Alta acutanza - bufala o realtà?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Rispondi
Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 851
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Alta acutanza - bufala o realtà?

Messaggio da Alessandro_Roma »

Ciao a tutti, so che il titolo è un po' forte, però esprime la confusione cui sono stato arrivato riguardo l'alta acutanza.
In particolare leggendo su varie fonti, sono arrivato a due conclusioni diametralmente opposte. Al momento le informazioni che sono riuscito a recuperare mi portano a dire che su formati di stampa piccoli, esempio 12 x 18 oppure 16 x 24, l'effetto di uno sviluppo tipo id11 1 + 3 piuttosto che il Rodinal non è visibile in termini di effetto bordo, in quanto la stampa sarebbe appunto troppo piccola. D'altro canto però , secondo altre fonti, su stampe di formato più grande come ad esempio dalle 20 x 30 in su, l'effetto bordo avrebbe un comportamento opposto in quanto, con l'ingrandimento cui è sottoposto il fotogramma, si avrebbe una sorta di spappolamento dei bordi.
A questo punto mi verrebbe da pensare che l'alta acutanza sia, come scherzavo nel titolo, una bufala . Se infatti fino al 16 x 24 non si vede perché la stampa è troppo piccola, ma poi dal 20 x 30 produce l'effetto contrario, quando è utile l'alta acutanza? Mi aiutate a capire? Inoltre faccio presente che ho sviluppato in casa una HP5 con i di 11 1 + 3 e dalle stampe 12 x 18 mi è sembrata presente e visibile l'alta acutanza , quindi sarei portato a screditare le fonti che mi hanno indicato come inefficace tale sviluppo su stampe di piccolo formato. Chi ha ragione?
Grazie a tutti punto esclamativo


Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9590
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Alta acutanza - bufala o realtà?

Messaggio da chromemax »

Le prove casereccie spesso lasciano il tempo che trovano perché lasciano fuori controllo tante di quelle variabili che ci si può facilmente dimostrare tutto e il contrario.

Conosci un po' di postproduzione digitale con programmi di fotoritocco? I valori da impostare nel filtro di maschera di contrasto sono sempre gli stessi o variano al variare della risoluzione dell'immagine e/o da come questa viene fruita, se a video, se ingrandita al 100% oppure scalata per essere vista nel suo insieme, oppure se stampata e con che tecnica di stampa?
Un buon esercizio per vedere come funziona l'acutanza, anche nell'analogico, è quella di giocare con photoshop o gimp e potrai toglierti molti dubbi :)


(ho sviluppato una Efke 25 135 in Tanol e l'effetto bordo è talmente pronunciato da far sembrare i particoari spappolati anche su una stampa 13x18)

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 851
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Alta acutanza - bufala o realtà?

Messaggio da Alessandro_Roma »

Scusa ma non ho capito :D a livello di cosa sia la acutanza ok, infatti la associo, digitalmente parlando, proprio a quanto b riportavi.
Ora, capito cos'è mi chiedevo ci avesse ragione tra le varie cose lette
È vero che fino al 16x24 compreso è invisibile l'effetto di un sviluppo ad alta acutanza? A me dalle stampe di una hp5 sviluppata in id11 1+3 così non è sembrato, ovvero si vede e anche parecchio. La stampa ha una maschera di contrasto applicata (per tornare al digitale)
È altresì vero, e qui mi aspetto di si, che si ingrandimenti dal 20x30 e superiori si abbia l'effetto contrario ai bordi?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9590
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Alta acutanza - bufala o realtà?

Messaggio da chromemax »

L'effetto acutanza c'è sempre, a prescindere; il quanta ce n'è dipende da una miriade di fattori, per cui non ha molto senso dare numeri del tipo "da 3x4 a 16x24 comprese si vede", dipende dalla pellicola, dallo sviluppo, dall'agitazione, dalla temperatura, dagli sbalzi di temperatura (asciugatura compresa), dal tempo di bagnato e l'acutanza stessa o i fattori da cui dipende l'acutanza dipendono a loro volta dalle condizioni di ripresa, dagli obbietivi, dalla macchina fotografica, dalla dimensione della grana della pellicola, dalla quantità di aria tra obbiettivo e soggetto e dalla temperatura di quest'aria, dal mosso e dal micromosso; se poi il negativo va stampato...
Un effetto bordo marcato può funzionare su rapporti di ingrandimento modesti, ma se poi lo stesso negativo lo stampi grande l'effetto è il contrario, di una nitidezza inferiore.
Ti dicevo di giocare con i software di fotoritocco perché questo effetto si vede molto bene: applica una mdc di raggio 2 px ed ammontare 1 (gimp) ad un file 800x600 e ad un file 8000x6000 e vedi l'effetto che fa... in analogico funziona allo stesso modo.

Fabio Pasquarella
esperto
Messaggi: 272
Iscritto il: 31/07/2016, 20:51
Reputation:

Re: Alta acutanza - bufala o realtà?

Messaggio da Fabio Pasquarella »

caserecciamente parlando l'effetto bordo impressiona più su stampe piccole, che so 10x15 che su 25x30, stampe alla mano di uno stesso negativo.

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi