Pagina 1 di 2

Il mistero della moskva 2

Inviato: 15/01/2016, 20:46
da claudio44
Per natale mi hanno regalato questa bella fotocamera sovietica, imitazione zeiss super ikonta 6x9 prebellica... ma le foto che ottengo mi lasciano interdetto, alcune sono buone, altre.. fanno davvero schifo.. ho pensato al mosso, ma tra quelle schifose ci sono pure quelle dove ho tenuto la macchina più ferma possibile ( praticamente sostenuta da un muro); e tra quelle buone ci sono anche quelle scattare a mano libera a 1\50 di secondo... chissà, il telemetro è accurato ho verificato le distanze ma non mi spiego la cosa, anche se, mi sembra che quelle con soggetti più vicini vengono meglio dei paesaggi e soggetti lontani, talmente impastati che a stento si riconoscono i soggetti.. invio alcune prove ( a alta risoluzione) per capire se sbaglio io o la macchina è proprio così

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 15/01/2016, 21:07
da impressionando
Il Karma!!
Capiti a fagiolo.....

L'arcano è di semplice soluzione.
Per prima cosa con diaframmi aperti ha una resa che sta tra l'indecente e l'improponibile
Seconda cosa è facile che quando la apri si crei una depressione all'interno che sposta la pellicola dal piano focale.
Per la prima cosa la soluzione è chiudere il diaframma di almeno 2 stop
Per la seconda devi avanzare la pellicola dopo averla aperta e controllare che la stendarda portaottica arrivi a fine corsa. Da dire comunque che se la pellicola s'incurva avresti i bordi paradossalmente più a fuoco del centro e qui non mi sembra.... propenderei allora per i diaframmi aperti e per la non completa apertura.

Prima di farla riparare a chicchessia dimmi qualcosa che ho un ottimo indirizzo ;)

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 16/01/2016, 15:20
da claudio44
proverò a fare come mi consigli, sperando che la soluzione migliori e non sia un problema di ottica..

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 16/01/2016, 23:11
da claudio44
aggiungo.. ho piegato un po' verso l'interno della macchina le molle del pressa pellicola per dargli un po' più di tensione.. poi ho fatto un piccolo esperimento.. la macchina si apre di scatto e molto rapidamente.. con il dorso aperto ho messo un tovagliolino di carta messo molto aderente, sull'apertura dietro il soffietto e poi ho aperto la macchina di scatto, e, effettivamente, c'è stato un risucchio.. un effetto analogo potrebbe verificarsi anche con la pellicola che seppure si può incurvare di meno, con la macchina chiusa, potrebbe impiegare più tempo per tornare in piano..quindi aprirò la macchina molto delicatamente
ho caricato uno di quei vecchi rulllini acquistati al mercatino.. domani farò le prove...

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 17/01/2016, 17:45
da claudio44
fatte le prove, la situazione è migliorata.. ma non di molto, specie per le foto di soggetti lontani, per i soggetti più vicini la cosa è più accettabile, alla fine penso che la userò per foto particolari tipo lomo o per i ritratti femminili dove, a volte, una resa tagliente dell'obiettivo è uno svantaggio

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 18/01/2016, 10:42
da Robb123
Eppure quell'obbiettivo non è male, non sono d'accordo con chi dice che è un mezzo cesso. Se ti sbaglia il fuoco potrebbe essere che ci sia del lasco tra la lente e il meccanismo deviatore, quindi potresti provare a recuperarlo fuocheggiando sempre allo stesso modo, così che il gioco risulti sempre verso l'infinito oppure il contrario.

Roberto

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 18/01/2016, 17:17
da Zorki-4
Controllare col vetro smerigliato che la messa a fuoco all'infinito dell'obiettivo sia corretta, nel caso allentare le tre vitine di serraggio (mi sembra di ricordare che sono tre, controllare) ed estrarre l'anello di messsa a fuoco, quindi muovere il barilotto fino a corretta focalizzazione, controllare l' indicazione del telemetro e nel caso ruotare l'ingranaggio esterno fino a collimazione, a questo punto rimontare l'anello di messa a fuoco su posizione infinito. Non ci dovrebbe essere altro da fare, certo l' obiettivo è pur sempre un Tessar come tutti gli Industar, ma non se la cava poi malissimo, nonostante gli assemblaggi russi. Spero piuttosto che non manchino anelli distanziali interni !
;)

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 18/01/2016, 22:22
da claudio44
sì, può darsi che qualcuno abbia trafficato vicino a quell'obiettivo, comunque proverò a fare come mi dici... non è che abbia molto da perdere, e poi è vero, quell'obiettivo ha lo schema del tessar dovrebbe dare risultati analoghi....

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 18/01/2016, 23:19
da impressionando
claudio44 ha scritto:...e poi è vero, quell'obiettivo ha lo schema del tessar dovrebbe dare risultati analoghi....

Dall'uso del condizionale traspare l'amara consapevolezza che ciò non è O:-)
A distanza di quasi un secolo il Tessar è rimasto il Tessar e ricercato per tale mentre l'industa mai è stato apprezzato alla pari da nessuno. I fatto di autoconvincersi della bontà della copia è solo un tentativo vanaglorioso di esibire le proprie ed infondate autoconvinzioni.
Chi ha avuto l'una e l'altra SA che il paragone qualitativo sia meccanico che ottico è impari. Come in tutte le cose ora e allora si paga e si pagava ciò che si compra e comprava.
Insomma copiare lo schema ottico piuttosto che la meccanica non significa ottenere la copia esatta; occorre usare gli stessi materiali e materie prime, le stesse tolleranze e soprattutto le stesse maestranze.

Re: Il mistero della moskva 2

Inviato: 19/01/2016, 14:03
da claudio44
è vero, è come lo zeiss ha le 4 lenti nello stesso schema, ma non è uno zeiss.. e poi c'è la solita incertezza delle realizzazione russo- sovietiche.. è come capita, dipende da chi la montava se era bravo ed era di voglia.. bene.. se no.. pazienza...
però devi dirti una cosa che forse non sai.. quasi tutte le super ikonta che erano vendute in Italia, specie per le lenti che giungevano sciolte, erano montate in Italia a Torino, per ragioni doganali.. ed erano tutte buone..