaggioda robi 64 » 04/07/2016, 21:43

volevo sapere se avete stampato ancora con carta baritata a 26 gradi e se avete notato delle differenze .



Advertisement
Avatar utente
faustotesta
fotografo
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/03/2010, 21:26
Reputation:
Località: San Vito Romano (RM)
Contatta:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda faustotesta » 04/07/2016, 22:03

Un paio di anni fa feci una sessione di stampa notturna ad agosto. Era una giornata abbastanza torrida. Non ho misurata la temperatura in CO ma doveva essere intorno ai 26 gradi. Le stampe risultarono "mosce". Sicuramente colpa dell'alta temperatura....


E' meglio vivere un ora che non essere mai nati

Avatar utente
robi 64
esperto
Messaggi: 120
Iscritto il: 25/02/2011, 22:42
Reputation:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda robi 64 » 04/07/2016, 22:17

io ho stampato in questi giorni , la stampa e' buona, mi sembra piu' nitida.



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2235
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda ammazzafotoni » 04/07/2016, 22:27

L'alta temperatura non dovrebbe fare altro che diminuire i tempi di ammollo della carta per ottenere una determinata tonalità.
Ovvio che se si sono fatti test a 20° ci si troverà sballati.



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda Silverprint » 05/07/2016, 9:03

In linea di massima si può stampare anche a temperature piuttosto elevate, 30-35°C.
I tempi saranno più brevi e l'ossidazione più rapida, con alcuni prodotti può cambiare un po' il tono, scaldandosi.

Il rischio è che si manifesti una velatura se la carta non è freschissima; velatura che non si manifesterebbe a temperature normali.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
areabis
guru
Messaggi: 714
Iscritto il: 21/03/2014, 15:20
Reputation:
Località: Cervia

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda areabis » 05/07/2016, 9:47

Silverprint ha scritto:In linea di massima si può stampare anche a temperature piuttosto elevate, 30-35°C.
I tempi saranno più brevi e l'ossidazione più rapida, con alcuni prodotti può cambiare un po' il tono, scaldandosi.

Il rischio è che si manifesti una velatura se la carta non è freschissima; velatura che non si manifesterebbe a temperature normali.


provato durante la appena trascorsa seconda puntata del corso fine art!!.... e poi però il sudore diminuisce la concentrazione in bacinella .... :D :D


Stefano da Cervia

la passione tinge con i propri colori ciò che tocca ...

https://www.flickr.com/photos/[email protected]/

Avatar utente
Stuntman Mike
appassionato
Messaggi: 13
Iscritto il: 04/07/2016, 15:05
Reputation:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda Stuntman Mike » 05/07/2016, 16:30

proprio in questi giorni dovrei sviluppare e stampare ma non ho il condizionato nel bagno che tengo chiuso, solo per i chimici per pellicola tengo tutto a bagnomaria a temperatura controllata? avrò 26-28°



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11535
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda Silverprint » 05/07/2016, 16:50

Prova. Potrebbero non esserci problemi.

Inviato dal mio A0001 utilizzando Tapatalk


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Argo
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 20/06/2016, 18:35
Reputation:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda Argo » 05/07/2016, 19:11

Ciao, sto stampando molto in questo periodo e nella mia angusta CO la temperatura, ieri notte, era di 30°.

Non potendo usare il sistema a "bagnomaria" per ragioni di spazio ho trovato una soluzione che sta funzionando: uso i ghiaccioli per le borse termiche, quelli rettangolari con la gelatina dentro che vanno raffreddati in freezer. Ho scoperto che ne esistono di sottili e larghissimi (23x31,5 cm, spessi appena 1,5 cm). Li avvolgo in un panno e li posiziono sotto le bacinelle. Stampo a contatto quindi le bacinelle non sono molto grandi.

Con questo sistema riesco a tenere i bagni fra i 20 e i 21 gradi per quasi 4 ore. :)



Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2235
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: stampa a 26 gradi

Messaggioda ammazzafotoni » 05/07/2016, 20:16

Wow bellissimi oggetti! Dove li hai trovati?





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti