Vai ANSCO, doma le bestiacce!

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9121
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Vai ANSCO, doma le bestiacce!

Messaggioda chromemax » 25/01/2013, 1:18

in ansco 130 l'immagine emerge in 90 sec. circa, che è quanto il foglietto dice di tenere a mollo.

Io lo uso 1+1 a 24°C per non meno di 3', anche 4. Il tempo di emersione dipende molto dalle carte e se ci aggiungo del benzotriazolo.
Non ho mai trovato differenze eclatanti tra diversi sviluppi, almeno quelli "standard" che ho usato di più, Dektol, Bromophen e A130. La glicina ha un po' di aurea mistica secondo me ma l'A130 ha di buono che dura tantissimo, sviluppa ancora come da nuovo anche quando ha un colore più scuro del the e non riesci a vedere l'immagine che si forma; di brutto che costa un patrimonio e la glicina in polvere dura un niente se non la si conserva bene, oltre ad essere piuttosto difficile da procurare. Comunque è un ottimo sviluppo che piace molto anche a me. Facci sapere come ti sei trovato con la versione di Adams, non l'ho mai provata.



Advertisement
Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4640
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Vai ANSCO, doma le bestiacce!

Messaggioda impressionando » 25/01/2013, 22:01

chromemax ha scritto:forse se usato stile lith[....]

Ecco.... non mi veniva il termine.... LITH....
Mi accorsi che funzionava egregiamente con le carte abbronzatissime e lo sviluppo controllato. I toni uscivano decisamente caldi e il contrasto veniva pilotato dal rapporto abbronzatura/sviluppo.



Avatar utente
sarrasani
esperto
Messaggi: 110
Iscritto il: 18/06/2011, 12:39
Reputation:

Re: Vai ANSCO, doma le bestiacce!

Messaggioda sarrasani » 27/01/2013, 13:43

>Io lo uso 1+1 a 24°C per non meno di 3', anche 4.

Già. In effetti, già solo a buon senso rispetto a quello che si vede, anch'io arrivo ai 2 e mezxzo-tre minuti

>Non ho mai trovato differenze eclatanti tra diversi sviluppi, almeno quelli "standard" che ho usato di più, Dektol, Bromophen e A130.

Hai ragione. Immagino che ti riferisca a sviluppi della stessa famiglia. Ho fatto dei test stampando con Moersch sepia e Ilford Warm tone (il primo con glicina, il secondo no,
o almeno non dichiarata....) e i risultati furono non uguali ma moolto simili. Cosa diversa, ma saprai meglio di me, se ci allarghiamo a sviluppi di tipologie diverse.
Soprattutto su certe carte, se sviluppo in Dokumol/Eukobrom oppure con un Ilford WT la stampa viene nel primo caso molto contrastata e blu, nel secondo meno contrastata e marrone.


> La glicina ha un po' di aurea mistica secondo me

Può essere benissimo. Però.....ad esempio, texture di prato con fili d'erba chiari in mezzo ad altri più scuri, o rametti chiari in lontananza, mi sembra ci sia quasi un
effetto graffio. Ti viene da dire "ma che è, te l'ha graffiata un gatto" e invece è l'erba.....
Ma ripeto, siamo sul filo delle possibili suggestioni (evvia, divertiamoci anche con queste, no?) e magari hai ragione tu con il fatto dell'aura.....ma mi tengo i graffi
e la glicina. Se è farnmaco bene, se placebo bene lo stesso.
Ciao!
S.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Luis e 2 ospiti