Pagina 1 di 29

LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 21/02/2017, 22:44
da Emanuele
So che non è corretto fare pubblicità a prodotti commerciali, ma non è questa la mia intenzione. ;)
Sono stato attirato da questa recentissima e, apparentemente, rivoluzionaria tank di sviluppo, che nasce per iniziativa di Ars imago:


E' stata presentata all'ultima edizione di Photokina e, dal video di presentazione, sembrerebbe trattarsi di qualcosa di molto pratico, soprattutto per quanto riguarda l'avvolgimento della pellicola nella spirale, punto dolente per il fotografo alle prime armi, che può essere effettuato in piena luce. Ho un'unica perplessità sull'effettiva tenuta di luce per le pellicole 120 ma, evidentemente, il sistema deve funzionare.
Nell'articolo si parla anche dello sviluppo monobagno e di quello con Caffenol, di cui non ho alcuna eperienza.
Qualcuno di voi ha esperienza in merito alla nuova tank ed ai reagenti?

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 21/02/2017, 22:56
da Frank
Hanno praticamente sbancato =)) =)) , hanno gia' raggiunto il traguardo dei 70.000 eur praticamente al momento sono al 177% e mancano ancora 34 giorni, cose da pazzi ~x( . Misa che tanta gente ha difficolta' a caricare la tank #:-s,ma ha comunque voglia di sviluppare le foto da se, e loro lo hanno capito,e pensare che una tank cosi' e' esistita gia' in passato.

Bravi ARS-Imago :-bd

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 21/02/2017, 23:07
da Emanuele
Una bella notizia, soprattutto per quei miei amici digitalisti (purtroppo ancora pochi) che manifestano il desiderio di provare l'ebrezza dello sviluppo. Non so se la proverò mai, ormai sono in perfetta confidenza con le tank tradizionali. Ma il fatto di non dover attendere la sera e chiudermi ermeticamente nel ripostiglio per caricare la pellicola è qualcosa che m'intriga.

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 8:19
da popecide
Secondo me può essere un bel regalo da fare ad un giovanotto che ha voglia di cominciare... Sai che figura con gli amici

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 14:03
da graic
Ecco un esempio di iniziativa di crowdfunding sensata, non come un'altra di cui abbiamo discusso in queste stesse pagine. Obiettivo semplice e REALIZZABILE per qualcosa di innovativo (beh, ad occhio sembra una riedizione della tanto amata Rondinax ma è innovativa perchè sul mercato non c'è altro.)
Tanti auguri a loro per questa simpatica iniziativa.

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 14:05
da Montag
Stanno sbancando, ottimo segno di vitalità del mercato.

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 14:49
da Tomash
Hanno reinventato l'Agfa Rondinax, tank che io uso spesso, il funzionamento è praticamente identico.

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 15:11
da Elmar Lang
Una riedizione della Rondinax, a mio parere è un'ottima idea.

Peccato che il filmato di presentazione abbia dei momenti un po' malpresentati, quando si vede un giovane che scatta foto ai Fori Imperiali di Roma, sviluppando poi il film in loco, per strada (e la temperatura degli sviluppi? il fissaggio? Il lavaggio?) e poi, un'altra scena, in interni, con una coppia che, dopo aver fatto foto in esterni, sviluppa in salotto: nulla di male; solo, si vede lui che versa il contenuto della sviluppatrice (il fissaggio?) in un cilindro graduato e subito aprono il coperchio per ammirare il negativo, ancora bagnato (ed il lavaggio?).
Insomma, un peccato, perché verrebbe da pensare che i pubblicitari che hanno realizzato il cortometraggio, ne sappiano poco o punto di sviluppo del negativo, indirizzando ai potenziali utenti un messaggio sbagliato.

La vaschetta (apprezzo molto il progresso, rispetto alla Rondinax di non necessitare di due distinte sviluppatrici, per il 35mm. ed il 120) ha un bel coperchio arancione, che nel filmato non sembra molto spesso. Spero che nella produzione controllino bene che quel materiale plastico sia assolutamente impermeabile alla luce. La Rondinax era realizzata dapprima in bachelite: fragile, purtroppo e poi in una plastica tipo ABS, anche più leggera, ma comunque, nerissima.

Questo tipo di sviluppatrici sono comodissime, qualora si desiderasse sviluppare in viaggio i propri negativi in b/n: di comodo, la Rondinax-35 aveva il termometro incorporato.

Infine, eviterei di usare anche questa discussione per le palate di fango lanciate a più riprese ad un altra azienda che si sta impegnando nel settore della fotografia all'argento.

In ogni progetto, come vediamo, c'è del buono e del meno buono e le critiche è meglio siano costruttive.

E.L.

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 15:28
da Pacher
Elmar Lang ha scritto:Infine, eviterei di usare anche questa discussione per le palate di fango lanciate a più riprese ad un altra azienda che si sta impegnando nel settore della fotografia all'argento.
E.L.


Se usano i soldi che (non) offro per sviluppare un'altro prodotto da quello che inizialmente propongono, mi incazzo eccome e le badilate di merda se le meritano, non vedo come potrebbe essere altrimenti! ;;)

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Inviato: 22/02/2017, 15:31
da graic
Andiamo piano anche nel sostenere che l'altra azienda "si sta impegnando"

E poi scusatemi è una perfetta esemplificazione di "quello che si può fare" vs "quello che non si può fare" con il cowdfunding