Sviluppo stand

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 17/01/2018, 18:00

Scordisk ha scritto:
Lollipop ha scritto:Ragazzi, diamoci una controllatina alle 3 charts ufficiali di FOMA, e capiremo. Sono 3 curve praticamente identiche. Qui nel Forum prima si leggeva che FOMA avesse grossolanamente pubblicato queste charts come con un pennello.

Sai che non ho capito?


Lorenzo.

Advertisement
Avatar utente
Scordisk
esperto
Messaggi: 283
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Scordisk » 17/01/2018, 19:03

Lollipop ha scritto:
Scordisk ha scritto:
Lollipop ha scritto:Ragazzi, diamoci una controllatina alle 3 charts ufficiali di FOMA, e capiremo. Sono 3 curve praticamente identiche. Qui nel Forum prima si leggeva che FOMA avesse grossolanamente pubblicato queste charts come con un pennello.

Sai che non ho capito?

Ebe', ti spiego:
- i tre grafici FOMA per loro tre pellicole sono praticamente identici.
- Qui nel forum nel 2017 si poteva leggere che non erano molto veritieri. Chissa.
- Io personalmente, usando tutte le tre pellicole 100-200-400 ISO, ho trovato che sono molto simili nell'annerimento, e nel "panchromatismo". Quasi identiche. Perciò, credo agli ingegneri della FOMA e mi fido di loro lavoro e analisi, così come mi fido dei pianoforti Petrof di Hradec Kralove.

Tutto ciò senza alcuna critica, o simile. Ma mi permetto di usare mia memoria (analogica, non digitale) :D



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 17/01/2018, 19:18

Scordisk ha scritto:]
Ebe', ti spiego:
- i tre grafici FOMA per loro tre pellicole sono praticamente identici.
- Qui nel forum nel 2017 si poteva leggere che non erano molto veritieri. Chissa.
- Io personalmente, usando tutte le tre pellicole 100-200-400 ISO, ho trovato che sono molto simili nell'annerimento, e nel "panchromatismo". Quasi identiche. Perciò, credo agli ingegneri della FOMA e mi fido di loro lavoro e analisi, così come mi fido dei pianoforti Petrof di Hradec Kralove.

Tutto ciò senza alcuna critica, o simile. Ma mi permetto di usare mia memoria (analogica, non digitale) :D

No so. Io le ho usate, testate e quello che vedi nel grafico per la 400 è quello che ho riscontrato.


Lorenzo.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8411
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo stand

Messaggioda chromemax » 17/01/2018, 19:57

Scordisk ha scritto:Ebe', ti spiego:
- i tre grafici FOMA per loro tre pellicole sono praticamente identici.
- Qui nel forum nel 2017 si poteva leggere che non erano molto veritieri. Chissa.
- Io personalmente, usando tutte le tre pellicole 100-200-400 ISO, ho trovato che sono molto simili nell'annerimento, e nel "panchromatismo". Quasi identiche. Perciò, credo agli ingegneri della FOMA e mi fido di loro lavoro e analisi, così come mi fido dei pianoforti Petrof di Hradec Kralove.

Tutto ciò senza alcuna critica, o simile. Ma mi permetto di usare mia memoria (analogica, non digitale)


E' scritto a pagina 63 de "Sensitometria in 10 capitoli"

grafici_foma_identici.jpg


Anche se hanno annerimenti molto simili, una condizione sperimentale come questa equivale al raggiungimento dello zero assoluto... non po' esse' anche se i pianoforti Petrof fossero i migliori del mondo :D



Advertisement
Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 18/01/2018, 10:17

chromemax ha scritto:
Scordisk ha scritto:Ebe', ti spiego:
- i tre grafici FOMA per loro tre pellicole sono praticamente identici.
- Qui nel forum nel 2017 si poteva leggere che non erano molto veritieri. Chissa.
- Io personalmente, usando tutte le tre pellicole 100-200-400 ISO, ho trovato che sono molto simili nell'annerimento, e nel "panchromatismo". Quasi identiche. Perciò, credo agli ingegneri della FOMA e mi fido di loro lavoro e analisi, così come mi fido dei pianoforti Petrof di Hradec Kralove.

Tutto ciò senza alcuna critica, o simile. Ma mi permetto di usare mia memoria (analogica, non digitale)


E' scritto a pagina 63 de "Sensitometria in 10 capitoli"

grafici_foma_identici.jpg


Anche se hanno annerimenti molto simili, una condizione sperimentale come questa equivale al raggiungimento dello zero assoluto... non po' esse' anche se i pianoforti Petrof fossero i migliori del mondo :D


Vedo che quelle curve di contrasto sono state ottenute col Microphen, che non ho mai usato, e non riscontrando un piede ne una spalla non so neanche se siano credibili così fatte. Detto questo, quelle pendenze li sarebbe da favola per le mie esigenze (mi sono ripromesso di non usare più qualla parola li :D ).
In tutta onestà con Paranol S e le istruzioni da bugiardino non ho mai ottenuto niente che solo di avvicinasse, forse a causa mia.
Con la 400, sopra reportata, e con la 100 sono riuscito a raggiungere un risultato soddisfacente solo coi progessi descritti, frutto di diverse prove. Ovvio è che quando si arriva a destinazione si è già contenti di questo e poco importa se la strada è stata la più breve possibile.
Nel pomeriggio sarò in Val Seriana, dove ci sono un paio di siti industriali a mio avviso molto fotogenici. Mi porterò la rollei con la Foma 400 da esporre a 100 e trattare come sopra. Vediamo se il test "in vivo" porterà i riscontri attesi.


Lorenzo.

Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 18/01/2018, 10:18

Lollipop ha scritto:
chromemax ha scritto:
Scordisk ha scritto:Ebe', ti spiego:
- i tre grafici FOMA per loro tre pellicole sono praticamente identici.
- Qui nel forum nel 2017 si poteva leggere che non erano molto veritieri. Chissa.
- Io personalmente, usando tutte le tre pellicole 100-200-400 ISO, ho trovato che sono molto simili nell'annerimento, e nel "panchromatismo". Quasi identiche. Perciò, credo agli ingegneri della FOMA e mi fido di loro lavoro e analisi, così come mi fido dei pianoforti Petrof di Hradec Kralove.

Tutto ciò senza alcuna critica, o simile. Ma mi permetto di usare mia memoria (analogica, non digitale)


E' scritto a pagina 63 de "Sensitometria in 10 capitoli"

grafici_foma_identici.jpg

Anche se hanno annerimenti molto simili, una condizione sperimentale come questa equivale al raggiungimento dello zero assoluto... non po' esse' anche se i pianoforti Petrof fossero i migliori del mondo :D


Vedo che quelle curve di contrasto sono state ottenute col Microphen, che non ho mai usato, e non riscontrando un piede ne una spalla non so neanche se siano credibili così fatte. Detto questo, quelle pendenze sarebbero da favola per le mie esigenze (mi sono ripromesso di non usare più qualla parola li :D ).
In tutta onestà con Paranol S e le istruzioni da bugiardino non ho mai ottenuto niente che solo di avvicinasse, forse a causa mia.
Con la 400, sopra reportata, e con la 100 sono riuscito a raggiungere un risultato soddisfacente solo coi progessi descritti, frutto di diverse prove. Ovvio è che quando si arriva a destinazione si è già contenti di questo e poco importa se la strada è stata la più breve possibile.
Nel pomeriggio sarò in Val Seriana, dove ci sono un paio di siti industriali a mio avviso molto fotogenici. Mi porterò la rollei con la Foma 400 da esporre a 100 e trattare come sopra. Vediamo se il test "in vivo" porterà i riscontri attesi.


Lorenzo.

Avatar utente
Scordisk
esperto
Messaggi: 283
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Scordisk » 18/01/2018, 20:13

Lollipop ha scritto:Nel pomeriggio sarò in Val Seriana, dove ci sono un paio di siti industriali a mio avviso molto fotogenici. Mi porterò la rollei con la Foma 400 da esporre a 100 e trattare come sopra. Vediamo se il test "in vivo" porterà i riscontri attesi.


Siccome nelle righe antecedenti a questa, scrivevi che vorresti provare con Microphen sulle FOMA, qui si legge che "100 ISO per FOMA 400" corrisponda al Paranol S(Rodinal di Tetenal). Nel senso che di nuovo rimani con le tecniche precedenti. Scusami, sei libero di farle. Siccome Paranol S e Rodinal sono adatti per le pellicole di bassa e media sensibilità (che pochi ormai usano), la perdita di sensibilità forse non è alta, ma l'effetto grana è pronunciato.

Volevo soprattutto dire che ISO 100 con FOMA 400 sono assurdamente troppo pochi, con Rodinal R09 almeno, Paranol S non lo conosco. Ed in più, i test con diluizioni 1+100 tali non lo sono, sono fuori limiti di funzionamento del rivelatore. Con tale diluizione, dopo 25-30 minuti nulla più succede. Se lo faresti di nuovo con 1+100, fallo per 30 minuti con agitazione ogni minuto, con previo ammollo di 1.5 minuto e con previa agitazione continua per 2 minuti. Ma, non più di una trentina di minuti con 1+100.

Sono ideali 14 minuti per FOMA 400 con diluizione 1+50 con R09 almeno, che conosco io, con questo predetto ammollo e agitazione, come ti ho scritto.



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 19/01/2018, 8:36

Scordisk ha scritto:Volevo soprattutto dire che ISO 100 con FOMA 400 sono assurdamente troppo pochi, con Rodinal R09 almeno, Paranol S non lo conosco. Ed in più, i test con diluizioni 1+100 tali non lo sono, sono fuori limiti di funzionamento del rivelatore. Con tale diluizione, dopo 25-30 minuti nulla più succede. Se lo faresti di nuovo con 1+100, fallo per 30 minuti con agitazione ogni minuto, con previo ammollo di 1.5 minuto e con previa agitazione continua per 2 minuti. Ma, non più di una trentina di minuti con 1+100.

Sono ideali 14 minuti per FOMA 400 con diluizione 1+50 con R09 almeno, che conosco io, con questo predetto ammollo e agitazione, come ti ho scritto.

Le ultime sono le indicazioni anche per il Paranol S, che non è altro che uno dei tanti Rodinal in giro.
La discussione è interessante ma prima dobbiamo capirci su quelle che sono le aspettative di sviluppo. Allo scopo ti chiedo, come chiedo a chiunque volesse darla, la tua opinione sui tre negativi da Foma 400 qui sotto postati (considerali pari agli originali). In particolare se li ritieni usabili e se si con quali limiti.
Allegati
18012018-R0015408.jpg
14012018-R0015321.jpg
18012018-R0015405.jpg


Lorenzo.

Avatar utente
Scordisk
esperto
Messaggi: 283
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Scordisk » 19/01/2018, 11:39

Lollipop ha scritto:
Scordisk ha scritto:Allo scopo ti chiedo, come chiedo a chiunque volesse darla, la tua opinione sui tre negativi da Foma 400 qui sotto postati (considerali pari agli originali). In particolare se li ritieni usabili e se si con quali limiti.


Ne avrei dato 1/3 dello stop in più - nel senso che avrei dato 1/3 di stop in più alle ombre, misurando sul posto più scuro sotto le sedie del ristorantino o cosa fosse, o sulle parti scure delle porte, e sulle parti più buie del paesaggio. Tutto questo, lo so, è spesso impossibile applicare sul posto.

Voglio dire, i negativi sono moolto operativi, ma, dico ma, dato il basso contrasto sempre ottenibile dai vari Rodinal, o almeno dai Rodinal applicati sulle pellicole di sensibilità alta che di regola non produce contrasti forti, si può benissimo esporre sulle ombre, senza paura che le luci alte si brucino da rivelatore. Vuol dire che quei 1/3 di stop predetti, avrebbero potuto essere anche 1/2 stop incirca.

P.S. Per una valutazione ancora più precisa, sarebbe stato necessario visionare i bordi della pellicola, per compararli con le zone più buie, esposte.



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 765
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Sviluppo stand

Messaggioda Lollipop » 19/01/2018, 12:00

Ok, grazie della risposta.
La prima e la terza sono state esposte a 100 iso mentre la seconda a 200. Il trattamento di sviluppo è quello descritto sopra.
Anche io non ne sono insoddisfatto (queste sono le duplicazioni dei negativi e sono veramente pari, o molto prossimi ad esserlo, agli originali). Per sfruttare la piena dinamica del sensore ed avere duplicazioni con il più ampio range di informazioni RGB a descrivere le scene, dovrei invece ottenere questo con lo sviluppo:
Allegati
18012018-R0015408.jpg
14012018-R0015321.jpg
18012018-R0015405.jpg


Lorenzo.



  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti