Scelta della pellicola in funzione del contrasto e relativa esposizione

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
.ila.
guru
Messaggi: 721
Iscritto il: 13/02/2020, 15:33
Reputation:
Località: Emilia DOC

Re: Scelta della pellicola in funzione del contrasto e relativa esposizione

Messaggio da .ila. »

Andrea Ercolano ha scritto:
kiodo ha scritto:
12/05/2021, 17:21
.ila. ha scritto: Io ho sempre dato per scontato che devo cercare quello per cui l'esposimetro è tarato e se proprio non trovo nulla mi misuro la luce sulla mano. Ma non avevo mai pensato di misurare anche altro e correggere. Ho scoperto l'acqua calda. Voi come vi regolate con la correzione? Differenza tra le zone? :-?
Misuri quello che ti pare, correggi il valore fornito dal greymeter in modo da portare verso il bianco, o verso il nero (a seconda di cosa hai misurato, e di come te lo immagini in stampa), poi misuri un altro tono, dall'altra parte della scala di luminosità, e vedi se (con la coppia tempo/diaframma che hai scelto) "ci sta" nella tua pellicola. Se non ci sta, cominci a valutare soluzioni (es. : variazioni del tempo o della diluizione dello sviluppo, per cambiare la forma della curva d/logE)

Inviato dal mio BAH-L09 utilizzando Tapatalk
Mi chiedo:
Ma i grandi e i piccoli fotografi come hanno fatto fino ad ora senza esposimetri spot?
Come si faceva prima dell'informatizzazione? E come si faceva prima dell'automobile? E come si faceva prima dell'elettricità, degli antibiotici e della ruota?

Come ha fatto Dante senza il tasto backspace e i caratteri mobili?

Inviato dal mio ZX80 con Tapatalk



“quando ci penso vorrei tornare
dalla mia bella al casolare
Emilia mia Emilia in fiore
tu sei la stella tu sei l’amore”

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 1243
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Scelta della pellicola in funzione del contrasto e relativa esposizione

Messaggio da kiodo »


Andrea Ercolano ha scritto:
Mi chiedo:
Ma i grandi e i piccoli fotografi come hanno fatto fino ad ora senza esposimetri spot?
Quanto ho scritto vale ogniqualvolta si utilizza un esposimetro, spot o non spot. Si applica, per esempio, alla lettura media di una macchina a priorità di diaframmi: se il fotografo valuta che la luminosità media dell'intero campo inquadrato deve essere riprodotta più scura del grigio medio, applicherà una staratura intenzionale di meno uno, uno e mezzo, due stop. Correzione di segno opposto per un soggetto prevalentemente chiaro.
Il concetto vale per l'interpretazione di qualsiasi lettura esposimetrica. Lo spot serve quando si vuole una maggior precisione, e sopratutto una maggiore consapevolezza nel controllo del processo, quindi si addice a fotografi per cui la perfetta esecuzione tecnica ha una grande, preponderante importanza. Ma si possono eseguire fotografie memorabili anche senza esposimetro, certamente, specie se si ha la capacità di... vedere davvero.

Inviato dal mio SM-G973F utilizzando Tapatalk

Please, please!
Immagine
PaTerson, una sola T! :wall: :wall: :wall: =))

Avatar utente
Andrea Ercolano
appassionato
Messaggi: 18
Iscritto il: 04/02/2021, 19:41
Reputation:

Re: Scelta della pellicola in funzione del contrasto e relativa esposizione

Messaggio da Andrea Ercolano »

Grazie per le risposte

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi