Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 803
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Alessandro_Roma »

Ciao a tutti,
volevo un chiarimento sul fissaggio e la sua qualità. Leggo e sento infatti diversi pareri a riguardo, tra chi dice che sono tutti uguali, a chi sostiene che l'Hypam è l'unico fissaggio da usare perché superiore

Mi è stata mossa una osservazione sul fatto che ho usato il Tetenal inodore e l'Ars Imago, classificati appunto come "scarsi". Le pellicola più vecchie fissate con questi prodotti hanno un paio di anni scarsi, non credo siano sufficienti per dare un giudizio qualitativo (comunque sono tutte perfette ancora)

A prescindere dalla durata della soluzione di lavoro, ci sono prodotti migliori di altri?

Grazie a tutti



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11715
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Silverprint »

Tutti, praticamente uguali. Stesso principia attivo, più o meno nelle stesse quantità.
Fanno tutti il loro lavoro come devono.

Io uso quello fatto dalla Compard, venduto con i marchi Compard, Adox, Agfa e Ars-imago, che è ottimo come gli altri, ma in genere costa un po' meno.

Ci sono piccolissime differenze tra un prodotto e l'altro. Quello Compard, che usa la ricetta Agfa è forse un poco meno acido di altri e non diluito si conserva un poco più a lungo. Anni fa feci un test sui forti ingrandimenti (20x) per vedere se a livello di grana ci fossero differenze tra un fix e l'altro e allora potei verificare che quello Agfa andava un filino meglio, ma sono davvero sottigliezze infinitesime che se contano qualcosa lo fanno solo sulle gigantografie. E in ogni caso dopo tanto tempo e con quasi tutte le pellicole modificate il test andrebbe rifatto.

Insomma prendi quello che capita.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 803
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Alessandro_Roma »

OK, grazie mille!!! Proseguo con l'Ars Imago allora :D

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da kiodo »

Il compito del fissaggio è relativamente semplice, rispetto a quello del rivelatore: il fix deve solo asportare tutti gli alogenuri di Ag non ridotti ad argento metallico dallo sviluppo. Quindi, in linea di principio, i diversi tipi di fix sono tutti in grado di svolgere il loro compito, ciascuno con le proprie modalità. I fix tradizionali richiedono tempo di azione nell'ordine delle decine di minuti, mentre i "rapidi" agiscono in trenta secondi - tre minuti, a seconda del materiale (minuti per le pellicole, decine di secondi per le carte).
Al fini della conservazione, i fissaggi tradizionali hanno la controindicazione di poter impregnare più profondamente il supporto dei materiali sensibili, in particolare le fibre della carta fb; la conseguenza di tale comportamento è la necessità di tempi di lavaggio molto allungati.
Il consiglio è di impiegare fissaggi rapidi (per esempio Hypam), senza mai superarne la capacità, e possibilmente in due bagni (per le stampe).
Naturalmente si possono ottenere risultati perfetti anche coi fix tradizionali, ma impiegando tempi molto più dilatati, e tanta acqua di lavaggio in piu.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Ultima modifica di kiodo il 12/06/2019, 16:10, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Luca Ghedini
guru
Messaggi: 681
Iscritto il: 02/02/2012, 15:26
Reputation:

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Luca Ghedini »

Io da tempo uso il B-Work, la linea di Fotomatica, perché, comprando uno di tali prodotti, la spedizione diviene gratuita ad un livello di spesa totale minore...
Luca Ghedini - Bologna (San Lazzaro di Savena)

Avatar utente
Arbogast
guru
Messaggi: 392
Iscritto il: 22/01/2013, 9:55
Reputation:
Località: Campi Bisenzio

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Arbogast »

Luca Ghedini ha scritto:Io da tempo uso il B-Work, la linea di Fotomatica, perché, comprando uno di tali prodotti, la spedizione diviene gratuita ad un livello di spesa totale minore...
Anche io da anni utilizzo i prodotti della B work, (fix, stop e aiuto di lavaggio) e mi trovo molto bene. Inoltre costano meno rispetto ad altre marche.

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 803
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Alessandro_Roma »

kiodo ha scritto:Il compito del fissaggio è relativamente semplice, rispetto a quello del rivelatore: il fix deve solo asportare tutti gli alogenuri di Ag non ridotti ad argento metallico dallo sviluppo. Quindi, in linea di principio, i diversi tipi di fix sono tutti in grado di svolgere il loro compito, ciascuno con le proprie modalità. I fix tradizionali richiedono tempo di azione nell'ordine delle decine di minuti, mentre i "rapidi" agiscono in trenta secondi - tre minuti, a seconda del materiale (minuti per le pellicole, decine di secondi per le carte).
Al fini della conservazione, i fissaggi tradizionali hanno la controindicazione di poter impregnare più profondamente il supporto dei materiali sensibili, in particolare le fibre della carta fb; la conseguenza di tale comportamento è la necessità di tempi di lavaggio molto allungati.
Il consiglio è di impiegare fissaggi rapidi (per esempio Hypam), senza mai superarne la capacità, e possibilmente in due bagni (per le stampe).
Naturalmente si possono ottenere risultati perfetti anche coi fix tradizionali, ma impiegando tempi molto più dilatati, e tanta acqua di lavaggio in piu.

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
Che intendi quando dici due bagni per le stampe? La passi due volte nel fissaggio?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da kiodo »

Sì: poichè solo un fissaggio freschissimo lascia la carta priva di certi prodotti difficilmente eliminabili col lavaggio, si utilizzano due bacinelle, di cui la seconda (l'ultima, prima del lavaggio) piena di fix appena fatto, mentre la prima può essere un fix già parzialmente sfruttato. Quando nel fix della seconda bacinella è passata circa la metà della carta necessaria ad esaurilo, il fix diventa il primo bagno, e per la seconda bacinella si prepara una nuova soluzione.
Mi pare di aver scritto forse in modo un po' contorto... si capisce?

Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 832
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da kiodo »

Su questo documento forse si capisce meglio: la procedura è descritta a pag. 8
https://www.bonavolta.ch/hobby/files/Kodak%20j-1.pdf

Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1831
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Fissaggio di qualità: tutti uguali?

Messaggio da Lollipop »

Con l’ultimo stock di carta, preso direttamente da Foma, mi sono fatto una collezione di Fomafix. A stampare mi sono reso conto che il fix è il chimico più incontrollabile (mai riuscito a fare il calcolo dei m2) e dispendioso.
Lorenzo.

Rispondi