sviluppo pellicola 400 foto notturne

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia a colori

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Fedejack
appassionato
Messaggi: 5
Iscritto il: 02/10/2019, 17:44
Reputation:

sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda Fedejack » 02/10/2019, 20:03

Buonasera, premetto che la macchina è una Minolta x300, l'obiettivo Minolta MC 28mm f/3.5 e la pellicola in questo caso è una kodak ultramax 400 iso 24exp.

Sono alle prima armi con questa macchina di mio padre; ho provato a fare alcune foto sia al cielo stellato senza Luna sia all'orizzonte con qualche luce in lontananza (abito in campagna) e ho usato questi tempi in modalità B per vedere la differenza:

- Fuoco infinito
- Apertura f/3.5
- Tempo esposizione B per stelle di 20secondi e 30secondi (usando la regola del 500 o 600 di cui ho letto)
- Tempo di esposizione B per l'orizzonte da 8 a 12 secondi (calcolato in questo modo: ho spostato la sensibilità iso a 3200 e l'esposimetro mi consigliava 1 sec di esposizione; spostando poi la iso a 400 (tre stop) ho raddoppiato tre volte il tempo di esposizione quindi 8 secondi, aumentato a 12 sec in qualche caso)
- Cavaletto ben piantato

Non so se quello che ho fatto sia giusto in quanto non ho esperienza però sbagliando si impara.

Il problema: vado a far sviluppare il rullino per poi metterlo in digitale; quando lo ritiro mi dicono che di 24 foto una decina erano bianche???? e quindi non le hanno digitalizzate.
A casa guardo i negativi delle foto notturne e su alcuni (quelli delle stelle) trovo uno o due puntini neri, quelli delle foto dell'orizzonte presentano dei puntini in corrispondenza delle luci che ho fotografato. Quindi, avrei dovuto avvisarli di queste foto in modo da fare uno sviluppo differente? Oppure si tratta del problema di non reciprocità della pellicola e avrei dovuto esporla di più? O ancora ho cannato in pieno la pellicola e i tempi di esposizione.
PS: la macchina funzione, le altre foto sono venute molto bene e l'esposimetro in AUTO ha fatto il suo dovere.
Grazie in anticipo.



Advertisement
Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 364
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda emag » 02/10/2019, 20:29

il valore iso che comunichi all'esposimetro serve solo a far sapere all'esposimetro quale sia la sensibilità della pellicola, quindi se la pellicola rimane la stessa spostare gli iso dell'esposimetro non serve a niente se non ad avere letture inadeguate in relazione alla pellicola che monti. tu hai una 400 iso e da quei 400 iso non ti schiodi (poi qualcuno potrebbe obiettare, ma non complichiamo). detto questo il buio della notte è troppo buio per essere letto dall'esposimetro, se sono presenti luci puntiformi l'esposimetro potrebbe essere tratto in inganno da queste e le letture che miracolosamente ottieni saranno valide solo per quelle luci, non per la restante scena buia, in altre parole visto che a te non interessa esporre sui lampioni l'esposimetro è inutile, tanto vale non usarlo. devi andare veramente a tentativi, partendo con una certa accoppiata e fare un bracketing. vuol dire che scegli un diaframma intermedio, come f8, metti in B e tieni aperto per (ad esempio) 24 secondi, poi 48, 96, ..... e così via, raddoppiando. sarai in difetto di reciprocità, quindi il raddoppio del tempo va preso semplicemente come un modo per trovare velocemente, e a posteriori una volta che avrai sviluppato, quel tempo che ti darà una esposizione decente. negli shooting successivi avrai una base di partenza...

parere personale, se a te interessa cavarci un file, usa direttamente la digitale. molto più pratica da questo punto di vista. usare un negativo colore per ottenere file digitali di foto notturne non è altrettanto pratico :)



Avatar utente
-Sandro-
superstar
Messaggi: 5679
Iscritto il: 13/08/2010, 16:25
Reputation:
Località: Genova
Contatta:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda -Sandro- » 02/10/2019, 22:03

emag ha scritto:usare un negativo colore per ottenere file digitali di foto notturne non è altrettanto pratico :)


ma i neri in stampa saranno veramente neri e puliti, non una granella di nocciola.



Avatar utente
Fedejack
appassionato
Messaggi: 5
Iscritto il: 02/10/2019, 17:44
Reputation:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda Fedejack » 03/10/2019, 17:47

Grazie di tutto.

Ancora una cosa che ho dimenticato:
Sempre con lo stesso rullino avevo fatto un'esposizione di 4 minuti al paesaggio notturno fuori dalla mia finestra che comprendeva una strada con qualche lampione e una 20ina di auto che sono passate. Anche questa foto non è stata presa in considerazione dal negozio anche se nel negativo qualcosa si vede. Avrei dovuto dirgli della presenza di queste foto e forzarne la digitalizzazione?



Advertisement
Avatar utente
risa
esperto
Messaggi: 228
Iscritto il: 22/10/2018, 13:26
Reputation:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda risa » 03/10/2019, 19:14

Anche a me piace molto la fotografia notturna, premetto che uso T-Max 3200 (amo che ci sia un po' di grana) e uso un espisometro esterno, che ti consiglio. Emag infatti ha ragione: le fotocellule interne alle fotocamere, almeno quelle conosco e cioè Minolta e Nikon, di notte sono inservibili. Al momento uso un Lunasix 3, che però sotto i 4 EV di fatto non lavora e perciò non fa al caso tuo. Infatti io sto ragionando sul Profisix e sul Lunasix F. Solo che, prima dell'acquisto, voglio sperimentare se in quelle occasioni posso cavarmela ricorrendo al bracketing. Secondo me, quindi, un esposimetro esterno ti serve. I tempi di esposizione, che dichiari di aver usato, mi sembrerebbero però in linea con i negativi bianchi che hai ottenuto. Specialmente i quattro minuti su di una strada con dei lampioni e con un discreto passaggio di autovetture, che avranno pur avuto i fanali accesi, mi sembra davvero alto. Il problema non sembrerebbe, quindi, il tipo di sviluppo. Sandro, Emag, voi che ne dite? Io posso dire che, dopo i primi rullini, ho imparato che anche di notte la luce è parecchia.



Avatar utente
Fedejack
appassionato
Messaggi: 5
Iscritto il: 02/10/2019, 17:44
Reputation:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda Fedejack » 03/10/2019, 19:59

In realtà non vorrei sbagliare ma le parti scure del rullino non corrispondo a quelle chiare? Nel negativo esposto 4 minuti ho una striscia scura all'altezza della strada e una macchia più in alto in corrispondenza al cielo più chiaro dietro un monte, tutto il resto è del colore della pellicola che in teoria non si traduce con il nero?
Comunque a vederlo quel negativo io distinguo abbastanza i particolari del paesaggio non capisco come mai non l'abbiano sviluppato. Appena posso e se riesco vi mando una foto del negativo



Avatar utente
Fedejack
appassionato
Messaggi: 5
Iscritto il: 02/10/2019, 17:44
Reputation:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda Fedejack » 03/10/2019, 20:18

La foto del negativo da 4 minuti https://photos.app.goo.gl/7Y8PqRQczBFdd9fh6



Avatar utente
emag
guru
Messaggi: 364
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda emag » 03/10/2019, 20:20

non me ne intendo, ma credo che con il negativo colore la valutazione sia un po diversa rispetto al bianco nero..
per il resto secondo me si, di notte c'è più luce di quanto si possa pensare. quindi può essere che i tempi fossero eccessivi..



Avatar utente
ziofrancotto
esperto
Messaggi: 100
Iscritto il: 04/10/2016, 20:09
Reputation:
Località: San Donato Milanese

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda ziofrancotto » 03/10/2019, 20:29

Essendo appassionato di astrofotografia confermo: di notte c’è un sacco di luce dove non si pensa ci sia.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro



Avatar utente
Fedejack
appassionato
Messaggi: 5
Iscritto il: 02/10/2019, 17:44
Reputation:

Re: sviluppo pellicola 400 foto notturne

Messaggioda Fedejack » 04/10/2019, 20:47

Aggiornamento, oggi sono andato a prendere lo sviluppo di un Kodak 200 colorplus; anche qui avevo fatto due esposizioni da 20secondi all'orizzonte notturno. Il fotografo molto più gentile del precedente mi dice come mai due fotogrammi sono instampabili e io gli spiego che settaggi ho messo. Quanto ha sentito i 20secondi si è stupito che non siano venute sovraesposte invece di venire nere con qualche puntino chiaro. Lui mi ha detto che con una 200 2/3 secondi sono già tanti. Mi ha consigliato di verifica che effettivamente funzioni la posa B. Io lo scatto di apertura e chiusura l'ho sentito, è possibile che non rimanda bene aperto l'otturatore o altro? Vi è mai successo?





  • Advertisement

Torna a “Colore - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite