Asciugare negativi 4 x 5

Discussioni sugli accessori per il grande formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda paolob74 » 25/04/2012, 19:23

Buongiorno a tutti...

Oggi ho ottenuto il primo vero negativo 4 x 5, per provare ho scattato una foto a mio figlio....

Un cinema tenere in posizione il pargolo di 2 anni.

Una volta sviluppata la lastra mi sono commosso, la dimensione del negativo è spaventosa!

Non so perchè ma con i test non mi ero reso conto della vera potenzialità.

Il negativo viene impresso praticamente tutto, restano liberi due millimetri sul bordo, non voglio sprecarne neanche un decimo con le pinzette...

Come lo metto per asciugarlo?

In mano? 8-}



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11599
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 19:41

Già!

Bello eh? :D

Per l'asciugatura conosco una casistica d'invenzioni assortite.
Al laboratorio usavamo le clips in acciaio ferma-fogli (quelle comuni, da ufficio) che riescono a "pinzare" bene anche un bordo così piccolo ed avendo le alette si possono infilare su un filo. Vanno bene quelle medio-piccole, quelle grosse fanno troppa forza.
Anche qualche molletta appendi-film di quelle solite va bene, ma molte no, dipende da come sono fatte.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9255
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda chromemax » 25/04/2012, 21:01

Anche io uso quelle che dice Andrea e nel buco che c'è sulle alette ho fissato, aprendola per metà, una graffetta in modo da poterla appendere con facilità; insomma bisogna passare in cartoleria piuttosto che in un negozio di fotografia :)

Un cinema tenere in posizione il pargolo di 2 anni.

Se è rimasto fermo complimenti al pargolo; a me il ritratto in GF è spesso rovinato da sfocato o micromosso, nel lasso di tempo in cui si toglie il panno, si chiude l'otturatore e si infila lo chassi il soggetto si rilassa per "riprendersi" nel momento dello scatto, ma sempre un millimetro avanti o dietro al fuoco (complice anche la ridotta pdc), oppure si muovo impercettibilmente durante la posa, che può essere relativamente lunga.



Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda paolob74 » 25/04/2012, 21:43

Ciao Chrome... Come stai?

Se è rimasto fermo complimenti al pargolo


Non è rimasto fermo... :-??

Ma avevo finito i test (estensione, contrazione ecc...) e volevo provare il primo negativo reale...

Comunque la prima esperienza con panno nero, mamma e pargolo impazienti, la visione sottosopra... Un casino!!

La prima foto l'ho scattata, poi ho girato lo chassis e ho aperto il voulet con l'obiettivo aperto... X(

Questo periodo di test mi è servito, ci vuole calma e massima attenzione per usare questo formato... Il minimo errore significa buttare la lastra...

Come hai detto tu: "bisogna fotografare prima con la mente"...

Il negativo è spaventoso come dimensione e quantità di informazioni contenute, ci sono sicuramente formati più grandi ma alla prima esperienza con 4 x 5 si rimane sbigottiti! Avendo poi lavorato per anni col 35mm.

Forse è proprio qui che dovevo arrivare...?

In settimana farò forse la prima vera uscita, chissà i disastri... Ho in mente delle foto d'architettura... Ci provo... \m/

Anche io uso quelle che dice Andrea e nel buco che c'è sulle alette ho fissato, aprendola per metà, una graffetta in modo da poterla appendere con facilità; insomma bisogna passare in cartoleria piuttosto che in un negozio di fotografia


Ma che graffette sono?

Non capisco... Come sono fatte?



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11599
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda Silverprint » 25/04/2012, 21:52

Sono fatte così: http://myitchyfingers.files.wordpress.c ... /clip1.jpg

Materiale ordinario da ufficio. Ci sono di varie misure.

Vedrai che l'uso del banco sarà più semplice a farsi che a dirsi, basta lavorare con il cervello acceso e ricordare che con la standarda posteriore controlli la prospettiva e poi con l'anteriore riaggiusti il piano di messa a fuoco.

Pensa che il w.e. dell'otto giugno mi piovono addosso 20 studenti americani (tramite l'università) a cui dovrò fare un brevissimo workshop sul banco ottico... ~x( Teoria e pratica ed almeno un paio di scatti a testa. Naturalmente dopo il breefing teorico li divideremo in piccoli gruppi ognuno con un banco ed un docente. Il brutto arriverà la domenica sera quando toccherà (a noi docenti) sviluppare in fretta e furia tutte le lastre!!! :((
Se passi a dare man forte ti briffo gratis! :))


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda paolob74 » 25/04/2012, 22:01

Domani si va in cartoleria!!!



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9255
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda chromemax » 25/04/2012, 23:45

Ciao Chrome... Come stai?

Bene grazie :)

La prima foto l'ho scattata, poi ho girato lo chassis e ho aperto il voulet con l'obiettivo aperto...

Quante lastre bruciate vuoi? :) E' il mio errore più comune, ancora adesso, nella foga della "trans creativa" mi dimentico sempre l'otturatore aperto; un sistema che mi aiuta è quello di togliere il voilet mettendomi di fronte all'obbiettivo, in questo modo è più facile accorgersi se l'otturatore è rimasto aperto.

ci vuole calma e massima attenzione per usare questo formato... Il minimo errore significa buttare la lastra...

Come dice Andrea, bisogna accendere il cervello e stare rilassati, prendersi il tempo per ogni cosa, la cosa più bella del GF per me è l'approccio diverso che bisogna avere col soggetto di cui, alla fine, lo scatto è una conseguenza... naturale. Anche con il 35 mm ogni minimo errore significa buttare il fotogramma, solo che una sola lastra costa quasi come un intero rullino; stare attenti diventa un fattore di convenienza :D

Il negativo è spaventoso come dimensione e quantità di informazioni contenute, ci sono sicuramente formati più grandi ma alla prima esperienza con 4 x 5 si rimane sbigottiti! Avendo poi lavorato per anni col 35mm.


Io sono passato dal 6x6 al 13x18 e quella lastra mi sembrava qualcosa di... alieno; poi mi sono attrezzato anche per il 4x5 ma al confronto mi sembra piccolino rispetto al 13x18 (e la superficie quasi doppia del 13x18 si vede in qualità imho), chissà l'8x10...

In settimana farò forse la prima vera uscita, chissà i disastri...

No, nessun disastro, vedrai, ricordati solo che non stai fotografando ma dipingendo e prendi la forma mentale di un pittore: un pittore non ritorna a casa con 36 quadri fatti in mezza giornata :)

Ma che graffette sono?


Io come pinze uso queste, prendono meglio il bordino della lastra:

http://catalogo.verdi.biz/images/product/pre/37200.jpg

Poi apro mezza graffetta, così
graffetta.jpg
graffetta.jpg (5.65 KiB) Visto 3714 volte

e uso il tratto raddrizzato per arrotolarlo, attraverso il buco, sulle alette, la metà rimasta a forma di graffetta si infila con molta comodità e sicurezza sul filo. In questo modo posso attaccare liberamente la lastra alla molletta e infine appendere molletta+pellicola al filo, imho più comodo e sicuro.



Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda paolob74 » 27/04/2012, 21:06

Grazie per i consigli ragazzi...

Ho recuperato in cartoleria le mollette, tengono benissimo.... Come farei senza questo forum?

Io sono passato dal 6x6 al 13x18 e quella lastra mi sembrava qualcosa di... alieno; poi mi sono attrezzato anche per il 4x5 ma al confronto mi sembra piccolino rispetto al 13x18 (e la superficie quasi doppia del 13x18 si vede in qualità imho), chissà l'8x10...


Che macchina hai?

Col 4 x 5 ho visto dei negativi giganteschi, avendo il 138 potrei stampare il 13x18... Mi sono chiesto se in futuro affrontare la spesa per la macchina ecc...

Ho anche chiesto su un parere su un altro forum e molti utenti me l'hanno sconsigliato... Dicono che è in via di estinzione...

Come tutti noi del resto... :))

Tu cosa ne pensi?

Consigliano l'8x10... Ma poi come lo stampo?

Stò prendendo la mano con il 4 x 5 e mi mancherebbero ancora tanti accessori costosi, penso che per due anni potrò accontentarmi di questi "piccoli" negativi... ;)

C'è anche da dire che alla fine la fotografia è una passione, è possibile pensare che un sistema completo 4 x 5 linhof e un ingranditore durst con CLS1000 siano sufficienti per il mio hobby?

Non so se mi sono spiegato...?

Non vorrei che la mia passione sia diventata l'attrezzatura e non la fotografia... Se ci penso bene... E' da 7 mesi che non faccio una foto vera... :(( :(( :(( :((



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11599
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda Silverprint » 27/04/2012, 21:13

paolob74 ha scritto:... C'è anche da dire che alla fine la fotografia è una passione, è possibile pensare che un sistema completo 4x5 Linhof e un ingranditore Durst con CLS-1000 siano sufficienti per il mio hobby?


Come di': "chi s'accontenta gode..." :)) Che vorrai di più?

Beh... Certo, 8x10 =p~ Però poi tocca pure mantenerla :(


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
paolob74
guru
Messaggi: 820
Iscritto il: 30/05/2010, 10:48
Reputation:

Re: Asciugare negativi 4 x 5

Messaggioda paolob74 » 27/04/2012, 22:23

Come di': "chi s'accontenta gode..." Che vorrai di più?


Ma dai.... Non mi accontento....

Per essere "obiettivi" credo di avere un sistema che supera di molto le mie capacita...

Ma quando accendo l'alimentatore della CLS1000.... E inizia a frizzare..... 8-} Godimento.... Venerazione ....

A proposito, frizza anche la vostra?

Ho letto adesso, mi era sfuggita...

Pensa che il w.e. dell'otto giugno mi piovono addosso 20 studenti americani (tramite l'università) a cui dovrò fare un brevissimo workshop sul banco ottico... Teoria e pratica ed almeno un paio di scatti a testa. Naturalmente dopo il breefing teorico li divideremo in piccoli gruppi ognuno con un banco ed un docente. Il brutto arriverà la domenica sera quando toccherà (a noi docenti) sviluppare in fretta e furia tutte le lastre!!!


Dai sono solo 40 lastre.... Più o meno 15 minuti l'una.... Ma le devi anche stampare? =)) =))

Ma i ragazzi hanno mai usato un banco ottico?

La cosa mi interessa, dove dormo? In camera oscura?

Ragazzi americani o ragazze? Sai cambia....

Con l'inglese vado bene...

Cosa fotografiamo?





  • Advertisement

Torna a “Grande formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite