Pagina 1 di 1

B&W - analogico vs. digitale

Inviato: 02/07/2013, 11:11
da gonfiacani
Buongiorno.
Segnalo un articolo recentemente pubblicato da Nikon School:
http://www.nikonschool.it/experience/d600-stampa-bn3.php#conclusioni
Articolo molto bello, e per me particolarmente interessante visto il percorso che sto incominciando ad affrontare.
Non posso che condividere le conclusioni, anche se nella metodologia utilizzata mi sembra che qualche pecca (seppur perdonabile) ci sia. Infatti per arrivare alla stampa su carta baritata anche da file RAW, il negativo 24x36 "naturale" è stato paragonato con un negativo "costruito" 6x8... ti piace vincere facile?!?

Re: B&W - analogico vs. digitale

Inviato: 02/07/2013, 12:14
da zone-seven
L'ho visto ieri sera, come mio solito prima ho dato una occhiata veloce e poi iniziata la lettura.... solo che ad un certo punto mi ha fatto inca....e ed ho lasciato perdere.
La prova non è manco lontanamente attendibile e loro lo sanno!!! (spero) per loro.

Re: B&W - analogico vs. digitale

Inviato: 02/07/2013, 12:23
da Silverprint
gonfiacani ha scritto:...ti piace vincere facile?!?


Direi! Alcuni vantaggi dell'analogico, non da poco, sono stati omessi, e sono state date per scontate alcune cose che scontate non lo sono affatto. Insomma non è un grande articolo, anche se le conclusioni sono accettabili.

In breve: il ragionamento iniziale sulla stampa colore va specificato. Se si parla di fine-art, ovvero stampe manuali da negativo colore o dia di eccellenza (roba praticamente mai vista in Italia), il discorso sui vantaggi "indubbi" del digitale non regge proprio, ci sono vantaggi e svantaggi, da ben ponderare. Se si paragona il digitale invece a quelle schifezze a cui ci hanno abituato i laboratori industriali nostrani... va be', gli piace vincere facile, MA non è un confronto tra tecnologie, è come paragonare una macchina sana ad una rotta. :))

È trascurato il discorso della latitudine di posa, che è ancora tutto a favore dell'analogico, con paragoni che si possono cominciare a fare solo coi dorsi pro a 16 bit... ma siamo ancora lontani.

Il discorso sulla risoluzione è superficiale. Perché se da un lato i sensori moderni sono molto performanti, da l'altro l'ingrandimento di una matrice è pur sempre l'ingrandimento di una matrice ed oltre un tot è messo alla corda o nascosto da pesanti elaborazioni (che poi si vedono e fanno .... velo pietoso). In breve la grana digitale "non si può guardare" perché è incongruente con l'immagine e sta li a prescindere, la grana analogica è invece quel che costruisce l'immagine e anche ingrandita oltre misura rimane piacevole e sensata.

Etc, etc...

Re: B&W - analogico vs. digitale

Inviato: 02/07/2013, 22:56
da emigrante
Avevo visto e solo parzialmente letto, l'articolo ora grazie a qs. post l'ho ripreso e finito.

Non entro nel merito tecnico od espressivo in quanto altri piu preparati di me lo hanno gia fatto, piuttosto vi faccio notare, qualora vi fosse sfuggito, che l'autore (di cui peraltro apprezzo in genere gli articoli) parrebbe essere un frequentatore del ns. forum ;) .

Forse mi sbaglio ma alcune analogie (tempera, mosaico, etc) sono state fatte da uno di noi pochi giorni fa qua sul forum.

Non che ci sia nulla di male in questo, ma (se cosi fosse) la direbbe lunga sull'influenza che sta avendo avendo analogica nel mondo della fotografia italiana.

Saluti
Marco