Pulire la macchina senza fare danni

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
andromeda
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 11/09/2011, 17:11
Reputation:

Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda andromeda » 22/08/2012, 10:41

Stamattina mi è arrivata dalla Germania una Yashica fx3 super 2000. Guardando dentro il mirino ho notato parecchi segni di sporco sulla visuale, perciò l'ho pulito all'esterno con un panno asciutto ma lo sporco è ancora lì. Ho escluso che sia colpa dell'obiettivo perché lo sporco si vede anche smontandolo, e rimontandolo su un'altra macchina non c'è traccia di "pelucchi" guardando nel mirino. Perciò, se ho capito bene come è fatta una reflex, gli unici due posti dove questo sporco potrebbe essere sono per esclusione lo specchio, il prisma o al più la parte interna del mirino.
È possibile pulirli senza rischio di rovinarli, o è meglio lasciar perdere perché richiederebbe di aprire la macchina e tanto lo sporco non incide sull'esposizione? Voi cosa fareste?

Grazie per il tempo dedicatomi! :)



Advertisement
Avatar utente
andromeda
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 11/09/2011, 17:11
Reputation:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda andromeda » 22/08/2012, 12:03

Grazie per la risposta tempestiva!

Purtroppo mi pare di capire che la faccenda è più complessa di quanto pensassi. Se ci fosse una guida su come smontarla sarebbe ottimale, coglierei l'occasione anche per vedere in che stato sono le guarnizioni ed eventualmente sostituirle, ma sul forum e su google non ho trovato nulla. Dritte su dove cercare?



Avatar utente
sonfaber
fotografo
Messaggi: 54
Iscritto il: 15/08/2012, 4:43
Reputation:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda sonfaber » 22/08/2012, 13:46

Ciao,

anche io ho un paio di macchine con vetrino di messa a fuoco sporca...ma avendo provato a pulirlo e, assai peggio, a smontarlo ho capito che:

tranne soffiare con una pompetta come dice giustamente vngncl61 e con il tipo da lui consigliato...meglio non fare altro ;)

ho anche una pompetta di quelle per obiettivi con pennelletto...giusto qualche tentativo di spolverata (a setole pulite ok) ma ripeto...tolto il grosso non prendere altre iniziative, a me spesso è capitato solo di peggiorare la situazione

ciao



Avatar utente
andromeda
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 11/09/2011, 17:11
Reputation:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda andromeda » 22/08/2012, 14:37

Capito!
Grazie mille per l'attenzione ed i consigli! :)



Advertisement
utente04

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda utente04 » 22/08/2012, 16:29

andromeda ha scritto:Purtroppo mi pare di capire che la faccenda è più complessa di quanto pensassi. Se ci fosse una guida su come smontarla sarebbe ottimale, coglierei l'occasione anche per vedere in che stato sono le guarnizioni ed eventualmente sostituirle, ma sul forum e su google non ho trovato nulla. Dritte su dove cercare?

Non hai bisogno di smontare alcunchè per verificare lo stato delle guarnizioni.
A parte casi particolari le guarnizioni sono situate nei due solchi corrispondenti ai due lati lunghi del corpo macchina, e in corrispondenza della incernieratura del dorso, spesso anche dalla parte opposta del dorso in prossimità della "serratura".
Una volta individuato il posizionamento va verificato al tatto che le guarnizioni siano ASSOLUTAMENTE compatte ed elastiche.
Se danno la sensazione di collosità o sembrano sgretolarsi al tatto e/o se sul dorso noti dei rimasugli collosi sui bordi che si infilano nei due solchi del corpo macchina, le guarnizioni sono da ripristinarsi immediatamente.
Stesso discorso vale per l'ammortizzatore dello specchio, se è vecchio può sgretolarsi ogni volta che viene colpito dallo specchio rilasciando rimasugli difficili da eliminare che macchiano sia lo specchio stesso che lo schermo di messa a fuoco.
Può anche darsi che le macchie che noti guardano nel mirino si debbano a questo accadimento.
andromeda ha scritto:tanto lo sporco non incide sull'esposizione?

E' verissimo ma sino ad un certo livello di sporco.
Ho visto uno schermo di messa a fuoco letteralmente spalmato con una sottile patina nera, frutto di un tentativo maldestro di pulizia da rimasugli di battispecchio, non ho verificato ma immagino che l'esposimetro ne fosse influenzato.



Avatar utente
andromeda
appassionato
Messaggi: 21
Iscritto il: 11/09/2011, 17:11
Reputation:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda andromeda » 22/08/2012, 22:25

Fotoloco, mi hai fatto venire il dubbio ed ho fatto qualche prova con l'esposimetro, cosa che avrei dovuto fare comunque, confrontando il comportamento dell'esposimetro della Yashica con quello di una Nikon digitale (D qualcosa...) opportunamente impostata, e i risultati erano sovrapponibili o quasi, cioè con differenze secondo me tollerabili.
Però a questo punto mi è venuto un altro dubbio: ha senso confrontare i risultati di due esposimetri, uno di un'analogica e uno di una digitale, o il fatto che la digitale abbia un sensore invece che una pellicola rende i due risultati non confrontabili?
La Yashica era impostata a 100 ASA, e la Nikon quindi a 100 ISO con esposimetro con lettura pesata al centro.
Ultima modifica di andromeda il 23/08/2012, 7:59, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11670
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda Silverprint » 22/08/2012, 22:47

Ciao,

Confrontare gli esposimetri è potenzialmente complicato: le aree di lettura son diverse, la sensibilità spettrale è diversa e con le nuove AF o digitali è anche più difficile (°). Il minimo necessario per le prove è inquadrare (e non solo misurare) un campo uniformemente illuminato di un colore neutro.

(°) È vero che in modalità spot o semi-spot (non in multizona) anche gli esposimetri dei giocattoli moderni dovrebbero lavorare normalmente, ma sono capitati casi in cui i conti non tornavano che mi pare si possano spiegare solo ammettendo che (esistano modelli in cui) il riconoscimento dei colori o le modalità "3-D" (legate alla distanza) rimangano attive rendendo impossibile ogni confronto.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
silvio
esperto
Messaggi: 160
Iscritto il: 20/07/2012, 15:57
Reputation:
Località: Milano

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda silvio » 22/08/2012, 22:56

Salve,

tieni conto che, a fronte di un soggetto uniformemente illuminato, tale cioè da
non influenzare in modo diverso la misura delle zone osservate e pesate in modo differente da un
esposimetro più o meno avanzato, scostamenti rilevati entro 1/3 (un terzo) di
diaframma sono da considerarsi fisiologici e dovuti alle tolleranze dei processi
produttivi del materiale sotto test. Nessun fotoriparatore serio ti consiglierà
di ritarare un esposimetro la cui risposta rientri nell'ambito del range di cui sopra.

Buona notte.

S.


Luce e pellicola: è tutto lì !

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11670
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Pulire la macchina senza fare danni

Messaggioda Silverprint » 23/08/2012, 0:15

Per la cronaca non ci sono problemi di taratura esposimetrica o "strani accadimenti" con le mie Canon Eos-1 ed Eos 5-D, né ha suo tempo ne ho potuti verificare sulle AF di fine anni '90 (a parte che a chi gestisce un laboratorio fine art matrix et similia fanno venire parecchio i nervi! X( ). Quel che ho scritto è dovuto a qualcosa che invece non mi è sembrato tornare in un paio di Nikon, una F-6 (color matrix) ed una digitale entry level. Devo comunque verificare nuovamente.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite