Pagina 1 di 2

Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 02/03/2021, 19:00
da Marco Leoncino II°
Messa da requiem... 8-x
IMG_20210302_163233549.jpg

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 03/03/2021, 9:58
da chromemax
Bellissime la confezioni. Hai qualche idea per usarle o le tieni per bellezza?

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 03/03/2021, 10:16
da Marco Leoncino II°
Ciao Diego, non spenderei un cent per carte scadute, ma ieri hanno svuotato una cantina dimenticata della ditta e sono uscite queste cose qui, insieme a fotografie di ricevitori (ed altri prodotti costruiti della ditta stessa) su lastra di vetro. Le lastre faranno parte del piccolo "museo" della ditta. Io ho recuperato la carta, che sarebbe finita nel bidone dell´immondizia ed un vecchio marginatore. La mia ragazza ha salvato uno di quei dispositivi per fare copie fotografiche di originali: lo usera´ per fotografare i quadri che dipinge (olio ed acquerello).

Penso proprio che faro´ qualche tentativo con la carta, ma per stampare dei piccoli nudi (da negativi medio formato) a contatto. Da qualche anno mi sono innamorato delle stampe in piccolo formato. Il potassio bromuro non manca, anche se non risorgera´ le carte!

Oppure queste carte sono adatte alla stampa LIth?

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 03/03/2021, 17:36
da Zorki-4
Le Portriga Rapid potrebbero essere buone (bisognerebbe sapere come sono state conservate), è un tipo di confezione rifatto dopo il 2005, è in grafica all'antica, ma... ...contiene politenate sebbene a gradazione fissa, le ultime prodotte a Leverkusen credo, oggi le fanno a Morstel (Belgio), ex-Gevaert. Mi sembrano tutte di gradazione normale (2), tranne una morbida (1) 18x24, come forse anche una 24x30 (la doppia banda colorata ai lati dell'etichetta indica il grado di contrasto). La Brovira Brilliant è della stessa serie, ma se è una vera Brovira è baritata (non Brovira Speed) a tono più neutro della Portriga che invece è abbastanza calda. La scatola di Gevaert Graphic dovrebbe essere di lastre lith, ma non ne sono certo, la scatola di Lupex è nella grafica ante-1985, ma non conosco il prodotto come per il filmpack Polaroid 667, so solo che è bianco-nero compatibile con i dorsi medio/grande formato (Tipo a busta).
Eccellente conquista! Buona sperimentazione!
:-bd

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 03/03/2021, 20:15
da Marco Leoncino II°
Zorki-4 ha scritto:
03/03/2021, 17:36
Le Portriga Rapid potrebbero essere buone (bisognerebbe sapere come sono state conservate), è un tipo di confezione rifatto dopo il 2005, è in grafica all'antica, ma... ...contiene politenate sebbene a gradazione fissa, le ultime prodotte a Leverkusen credo, oggi le fanno a Morstel (Belgio), ex-Gevaert.
:-bd
Dici che sono così recenti? Mi sembra un po´ strano, perché in quel periodo avevano già abbandonato l´analogico, per fotografare la strumentazione prodotta. Quindi penso che siano molto più vecchie… Nella ditta in cui lavoro, non appena sono comparse le prime digitali, hanno iniziato ad usare quelle. Ho cercato foto di alcuni nostri prodotti di quel periodo e le immagini sono penose, in bassa risoluzione. Adesso fanno ridere. Invece, di strumenti costruiti nei primi anni della fondazione della ditta abbiamo delle lastre 4x5" semplicemente magnifiche. E poi parlano di progresso digitale!

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 04/03/2021, 21:16
da impressionando
Se i fogli sono avvolti in carta oleata (come si vendeva il prosciutto BUONO anni fa) sono anni '70 o precedenti.
Potrebbe esserci roba ancora buona.... solitamente velava uniformemente (se ben conservata) e tiene bene la sbianca totale col coitus interruptus.

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 05/03/2021, 7:08
da Marco Leoncino II°
impressionando ha scritto:
04/03/2021, 21:16
Se i fogli sono avvolti in carta oleata (come si vendeva il prosciutto BUONO anni fa) sono anni '70 o precedenti.
Potrebbe esserci roba ancora buona.... solitamente velava uniformemente (se ben conservata) e tiene bene la sbianca totale col coitus interruptus.
Non ho ancora avuto il tempo ed il coraggio di aprirla, durante la prossima sessione di stampa a contatto provo qualche foglio. Difficile dire come sia stata conservata, qui non fa caldo come in Sicilia e le confezioni di carta non erano intrise di umidita´. Cosa e´ la sbianca al col coito interrotto?

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 05/03/2021, 8:37
da impressionando
Sbianca totale diluita nel fix....
....levi appena prima del giusto.
....dura una volta o poco più.

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 05/03/2021, 8:56
da Marco Leoncino II°
Paolo, ma quindi l´ordine giusto e´ questo?

1) sviluppo
2) arresto
3) fix
4) potassio ferricianuro soluzione al 4%, diluito col fix (sbianca)
5) fix
6) lavaggio

Re: Essa fu, siccome immobile...

Inviato: 05/03/2021, 12:10
da impressionando
La sbianca la metti nel fix..... metti del ferricianuro qb anche in fix di scarto (ma che funziona ancora..... vedi..... aspetti.... guardi..... appena prima che fori togli e rifissi.
Dopo qualche minuto la sbianca nel fix non funzia più.
Fatti un riferimento di carta completamente sbiancata (forata) e uno di carta velata (sviluppata e fissata senza esposizione) in modo da valutare il processo.
Agitazione continua