Fissaggio rotante

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 419
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Fissaggio rotante

Messaggioda Alessandro_Roma » 05/01/2018, 17:02

Sembrerebbe una nuova arma di un robot, ma invece riguarda un tentativo che ho fatto sul bagno di fissaggio
Prima di provare adottavo la stessa metodologia dello sviluppo per l'agitazione, ovvero rovesciando la tank, senza ruotarla sull'asse verticale
Poi ho riletto Il Negativo di Adams e lui indica che preferisce anche la rotazione. Sebbene Adams parli dello sviluppo, senza un apparente motivo ho deciso di provare a farlo nel fissaggio, quindi capovolgo e rouoto
Beh, al decimo rullo in cui ho ottenuto una modifica evidente, credo possa definire la rotazione come un elemento attivo anche nel fissaggio (magari lo era già e non lo sapevo...)
Fatto sta che sono passato dall'avere bordi non fissati, come nel primo allegato in cui si vede in una Fp4, ad un fissaggio perfetto anche ai bordi, come da secondo allegato
Ora, tutto era già stampabile anche prima, trattandosi del bordo, però almeno il lavoro è più pulito
Vi torna che la rotazione possa intervenire come ho avuto modo di constatare? Il mio è un approccio empirico, però insomma 10 di fila non sono proprio poca cosa
Succede sia col 135 che col 120 parimenti.
Qualcuno ha per caso verificato la stessa cosa? Il vostro fissaggio "viene bene" anche senza ruotare?
Per info ho usato sempre il fissaggio Tetenal inodore, sia prima che dopo, quindi non può essere stato un cambio di chimico ad intervenireImmagineImmagine

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
lamanorbu
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 31/10/2017, 15:41
Reputation:
Località: Brescia

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda lamanorbu » 05/01/2018, 17:24

Probabilmente la rotazione ha permesso al fissaggio di penetrare meglio nelle guide della spirale, ma è anche vero che lo stesso sig. Adams in "The Negative" afferma che i fissaggi lavorano meglio con l'agitazione ridotta al minimo indispensabile.



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8496
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda chromemax » 05/01/2018, 17:54

lamanorbu ha scritto: lo stesso sig. Adams in "The Negative" afferma che i fissaggi lavorano meglio con l'agitazione ridotta al minimo indispensabile.

Questa non la ricordo, ma penso proprio che non sia così



Avatar utente
lamanorbu
fotografo
Messaggi: 56
Iscritto il: 31/10/2017, 15:41
Reputation:
Località: Brescia

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda lamanorbu » 05/01/2018, 18:49

In effetti ho dato una sfogliata veloce a The Negative per ricontrollare e non ho trovato riferimenti del caso! Prima che la memoria mi abbandoni del tutto, sono abbastanza sicuro di aver letto da qualche parte che i fissaggi hanno bisogno di un po' di tempo prima di cominciare a dissolvere i sali d'argento non sviluppati e la troppa agitazione interferisce con il processo di dissoluzione rendendolo meno efficiente. Chiaro è che fra non agitare e agitare troppo è meglio la seconda opzione.



Advertisement
Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2131
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda ammazzafotoni » 05/01/2018, 19:03

Beh, il fissaggio fa lasciato agire, ma ciò non significa che non vada agitato! Personalmente, da sempre do belle shackerate energiche a distanza di circa un minuto nei tipici 6-7 minuti che uso con la Tmax, col 120 mai avuto zone non fissate; persino una volta che, dopo lo sviluppo, al momento di dare lo stop, mi si aprì la tank e il rullo sbatté sul bordo ammaccandosi, il fissaggio delle parti adiacenti venne giusto (infine, ne uscii "solo" con qualche ammaccatura della pellicola...)



Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 419
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda Alessandro_Roma » 05/01/2018, 19:45

Immagino anche io che in questo modo il fissaggio sia penetrato meglio nei bordi, ma a voi che succede?
Fissate comunque bene anche senza rotazione?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 917
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Fissaggio rotante

Messaggioda Lollipop » 05/01/2018, 21:55

Per quello che conta porto la mia piccola esperienza. Io ho preso ad usare uno sviluppo a bassa concentrazione di rivelatore per un tempo prolungato. Assomiglia ad uno semistand ma non o vorrei definire così, perché prevede delle energiche agitazioni iniziali per spingere subito le luci. La modalità e il tempo totale varia da pellicola a pellicola, con le quattro che uso regolarmente: foma 100/400 e kentmere 100/400. Sono protocolli di sviluppo che si adattano alla duplicazione digitale e ai miei gusti.
Ma il punto è che con questi tempi prolungati, dai trenta minuti circa per la foma 100 ai novanta per la Kent 400, le emulsioni diventano molto delicate e ho osservato che con fasi di stop fissaggio e lavaggio con delicate rotazioni, invece delle rotazioni, si mantengono meglio i dettagli, specialmente alle alte luci.


Lorenzo.



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti