Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

anonimo20180702

Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Messaggioda anonimo20180702 » 30/03/2018, 22:43

Ciao a tutti, ho alcuni dubbi da risolvere e vorrei capire come / dove reperire informazioni e materiali in merito al rapporto che c'è tra un negativo e la lente per ingrandirla.

Mi spiego meglio: io 50mm va bene solo per il 24x36? E l'80mm solo per il 6x6? O posso usare le ottiche a parti invertite?

Cosa cambia effettivamente, all'atto pratico? Il rapporto di ingrandimento e quindi le dimensioni massime del negativo che posso stampare?

Grazie :)

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
Scordisk
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 04/01/2017, 18:07
Reputation:

Re: Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Messaggioda Scordisk » 31/03/2018, 0:18

Per semplificare le cose, omettendo alcuni punti ottici:

80 mm puoi usare anche con le pellicole 35 mm, ma l''effetto di ingrandimento sarà minore, così come la intensità della luce che il fotogramma 35mm riceve dalla lampada/condensatore/diffusore (effetto ritaglio).

50 mm, avendo il punto del fuoco più corto, se lo si usa con negativo 6x6, deve stare molto più vicino alla mascherina con la pellicola, in più il soffietto non si può più stringere in su. Inoltre, la copertura che da 50 mm, non è molto larga e se è larga, i bordi "volano". Ma, in effetti, l'ingrandimento è molto maggiore.

Non mi è chiaro quello "a parti invertite". Se, per esempio, vorresti utilizzare degli obiettivi dalle macchine fotografiche, lo puoi provare. A causa del riscaldamento che tali obiettivi ricevono dalla luce, e per il quale non sono stati costruiti, potrebbero capitare l'espansione del lubrificante interno e simile.

michelebroggi ha scritto:Ciao a tutti, ho alcuni dubbi da risolvere e vorrei capire come / dove reperire informazioni e materiali in merito al rapporto che c'è tra un negativo e la lente per ingrandirla.

Mi spiego meglio: io 50mm va bene solo per il 24x36? E l'80mm solo per il 6x6? O posso usare le ottiche a parti invertite?

Cosa cambia effettivamente, all'atto pratico? Il rapporto di ingrandimento e quindi le dimensioni massime del negativo che posso stampare?

Grazie :)

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk



anonimo20180702

Re: Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Messaggioda anonimo20180702 » 31/03/2018, 6:48

Grazie mille per la risposta. A partire invertite intendevo: si può usare il 50 per il 6x6?

Mi hai già risposto: si ma con risultati dubbi.

Quindi, ricapitolando, 50mm per il 35mm, 80 per il 6x6 giusto? Esiste online una tabella che riassume pro e contro di usare una lunghezza focale o altra?

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11247
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Messaggioda Silverprint » 31/03/2018, 9:02

Non serve tabella, è semplice.

Non puoi usare obiettivi di focale inferiore alla normale per il formato: 50 per il 135, 80 per il 6x6, 100 per il 6x9, 150 per il 4x5"

Semplicemente perché non "coprono" vale a dire che non riescono a inquadrare un formato maggiore a quello stabilito e se lo fanno le prestazioni non sono adeguate.

Fanno eccezione le ottiche cosidette grandangolari, che di solito hanno la sigla WA, purtroppo le prestazioni non sono paragonabili a quelle standard, tranne rare e costose eccezioni (alcuni apo-componon).

Se invece usi una focale più lunga del normale l'ingrandimento sarà ridotto, si può usare per es. l'80 per stampare negativi 135, se le stampe non sono grandi può anche far comodo avere la testa un po' più in alto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
anonimo20180702

Re: Relazione tra dimensione negativo e obiettivo

Messaggioda anonimo20180702 » 31/03/2018, 9:05

Silverprint ha scritto:Non serve tabella, è semplice.

Non puoi usare obiettivi di focale inferiore alla normale per il formato: 50 per il 135, 80 per il 6x6, 100 per il 6x9, 150 per il 4x5"

Semplicemente perché non "coprono" vale a dire che non riescono a inquadrare un formato maggiore a quello stabilito e se lo fanno le prestazioni non sono adeguate.

Fanno eccezione le ottiche cosidette grandangolari, che di solito hanno la sigla WA, purtroppo le prestazioni non sono paragonabili a quelle standard, tranne rare e costose eccezioni (alcuni apo-componon).

Se invece usi una focale più lunga del normale l'ingrandimento sarà ridotto, si può usare per es. l'80 per stampare negativi 135, se le stampe non sono grandi può anche far comodo avere la testa un po' più in alto.
Grazie di tutto, hai chiarito i miei dubbi :)

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti