Pagina 1 di 2

Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 14:10
da Tomash
Domanda:
Mettendo un plexiglas sotto il condensatore, ottengo una luce diffusa o semplicemente è terribile accrocchio con una luce ne diffusa ne condensata ?
Qualcuno ci ha mai provato ?

Lo farei su un vecchio IFF Duogon per risolvere il problema di pelucchi e polvere che mi riproduce fedelmente ed inesorabilmente sulle stampe e che invece, stesso negativo, stessa CO, stesso tutto (vetro superiore e mascherina inferiore compresi), stampando con il Durst 707AC magicamente spariscono.

Però il Duogon è troppo bello per non usarlo... :x O:-)

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 14:57
da kiodo
Fai prima a provare che a aspettare risposte. Io direi che funzionerà, feci qualcosa del genere sul mio magnifax, prima di comprare la testa varicontrast...

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 17:30
da graic
Secondo me con il plexiglas l'unica cosa che si ottiene è un grande spiffero di luce laterale.
Sempre se stiamo parlando di plexi trasparente, tu magari dicevi bianco latte......

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 17:58
da YuZa DFAAS
Secondo me non viene omogenea lo a luce.

Inviato dal mio ASUS_Z017D utilizzando Tapatalk

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 18:14
da emigrante
Il bianco latte abbassa troppo la luminosità, serve quello opalino che di suo è trasparente ma con le due superfici rugose. Ne esistono di diverse rugosità.

Secondo me se lo piazzi appena sopra al negativo, con un minimo di luce in mezzo, dovrebbe funzionare seppur allungando un po' i tempi di esposizione.

Oppure potresti togliere i condensatori ed al posto mettere un pannello led con sotto il plexi diffisore, evitando anche il surriscaldamento.

Ciao
Marco

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 20:58
da luciano.xxk
Parlo per esperienza.
Non plexi ma vetro lattato bianco nel cassetto portafiltri di un m800.
Per funzionare, funziona.

I bianchi diventano molto più modulati, la grana meno aggressiva, uniformità di illuminazione ok.

Unico problema: il mio set perdeva 4 stop abbondanti: per non avere tempi epici, specialmente con il 24x36, era necessario usare diagrammi molto aperti.

Di solito passavo da f. 8/11 a f.4, quadruplicando il tempo.

Ciao Luciano

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 21:03
da luciano.xxk
luciano.xxk ha scritto: nel cassetto portafiltri di un m800



Scusa, il che vuol dire ovviamente che il diffusore va sopra il.condensatore, non sotto.

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 21:44
da Tomash
Effettivamente anche sul Duogon il cassetto portafiltri è sopra il condensatore, ma se il sistema funziona, tanto meglio.
Per l'assorbimento ,penso che oggi si possa risolvere, pensavo di usare una lampadina a led da 2.500 lumen che scalda una frazione di una 100w ad incandescenza e la calotta del Duogon è piuttosto grande.

Ma si chiama vetro lattato o laccato bianco ?
E dove lo trovo ?

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 22:05
da ciccaldo
Secondo me trovi più facilmente un vetro sintetico, e ,anche se non ho elementi oggettivi per affermarlo, ho l'impressione che per la diffusione sia più efficente del vetro opalino.
Se hai un rivenditore di materiali plastici in zona, un ritaglio te lo regala pure....

http://www.dmmshop.eu/materiali/lastre/ ... ino-lucido

Re: Da luce condensata a luce diffusa con plexiglas

Inviato: 20/02/2017, 22:29
da luciano.xxk
Mah, come dicevo io parlavo giusto della mia esperienza.

Il vetro smerigliato ad esempio non funziona, inoltre in qualche caso col focometro ne vedevo la granulositá.

Il mio vetraio lo chiamava lattato, ma insomma si riconosce bene perchè, visto di costa, c'é uno spessore, sottile ma visibile, che sembra smalto.

É lo stesso che si comprava per fare i tavoli luminosi, e la consistenza del trattamento è simile a quella delle lampade da ingranditore.


Ciao Luciano