Una pinhole seria?

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda andreab » 20/03/2016, 22:24

|DDS| ha scritto:...
A frenarmi è la sola focale molto corta: ho paura di forti distorsioni ...


Chiedo scusa in anticipo per la pignoleria (e perche' la cosa e' arcinota) ma la distorsione e' un difetto che le "ottiche" pinhole non hanno per definizione.

Un saluto



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11307
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda Silverprint » 20/03/2016, 22:29

Hanno come tutte le ottiche una, impropriamente detta, distorsione prospettica.
In realtà non è distorsione, ma solo un effetto ottico che dipende dall'errata relazione di scala tra rapporto d'ingrandimento e distanza di visione.
Vero anche però che se la focale è cortissima avrà caduta di luce che non vuole e che per evitare l'effetto ottico "sgrandangolato" dovrà fare stampe enormi.

Offro una birra a chi la capisce, spiegandola meglio!

Grande Heinrich!
Sono proprio curioso di vedere che combini.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
|DDS|
guru
Messaggi: 745
Iscritto il: 05/01/2013, 10:19
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda |DDS| » 21/03/2016, 7:31

Ciao Andrew,
ti ringrazio, sarai fra i primi a conoscere il bozzetto del progetto (già pronto, ma ancora da levigare), ancor prima degli scatti: mi interessa tantissi(missimissimissi...)mo! il tuo parere, non solo tecnico.

@
Avatar utente
andreab

Le fotografie prodotte dalla macchina in oggetto (Reality So Subtle 4x5 35mm) sembrerebbero caratterizzate da una forte deformazione dell'immagine ai bordi, che nella mia ignoranza definisco distorsione: vale a dire, di fatto, una spiccata alterazione delle linee, un'aberrazione.

Per completezza, magari a qualcuno potrà interessare, mi ha risposto (nel giro di poche ore, di domenica, che professionalità :) ) James Guerin - produttore delle stesse Reality So Subtle - il quale ha intenzione di produrre nel giro di qualche mese delle prolunghe per le sue macchine, in maniera tale da renderle modulari con la possibilità di utilizzare più focali: 35, 60, 90, 150mm.

Per altro mi ha contattato in privato, di sua sponte e lo ringrazio pubblicamente, anche il produttore di Stenopeika: persona molto garbata e gentile la quale mi ha spiegato con dovizia di dettagli i particolari costruttivi della sua macchina; disponibile addirittura, qualora volessi approfittare della sua offerta, a spedirmene una da provare con calma.

Ringrazio Analogica, che come sempre quando si ha un dubbio, si dimostra la migliore piattaforma in assoluto di fotografia in termini di autorevolezza, competenza e visibilità.

Ciao a tutti. :)


Enrico

Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda andreab » 21/03/2016, 8:07

|DDS| ha scritto:Le fotografie prodotte dalla macchina in oggetto (Reality So Subtle 4x5 35mm) sembrerebbero caratterizzate da una forte deformazione dell'immagine ai bordi, che nella mia ignoranza definisco distorsione: vale a dire, di fatto, una spiccata alterazione delle linee, un'aberrazione.


Forse per compensare quella caduta di luce dovuta alla legge di Lambert (cui faceva riferimento Silverprint) hanno montato la pellicola su una superficie curva che ha prodotto la distorsione.
Rimane il fatto che il pinhole in se' non produce distorsione perche' la luce va dritta (in un mezzo omogeneo e a parte lo sparpagliamento dovuto alla diffrazione...).
Naturalmente con la pellicola curva si puo' compensare la caduta di luce della legge di Lambert nella direzione del lato lungo del fotogramma; rimane quella nella direzione del lato corto.



Advertisement
Avatar utente
|DDS|
guru
Messaggi: 745
Iscritto il: 05/01/2013, 10:19
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda |DDS| » 21/03/2016, 8:59

:-?? La 4x5" si carica con i normali chassis: non ha il piano pellicola curvo.

Dagli esempi magari si capisce meglio (https://aupremierplan.fr/custom-cameras ... ubtle-4x5/), non sono sicurissimo che c'entri Lambert , credo che sia una questione, come diceva appunto Silverprint, di:
impropriamente detta, distorsione prospettica.In realtà non è distorsione, ma solo un effetto ottico che dipende dall'errata relazione di scala tra rapporto d'ingrandimento e distanza di visione.


Ciao


Enrico

Avatar utente
Pacher
superstar
Messaggi: 2983
Iscritto il: 22/01/2013, 22:12
Reputation:
Località: purosangue Trentino

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda Pacher » 21/03/2016, 9:19

Sei propio DDT...mi sa che sai già quale vuoi....
Fai bene a fare un progetto spiritualmente etico, sono di moda :ymdevil:
Che stampe vuoi fare? con che materiali?
Io ultimamente non ho neanche tempo (e a volte voglia) di usare la sola macchinetta che ho, figurati se mi metto a pinolare..il poco tempo che ho lo uso per recuperare...sono in apnea..
Pero' stampo un po', che alla fine è il piu importante.
Ciao DDT
@};-



Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda andreab » 21/03/2016, 9:26

|DDS| ha scritto::-?? La 4x5" si carica con i normali chassis: non ha il piano pellicola curvo.

Dagli esempi magari si capisce meglio (https://aupremierplan.fr/custom-cameras ... ubtle-4x5/), non sono sicurissimo che c'entri Lambert , credo che sia una questione, come diceva appunto Silverprint, di:
impropriamente detta, distorsione prospettica.In realtà non è distorsione, ma solo un effetto ottico che dipende dall'errata relazione di scala tra rapporto d'ingrandimento e distanza di visione.



E' vero: sono normali chassis e pellicola piana. Dalle foto (belle foto!) direi proprio che non c'e' distorsione (rette parallele in rette parallele); la caduta di luce dovuta alla legge di Lambert si vede (sembra una vignettatura) e mi sa che si capisce anche che e' asimmetrica a causa del decentramento del pinhole.

Ciao



Avatar utente
|DDS|
guru
Messaggi: 745
Iscritto il: 05/01/2013, 10:19
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda |DDS| » 21/03/2016, 9:48

@
Avatar utente
Pacher

Eheheh! Sto sul pezzo: so' n'artista moderno io, a zzio!

Sì è vero, un pò so già cosa voglio; ma non quale, giuro...
Tant'è che non avevo preso in così grande considerazione il tuo connazionale.
E probabilmente, dopo questa discussione - con buona pace del budget iniziale - affiancherò una panoramica, non ho fretta: devo pensarci su, col 138 potrei lavorare anche il 6x17. :-?

Beato te!
Mi sono trasferito definitivamente, da ottobre, a casa della mia ragazza.
Cambiato tutto, cambiate abitudini: prima scendevo almeno una volta al giorno in CO.
Ora ho tutto allestito nell'altra casa e negli ultimi mesi sono entrato molto meno.
Forse è proprio la lontananza "forzata" dalla camera oscura che mi sta facendo rincoglionire.
Sono diventato Hare Krishna, mi nutro di soli fagioli sai....
Scherzo!
No, in verità è un'idea che ho in mente da tempo (insieme ad altre quattrocentocentomilaseicento), ma siccome sono timidissimo e soffro di gravi complessi di inferiorità sarebbe rimasta nascosta ancora per molto se...

Ciao bestia!

@
Avatar utente
andreab

Belle eh! La prima della serie è di Vic.htor nostro, ed è la migliore, va detto.


Enrico

Avatar utente
|DDS|
guru
Messaggi: 745
Iscritto il: 05/01/2013, 10:19
Reputation:

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda |DDS| » 28/03/2016, 8:30

Un ultima cosa, poi vi lascio in pace, promesso.
Archiviata la questione macchina mi resta solo una perplessità sulle pellicole, e si comincia.

Sono metodico e uso esclusivamente Tmax 400 (Tmy-2), alla quale sono legato per qualità, versatilità e affidabilità.
Mi piacerebbe usarla anche per questo esperimento, perché avrei una variabile in meno da gestire; il problema è che negli ultimi tempi il prezzo è aumentato a dismisura (siamo ben oltre i 100 euro per 50 fogli 4x5"), e un conto è finanziare qualche fotina al mese in grande formato, un altro affrontare un lavoro molto ampio.

Non ho una conoscenza approfondita di altri marchi, avete esperienza con eventuali valide alternative più economiche ?
Rollei, Foma, Wephota...?

Lavorerò in pinhole nel bosco, nel fitto delle forre, con contrasti esasperati e tempi di scatto molto lunghi; talvolta più in superficie per riprese panoramiche.
Avrei bisogno di un'emulsione stesa decentemente, che garantisca una certa ripetibilità dei risultati, con discrete capacità di risolvenza, una buona reazione alle lunghe esposizioni, difetto di reciprocità contenuto e gestibile, un supporto che non si rovini solo a guardarlo.
=; ..... =)) ..... 8-|

Mi piacerebbe molto usare la Acros, ma costa più delle tmax.
Tempo fa provai le Foma 100 4x5", e la qualità dell'immagine mi sembrò davvero molto buona; ma dovetti abbandonarle per il famigerato supporto scadente.
Chissà che con le nuove produzioni non siano migliorate. Immagine

Al solito mille grazie. Buona pasquetta!
Enrico


Enrico

Avatar utente
emigrante
guru
Messaggi: 1237
Iscritto il: 26/11/2012, 21:39
Reputation:
Località: Abruzzo

Re: Una pinhole seria?

Messaggioda emigrante » 28/03/2016, 8:50

Anche lentamente fa le 4x5 ma non le ho mai provate.

Ciao
Marco





  • Advertisement

Torna a “Tecniche alternative”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti