Verso la prima..

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Darkinoz
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 28/05/2018, 0:37
Reputation:

Verso la prima..

Messaggio da Darkinoz »

Ciao ragazzi.

Finalmente sto per fare la prima..

La prima stampa in camera oscura.

Ho rimediato un durstm301
, con schneider 50mm componon f4

Acquistato :

Ilford multigrade 1l sviluppo
Ilford rapid fixer
Ilford stop
Ilford multigrade carta 13x18
Filtri multigrade della Foma

Focometro
Lampada led rossa
Pinze, bacinelle 20x30 X3

Pensi dovrei stare apposto, che dite? Per l imbimbente, sciacquo col sapone me la caverò?

Accetto consigli, oltre i misurini e bottigliette varie che reperirò mano a mano..

Non ho domestichezza con le parti da aggiungere ai chimici e quanti ccl versare



Avatar utente
garellix
guru
Messaggi: 300
Iscritto il: 03/05/2014, 22:08
Reputation:
Località: Lecco

Re: Verso la prima..

Messaggio da garellix »

l'imbimbente per quanto ne so io non serve per la stampa argentica, se stavi parlando del processo di sviluppo per le pellicole, io ti consiglio di lasciar perdere sotterfugi inutili, lasci la strada sicura dell'imbimbente per quella oscura e insidiosa di altre sostanze ignote di cui avrai tutto il tempo di maledirle/ti davanti a negativi rovinati (sicuramente a qualcuno gli è andata di culo e non è mai successo niente e si glorifica della sua bravata ma le fortunate casualità non possono essere elevate a regola, paradigma, legge ecc..), se cerchi sul forum trovi molte discussioni.

faccio una leggera sintesi per tirar le fila:
-può essere utile usare acqua distillata per il lavaggio finale (diffida dell'acqua distillata troppo economica e stai attento che alcune sono anche profumate).
-non farlo nella tank dello sviluppo (possono restare residui e inquinare gli sviluppi successivi.
-non deve lasciar residui, fai dei test per trovare la giusta diluizione.
-ogni imbimbente è diverso, quindi dovrai trovare il tuo (personalmente Bellini STAB 1).
-un altro metodo può essere quello di applicarlo con uno spruzzino quando la pellicola è appesa.

e lo stesso vale per gli strumenti di misurazione, essere sicuri almeno della corretto rapporto di diluizione è alla base della ripetibilità e costanza di risultati, contenitori graduati in plastica sono abbastanza economici e efficaci (personalmente ho da poco messo in pensione le mie caraffe graduate per il passaggio ai ben più performanti e affascinanti (eh si l'erotica degli strumenti è difficilmente trascurabile) Becher in vetro borosilicato.

per le diluizioni almeno quelle per la stampa sono abbastanza facili da eseguire, le diluizioni sono riportate sui contenitori; quando hai il rapporto di diluizione e la quantità di liquido di cui necessiti, sei a cavallo.
es. devo sviluppare un rullo 120 in tank peterson, la quantità minima di liquido è 500 ml, prendo il mio rodinal e leggo 1+25, divido 500 per 26 e mi risulta 19 ml (esattamente 19,2 ml), quindi verso i 19 ml e aggiungo acqua fino ad ottenere a 500 ml, ora potete metterla nel forno a 200° per quaranta minuti e dopo la vostra pellicola alla parmigiana sarà pronta servire calda :) scusa riesco a star serio per poco :-*

ti segnalo questi post in cui ci sono un pò di informazioni generali sull'occorrente e il link di un video molto utile.
topic18995.html
post108554.html?hilit=imbimbente#p108554
post55226.html?hilit=imbimbente#p55226
...sono curioso fa parte del mio essere...(%) mi chiamo Andrea Spreafico non Garellix!
https://www.facebook.com/profile.php?id=100005171625581

Avatar utente
Darkinoz
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 28/05/2018, 0:37
Reputation:

Re: Verso la prima..

Messaggio da Darkinoz »

Ok.
Quindi ho quasi tutto. L avevo letta la discussione grazie.

Nel mio durst l immagine viene leggermente ritagliata, se levo il portanegativi la vedo completa, sbaglio a posizionarla?

Avatar utente
Darkinoz
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 28/05/2018, 0:37
Reputation:

Re: Verso la prima..

Messaggio da Darkinoz »

Ho fatto le mie prime 3 stampe

Ho notato che su durst m301, obiettivo a f11, senza uso del filtro multigrade la foto è accettabile con un esposizione di 4.secondi, dopo diventa tutta nera.
Messo filtro magenta il contrasto è diminuito e i tempi si sono allungati di qualche secondo.

Il bugiardino indica che senza filtro avrei un contrasto normale e con il filtro piu duro, ma sembra il contrario.
Screenshot_2019-04-03-11-20-19.jpg
la prima a sinistra 4 secondi senza filtro
Al.centro 7 secondi con filtro magenta
Destra 12 secondi con filtro magenta

Mi sembra di stare troppo stretto con i tempi esposizione

Avatar utente
Montgomery Burns
fotografo
Messaggi: 36
Iscritto il: 02/04/2016, 22:34
Reputation:

Re: Verso la prima..

Messaggio da Montgomery Burns »

A me la prima a sinistra sembra la meno contrastata


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 383
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Verso la prima..

Messaggio da emag »

@garellix non mi sembra un modo molto preciso. una volta diviso 500 per 26 (il numero totale delle parti in gioco) e ottenuto quel brutto 19,2 potrebbe essere più pratico arrotondarlo a 20, quindi sai che una parte diventa 20ml. A quel punto moltiplichi 20 per le parti di acqua necessarie (25), quindi otterrai da una parte 20ml di chimico e dall'altra 500ml di acqua. Che in tutto fa 520ml :)

Avatar utente
Darkinoz
fotografo
Messaggi: 47
Iscritto il: 28/05/2018, 0:37
Reputation:

Re: Verso la prima..

Messaggio da Darkinoz »

Montgomery Burns ha scritto:A me la prima a sinistra sembra la meno contrastata


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

tra le tre si, ma c e un altra.foto sempre di lei con il filtro, stampata allo stesso tempo totalmente slavata

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9492
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Verso la prima..

Messaggio da chromemax »

Per quanto tempo hai sviluppato?

Avatar utente
28zero
guru
Messaggi: 375
Iscritto il: 05/02/2018, 23:29
Reputation:
Località: Bari

Re: Verso la prima..

Messaggio da 28zero »

Darkinoz ha scritto:Ho fatto le mie prime 3 stampe

Ho notato che su durst m301, obiettivo a f11, senza uso del filtro multigrade la foto è accettabile con un esposizione di 4.secondi, dopo diventa tutta nera.
Messo filtro magenta il contrasto è diminuito e i tempi si sono allungati di qualche secondo.

Il bugiardino indica che senza filtro avrei un contrasto normale e con il filtro piu duro, ma sembra il contrario.
Screenshot_2019-04-03-11-20-19.jpg
la prima a sinistra 4 secondi senza filtro
Al.centro 7 secondi con filtro magenta
Destra 12 secondi con filtro magenta

Mi sembra di stare troppo stretto con i tempi esposizione
In effetti i secondi sono pochi, considerando anche f.11.
Non credo, però, che sia possibile fare un confronto fra tre negativi diversi.
Non è chiara la procedura che segui: l'ingraditore è a condensatori o a luce diffusa? Nel primo caso: tra i tanti filtri magenta, quale hai usato? Nel secondo: che valore di filtratura hai impostato? Come hai determinato i tempi? Sei sicuro di aver chiuso il diaframma? I negativi come sono? La diluizione del rivelatore è corretta? Ecc.

Quindi ti consiglierei di scegliere un negativo e rifare tutto daccapo, facendo attenzione a tutti i passaggi. Potresti anche descrivere qui quelli che fai per fare modo a chi legge di individuare qualche errore e darti qualche consiglio mirato.



Inviato dal mio Redmi 4 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 383
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Verso la prima..

Messaggio da emag »

Credo che con scene così diverse, ogni fotogramma sia una storia a se. tu parti però impostando un diaframma che sia sempre il solito, così ti semplifichi la vita. Metti magari f11 e tieni sempre quello. Anche il filtro di partenza, tienilo sempre uguale, usa il 2 che è quello intermedio (non stampare senza filtro).quindi per ogni fotogramma, fai un provino: esponi il foglio "a strisce", ciascuna per la stessa unità di tempo. Metti caso, vuoi fare ciascuna striscia di 2 secondi. Dai una prima esposizione complessiva al figlio di 2 secondi, poi ne copri una porzione (striscetta) con un cartoncino, e dai altri 2 secondi. Così la striscetta coperta rimane con una esp di 2 secondi, quella successiva di 4. E via così fino ad avere tante strisce: 2,4,6,8,10,12.... Secondi. Lo fai fino a quanto ti sembra più giusto, magari, 14 o 16 secondi. Quel foglio lo sviluppi (occhio che lo sviluppo sia fresco e diluito nel modo giusto, il tempo che deve starci dentro va bene un "tempo di comparsa"x10... Esempio: 12x10=120, due minuti) e vedi cosa viene. Lo scopo è avere un provino con una buona gamma di Toni, dal bianco al nero diciamo. Se il numero di striscette non basta o è eccessivo, vedi tu come regolarti nel provino successivo. Quando hai un buon provino, guardi in quale striscetta sta il primo bianco di tuo interesse, conti i secondi di esposizione necessari e poi guardi dove sta il nero. Se è nella stessa striscia allora hai centrato contrasto e puoi stampare la foto con quella esposizione, altrimenti cambi il filtro salendo o scendendo a seconda se manca contrasto oppure ve ne è troppo. Un filtro più alto aumenta il contrasto e a parità di bianco fa venire prima i neri di quanto faccia un filtro più basso. Quando cambi filtro rifai anche il provino. E.. Correggete le boiate che ho scritto :))

Rispondi