Un aiuto per scegliere bene

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda vngncl61 II° » 10/01/2016, 18:00

ammazzafotoni ha scritto: Che poi la grana renda l'immagine meno definita, è vero, ma la grana esiste, non è un'invenzione del computer.


Me la spieghi meglio?


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda graic » 10/01/2016, 19:29

Come ben dice Nicola VA DE RETRO SATANA [-x :ymdevil:
Bandiamo queste parole oscene (cos'è ma mpx? qualche oscuro sortilegio del maligno?)
Conserviamo l'analogica verginità del forum


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda vngncl61 II° » 10/01/2016, 23:35

Mi sa che c'è stato un fraintendimento, io non sono per nulla contrario a che si parli di digitale, in "modica quantità" chiaro, siamo su un forum di fotografia argentica, e non lo considero un demonio da tener lontano, anzi, lo apprezzo ogni giorno di più.
Sarebbe bene che anche le vergini analogiche cominciassero, se non ad usarlo, almeno a riconoscerlo come mezzo, che ha lo stesso fine della pellicola, la fotografia, tutto il resto è chiacchiericcio, non di giovani vergini, ma di vecchie zitelle isteriche.


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
ammazzafotoni
superstar
Messaggi: 2246
Iscritto il: 03/08/2015, 20:08
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda ammazzafotoni » 11/01/2016, 0:22

vngncl61 II° ha scritto:
ammazzafotoni ha scritto: Che poi la grana renda l'immagine meno definita, è vero, ma la grana esiste, non è un'invenzione del computer.


Me la spieghi meglio?

Beh, intendevo dire che, rispetto al digitale, che mal stampato grande diventa burroso, l'analogico sgrana, e ciò può dare l'impressione di un'immagine non nitida.
In realtà però rimane più ricca di informazioni di quella digitale mal trattata, no?



Advertisement
Avatar utente
NikMik
superstar
Messaggi: 1911
Iscritto il: 08/11/2012, 21:10
Reputation:
Località: Firenze

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda NikMik » 11/01/2016, 0:23

Se è solo da due mesi che scatti su pellicola, mi pare un po' precipitoso spendere 500 euro per una medio formato, magari a pozzetto, senza essere sicuro di trovartici bene... non so, uno che viene dal digitale e comincia da zero con la pellicola andando in giro con una Hasselblad o una Rolleiflex e con un esposimetro esterno mi pare un salto forse eccessivo...
il mio modestissimo consiglio è di procedere con un passo intermedio: per fare un minimo di pratica con rullini e sviluppi prenderei una semplice macchina reflex formato 24x36 economica ma molto buona (per dirne una a caso, una Nikon F801s, o una Nikon F90X, sono eccellenti macchine che costavano un occhio della testa, oggi le trovi a 50-60 euro e hanno TUTTO, esposimetro spot, in manuale o in automatico, fuoco manuale o autofocus, otturatore a 1/8000, fatte per durare... ci metti la tua focale preferita, un 35mm 2,8 AI, e cominci a far pratica).
Se poi dopo sei mesi con la pellicola ti trovi bene, e hai cominciato a imparare a ESPORRE (per quello ti consigliavo una macchina con spot) e a sviluppare, tanto da farti venir voglia di prenderti un ingranditore (anche perché se non stampi, non impari davvero a esporre-sviluppare, è con la stampa che verifichi i negativi che ottieni), allora potrai investire più a cuor leggero anche in una medio formato che ti piaccia, o continuare con il 24x36 se ti è piaciuto e magari valutare se prenderti per la fotografia di strada una telemetro, o quel che più ti aggrada.
Oh, si fa per chiacchierare, ognuno fa quel che vuole, almeno negli hobby, ci mancherebbe altro !



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda graic » 11/01/2016, 10:52

vngncl61 II° ha scritto:Mi sa che c'è stato un fraintendimento, io non sono per nulla contrario a che si parli di digitale, in "modica quantità" chiaro, siamo su un forum di fotografia argentica, e non lo considero un demonio da tener lontano, anzi, lo apprezzo ogni giorno di più.

Non ti preoccupare, scherzavo, del resto ho anch'io la mia Canon 5D, che uso (per tenere ferma la porta dello studio :D ) anche se è 'obsoleta' (solo Mark II)


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2831
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda Elmar Lang » 11/01/2016, 11:12

Salve,

credo che anche in questo caso, ci troviamo di fronte alla solita discussione nella quale, ad una domanda classica "quale macchina prendo?" -in questo caso una MF- ognuno da (è comprensibile) il proprio parere su quale sia la macchina per lui migliore.

Vedo che il nostro collega è nuovo con la pellicola e vorrebbe qualcosa di maneggevole, entro un certo budget.

Che tipo di fotografia fa? Risposta che mi aspettavo: "soprattutto Street"; nulla di male in ciò, ci mancherebbe!

E qui, mi viene un po' da sorridere: eseguire riprese "Street", se si vuole, si può farlo anche con una Speed Graphic 4"x5" (Weegee docet), ma esistono opzioni meno scomode ed ingombranti.

La Hasselblad, credo sia la meno indicata, proprio per la sua struttura ed operatività, per me più adatta a foto "pensate" (si potrebbe eccettuare la Hasselblad SWC, usandola come "punta-e-scatta", ma saremmo parecchio fuori-budget).

Penso che le folding rimangano la soluzione più adatta, e ve ne sono per tutte le tasche, dalle vecchie Agfa 6x6 o 6x9 (dotate di ottica tutt'altro che disprezzabile) alle Zeiss Ikon Super Ikonta (forse la scelta più vantaggiosa come rapporto qualità-prezzo), passando anche per le sputazzatissime, ma ottime Moskva 6x9 (la migliore, qualitativamente, la Moskva-2) e tante altre, come la blasonatissima Voigtländer Bessa-II con ottica Color-Heliar (obbiettivo strabiliante per qualità, ma la meccanica di estensione del soffietto, col tempo e l'uso, può soffrire di allentamenti).

Vuoi magari una macchina reflex 6x6, a mirini intercambiabili (compreso un ottimo mirino-loupe per messa a fuoco di precisione, sia che si abbia una vista d'aquila o da talpa o, per il pentaprisma, la possibilità di inserirvi lentini di correzione visiva facilmente eseguibili da qualsiasi ottico) e dotata di un ricco parco ottiche di tutto rispetto?
Io direi la Pentacon Six-TL, prodotta nella DDR fino alle soglie degli anni '90.

Ha la forma e l'impugnabilità di una normale reflex 35mm., si compra a cifre ridicole e, mettendo in conto una completa revisione eseguita da un noto e bravissimo tecnico tedesco specializzato in questo apparecchio, nel budget previsto si può avere la macchina con pozzetto, loupe, pentaprisma, l'80mm. di serie, un grandangolo e magari pure un tele.
L'intervento di manutenzione ovvierà a tutti gli inconvenienti dovuti al tempo -soprattutto sui lubrificanti- e ad eventuali incertezze nel montaggio e nell'originale controllo qualitativo.

Circa la grana e la nitidezza di una stampa, il discorso potrà andare all'infinito. Specie in questi ultimi tempi, se vado ad una mostra fotografica, vedo molti appassionati guardare magari delle stampe enormi, a pochi centimetri di distanza e discettare di nitidezza, definizione, microcontrasto ecc., come se la qualità e bellezza di un'immagine si misurasse solo con questi fattori, e giù a straparlare di sensore, e quanti megapixels, interpolazione, RAW... ecc. ecc.

Forse tanti dimenticano che un'immagine va' osservata ad una distanza che sia almeno il doppio della diagonale dell'immagine stessa. Tutto qua. Quantomeno per poterne cogliere il respiro e... cosa essa rappresenti.

Quand'ero ragazzo, tra la fine degli anni '60 e metà dei '70, andavano tanto le immagini con grana evidente e magari pure molto contrastate (basta cercare vecchie annate di riviste di fotografia per verificare). A me tutta quella tetraggine non andava molto, ma era comunque segno di un concetto estetico e vi furono capolavori.

Ora, sembra che se al bordo della stampa di un'immagine ripresa con un grandangolo spinto a tutta apertura vi sia un minimo di caduta di nitidezza, avvenga un dramma, che richieda quindi ore di sessioni in "lightroom" (orrido termine!) per essere ovviato.

Alla fine dei conti, piuttosto che tante, inutili elucubrazioni, credo che la cosa migliore sia fare foto in pratica: provare, sperimentare, studiare.

Magari, armati di una "macchinetta"; comoda, leggera.

E.L.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

vngncl61 II°
superstar
Messaggi: 2044
Iscritto il: 26/12/2015, 14:32
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda vngncl61 II° » 11/01/2016, 12:32

ammazzafotoni ha scritto: rispetto al digitale, che mal stampato...


Anche l'analogico, mal stampato, fa schifo, quanto e più del digitale ;)
graic ha scritto:Non ti preoccupare, scherzavo, ...


In realtà devo ringraziarti, avevo un sassolino nella scarpa, il tuo post me lo ha tolto :D


Nicola


Meglio farlo, e poi pentirsi, che rimpiangere di non averlo fatto.

Avatar utente
Atman76
esperto
Messaggi: 127
Iscritto il: 07/01/2016, 12:09
Reputation:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda Atman76 » 12/01/2016, 0:43

Beh...che dire...innanzitutto vi ringrazio tantissimo. Mai in un forum avevo trovato tanta cortesia e tanta abbondanza di informazioni e consigli spassionati.
In questi giorni ho riflettutto molto sulla strada giusta per me da percorrere in questa scelta e devo dire che non è per niente facile.
Da una parte sono perfettamente d'accordo con chi di voi mi consiglia di non spendere tutti questi soldi facendo un salto nel buoi con l'analogico medio formato, forse effettivamente potrei provare a fare il passo nell'analogico partendo da una 35mm....Dall'altra parte invece mi tenta parecchio questo formato che mi fa pensare a qualcosa di incredibile quando vedo delle stampe così belle e nitide. Per di più si aggiunge il fattore del pozzetto che spero tanto risolva un mio problema visivo(non sono ancora riuscito a provare il pozzetto della hasselblad del mio amico).
Provengo da una reflex digitale, per la precisione una nikon D700 che ritengo una macchina di tutto rispetto.
Purtroppo soffro di astigmatismo sommato ad una certa difficoltà nel percepire i dettagli di una scena, specie in condizioni di luce non proprio favorevole. Questo per me è molto frustrante quando devo guardare attraverso il mirino della mia reflex, sebbene sia di buona qualità, molto spesso fatico molto a leggere la scena e con il genere che piace fare a me non posso chiedere alle persone di rimettersi nella posizione di prima.
Correggetemi se dico una cavolata ma io non credo che i mirini della reflex 35mm analogiche siano meglio di quello di una fullframe digitale o se lo sono credo che la differenza non sia tale da far gridare al miracolo. Per quanto riguarda le stampe che producono invece nulla da dire, ho visto bellissimi lavori e per iniziare forse davvero potrei fermarmi per un pò qui.
La mia aspettativa è invece quella di vedere davvero la scena attraverso un pozzetto o un mirino di una medio formato che immagino(correggetemi sempre se dico una fesseria)sia molto più grande rispetto a quello di una 35mm.
Ho sentito per esempio parlare molto ma molto bene del mirino della pentax 645 n ma non ho mai avuto il piacere di posarvi l'occhio.
Per ora vi ringrazio, ci mediterò ancora un poco e se qualcuno vorrà aggiungere altri consigli o commenti saranno molto graditi.
Buona notte.
Paolo



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11611
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Un aiuto per scegliere bene

Messaggioda Silverprint » 12/01/2016, 0:50

I mirini possono avere un pentamirror invece che un pentaprisma. Spesso sulle macchine AF, se non top di gamma oquasi, c'è proprio un pentamirror (e poi lo specchio di plastica e un vetrino MF luminoso, ma pietoso...). Un buon mirino non è considerato davvero necessario visto che si lavora in AF. :(

Il pentaprisma è un oggetto molto più pesante e costoso (pezzo di vetro pieno sfaccetato) di un pentamirror (scatolina di plastica riflettente) e produce una qualità visiva decisamente migliore. Se poi un buon pentaprisma è montato su una MF insieme a un buono schermo la differenza è notevolissima. Comunque tutte le buone 35 analogiche pre-AF hanno pentaprismi e schermi almeno decenti.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti