Stampa split: dubbi e chiarimenti

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Thrain
fotografo
Messaggi: 35
Iscritto il: 04/02/2018, 12:41
Reputation:

Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da Thrain »

Salve a tutti!
Ho intenzione di provare la stampa split come procedimento alternativo. Seppur grossomodo abbia capito il procedimento "base" (provino su filtro basso per alte luci, si trova il tempo, e provino a scalare sul primo provino col tempo trovato ma con il filtro alto per le ombre), non mi sono chiare le variabili in gioco.
Se non erro partendo con filtri 0 (o 00) e 5, nel variare il tempo muta il dettaglio nelle alte luci e nelle ombre a seconda del risultato desiderato.
Ma la discrasia tra filtri cosa fa variare? Quale filtro controlla cosa? O meglio: se a parità di tempo trovato anziché filtro 0 mettessi un filtro 1 e 1/2 cosa varierebbe. Di contro, se anzichè 5 impiegassi un 3 e 1/2? Se poi usassi contemporaneamente anziché 00 e 5 i filtri 1 e 1/2 e 3 e 1/2?
Secondo: mascheratura e bruciatura. Quando, come si utilizzano e in che frangente? Su cosa influiscono nei due passaggi e in che modo?
So che sono molte domande e non poco vaste, ma non sono riuscito a trovare video o scritti soddisfacenti che mi chiarissero!
Grazie in anticipo :x



Avatar utente
idomacogu
appassionato
Messaggi: 11
Iscritto il: 17/03/2014, 14:21
Reputation:

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da idomacogu »

Se non erro partendo con filtri 0 (o 00) e 5, nel variare il tempo muta il dettaglio nelle alte luci e nelle ombre a seconda del risultato desiderato.
Ma la discrasia tra filtri cosa fa variare? Quale filtro controlla cosa?
Esponi per le luci col filtro 0 e controlli il contrasto con il 5: l'idea è che dopo l'esposizione con il filtro 0, quando ri-esponi con il filtro 5 quest'ultimo non darà contributi alle luci ma solo alle zone meno dense del negativo, "chiudendo" le ombre morbide che avresti con la sola esposizione col filtro 0 e regolando quindi il contrasto, ma lasciando sostanzialmente invariati i toni più chiari.
se a parità di tempo trovato anziché filtro 0 mettessi un filtro 1 e 1/2 cosa varierebbe.


Le alte luci rimarrebbero (quasi ... ad essere precisi dovresti rifare il provino) invariate, le ombre sarebbero più scure (stai aumentando il contrasto).
Di contro, se anzichè 5 impiegassi un 3 e 1/2?


Se dopo l'esposizione con filtro 0 fai la seconda esposizione con un 3 1/2 l'effetto sarebbe sempre quello di aumentare il contrasto, ma via via che usi filtri di grado più basso rischi che questi diano contributi anche ai toni più chiari della stampa, modificando quelli che avevi scelto come buoni dopo il provino sul grado 0.
Secondo: mascheratura e bruciatura. Quando, come si utilizzano e in che frangente?


Si utilizzano ... come al solito: se vuoi variare esposizione/contrasto localmente, devi ri-provinare split (provino 0 e provino 0+5) la zona che vuoi modificare, i principi di base sono sempre gli stessi.

effegi61
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da effegi61 »

Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11716
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da Silverprint »

I entrambi gli articoli di Nadir ci sono errori sostanziali. Il primo e più grave è quello di sostenere che con la stampa split e quella con la filtratura (giusta) singola si possono ottenere risultati diversi.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

effegi61
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da effegi61 »

Quindi l'errore piu' grosso sta nel diagramma del secondo articolo...eppure il ragionamento del Sig. Sansone (buonanima) non fa una grinza. Se e' sbagliato signica che la seconda esposizione non solo traccia la seconda retta ma va anche a raddrizzare la prima.....( mi confortava il fatto che nel primo articolo ti si ringrazia)
Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11716
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da Silverprint »

Eh... gli ho mandato qualche osservazione. Ma purtroppo non basta, andrebbero proprio ri-scritti da capo a piedi.

Credo che ai più sfugga il funzionamento reale delle carte MG, leggendo gli articoli si può forse dire che l'errore parta dal considerare valida la vulgata secondo la quale ci sono due strati, uno ad alto contrasto ed uno a basso contrasto. In realtà gli strati sono 3, tutti di contrasto basso, ma diversamente sensibilizzati al blu e al verde. In luce verde (filtro giallo) gli strati hanno sensibilità diverse e lavorano uno dopo l'altro (un po' come in un hdr digitale) diminuendo il contrasto. In luce blu (filtro magenta) lavorano tutti insieme e sommandosi producono densità elevate con meno esposizione (aumenta il contrasto).

Sul blog c'è l'ottimo articolo di Chromemax che lo spiega, efficacemente ed in dettaglio.

Qui: http://blog.analogica.it/analogica-it/2 ... variabile/
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

effegi61
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da effegi61 »

Potrebbe essere allora che l'articolo sia vecchiotto e si riferisca a qualche anno fa? Perche' la storia dei tre strati e' vera da dieci anni? Circa? Prima erano due vero?
Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11716
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da Silverprint »

Che gli strati siano due o tre il funzionamento è sempre stato lo stesso. :)
Credo, ma non ne sono sicuro, che solo la prima Ilford MG avesse solo due strati, in pratica sono almeno 30 anni che ne hanno 3.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

effegi61
esperto
Messaggi: 270
Iscritto il: 12/05/2014, 8:48
Reputation:
Località: FVG

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da effegi61 »

Ok, cestineremo gli articoli....(scusate per gli inutili interventi).
Fabio
_________________________________________________________________
"Pagheremo il prezzo che sara' necessario"

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11716
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Stampa split: dubbi e chiarimenti

Messaggio da Silverprint »

Ma no. Va bene metterli, e anche mettere in guardia. :)
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Rispondi