Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9331
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda chromemax » 06/02/2013, 11:25

Okkei allora diciamo che come prima cosa potrei esporla a 800 e farla sviluppare a 1600?
O nn ho capito nulla??? XD

Esponi a 800 e sviluppa a 800

g29342.png



Advertisement
Avatar utente
unprocione
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 19/01/2013, 18:05
Reputation:
Località: Milano
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda unprocione » 06/02/2013, 14:46

Ehm. Ti sarai sentito proprio una schifezza leggendo quella domanda stolta dopo tutta la tua dissertazione :(
G r a z i e davvero della tua pazienza e grazie di questo allegato. Beh una lezione per il futuro.. prima di aprire un 3d,leggere il foglietto di Digital Truth :|



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9331
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda chromemax » 06/02/2013, 15:28

leggere il foglietto di Digital Truth :|

No lascialo perdere DigitalTrouth, questo è il datasheet della Kodak



Avatar utente
unprocione
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 19/01/2013, 18:05
Reputation:
Località: Milano
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda unprocione » 13/02/2013, 19:33

chromemax ha scritto:
leggere il foglietto di Digital Truth :|

No lascialo perdere DigitalTrouth, questo è il datasheet della Kodak


sì io ce l avevo e l avevo scaricato da lì! :)
Immagine

MI è PIACIUTA!!!! :D



Advertisement
Avatar utente
Manlio24
fotografo
Messaggi: 41
Iscritto il: 27/01/2014, 12:51
Reputation:

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda Manlio24 » 30/04/2014, 23:57

Rispolvero questa discussione per non aprirne una nuova:

Ho scattato un rullo di TMAX p3200 esponendola a 3200.
A disposizione del Bwork t-neg da usare. Altrimenti ho ancora delle buste di D-76 e una bottiglia integra di rodinal ma preferirei usare in t-neg.
Qualcuno ha esperienza di sviluppo di questa pellicola con il t-neg? il bugiardino del t-neg suggerisce 11min ma vorrei esserne sicuro perché mi dispiacerebbe perdere le foto che avevo su quel rullo.

Grazie a tutti



Avatar utente
beppegallo
fotografo
Messaggi: 74
Iscritto il: 28/05/2013, 20:50
Reputation:
Località: Faenza

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda beppegallo » 08/11/2019, 17:19

Riesumo anch'io quest'argomento.
Dovendo utilizzare questa pellicola per fare delle riprese in interni con illuminazione bassa e non potendo esporla alla S.E. per non avere poi tempi di esposizione troppo lunghi da gestire senza cavalletto, la esporrò a 1600 causando così una sottoesposizione di circa uno stop. La svilupperò in HC 110. Sul datasheet Kodak per quell'I.E. viene indicato un tempo di sviluppo di 9,15. Cercando di esporre per le ombre pensavo di dimezzare il tempo di sviluppo indicato da Kodak e di aggiungervi 30/40 secondi per compensare la sottoesposizione. Risulterebbe quindi un tempo di 5,15. Spannometricamente il ragionamento può andare?
Buona serata a tutti.



Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11620
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda Silverprint » 09/11/2019, 1:30

@
Avatar utente
beppegallo


No, il ragionamento è tutto sbagliato, in questo caso.

La pellicola ha una SE vicina agli 800 iso, MA è nata per essere "tirata", se esponessi sulle ombre usando la SE e sviluppassi per un contrasto normale i risultati non sarebbero buoni, perché specialmente sui toni bassi il contrasto locale sarebbe troppo basso. Va da se che a 1600 o oltre non puoi esporre per le ombre perché sarebbero sottoesposte.
Utilizzala a 1600 o 3200, esponendo sui toni medi e sviluppando da bugiardino, magari con un rivelatore compensatore, un po' finegranulante, cioè, assolutamente non l'HC-110, ma un classicissimo D-76, meglio stock, specialmente a 3200.


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Alessandro_Roma
guru
Messaggi: 735
Iscritto il: 06/03/2017, 12:08
Reputation:

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda Alessandro_Roma » 09/11/2019, 7:09

Silverprint ha scritto:@beppegallo

No, il ragionamento è tutto sbagliato, in questo caso.

La pellicola ha una SE vicina agli 800 iso, MA è nata per essere "tirata", se esponessi sulle ombre usando la SE e sviluppassi per un contrasto normale i risultati non sarebbero buoni, perché specialmente sui toni bassi il contrasto locale sarebbe troppo basso. Va da se che a 1600 o oltre non puoi esporre per le ombre perché sarebbero sottoesposte.
Utilizzala a 1600 o 3200, esponendo sui toni medi e sviluppando da bugiardino, magari con un rivelatore compensatore, un po' finegranulante, cioè, assolutamente non l'HC-110, ma un classicissimo D-76, meglio stock, specialmente a 3200.
Andrea ma questa regola dello sviluppo di pellicole tirate è applicabile a tutti i trulli tirabili? Per capirci, se uso una Delta 3200 a 3200 per questioni di scarsa luce, la sviluppo come suggerivi per la Tmax, cioè da bugiardino e poi la sfida passa sotto l'ingranditore? Oppure il tuo consiglio è applicabile solo alla Tmax 3200 per motivi intrinsechi della pellicola?
Grazie mille
Alessandro

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
beppegallo
fotografo
Messaggi: 74
Iscritto il: 28/05/2013, 20:50
Reputation:
Località: Faenza

Re: Sviluppo Kodak P3200 Tmax

Messaggioda beppegallo » 09/11/2019, 7:41

Grazie Andrea per la risposta.
Risposta che un po' mi confonde le cose che credevo di aver capito in questi anni. Comunque opererò come mi hai indicato, mi rincresce un po' di non potere utilizzare l' HC110 che è l'unico sviluppo che ho scelto di usare, semplicemente per la sua buona "conservabilità" rispetto ad altri prodotti, viste le mie abbastanza saltuarie sedute di sviluppo negativi, ma me ne farò una ragione.
Cercherò di riorganizzare le idee alla luce di questi elementi, per me, nuovi che hai introdotto nella tua risposta e, in caso di bisogno, mi rifarò vivo.
Ancora grazie.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti