Pagina 1 di 5

EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 14:12
da franny71
stamattina mi sono svegliato abbastanza presto per andare al porto a fare degli scatti, ho inserito una efke 50 nella pentax, ma non mi sono accorto che avevo gli iso impostati su 32... :wall:
tra l'altro le prime 2 le ho pure fatte sovraesponendo di un ulteriore stop, visto che l'ultima volta avevo sovraesposto intenzionalmente e non avevo rimesso a posto la rotella....
ora dovrei sviluppare la pellicola in questi giorni, utilizzando o l'HC110 o il rodinal.
consigli per tirar fuori qualcosa di decente?
ho fatto degli scatti anche ad alcune turiste in spiaggia, a loro insaputa... molto meritevoli secondo il mio gusto... :ymdevil: :x :x :x

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 14:59
da nepalese
Ottimo Franco! Sicuramente ci sarà stato un contrasto piuttosto alto e sovresponendo avrai ombre ben leggibili. Non ti rimane che gestire le alte luci diminuendo il tempo di sviluppo. Tieni conto inoltre che la efke 50 avrà una sensibilità effettiva inferiore...quindi con 32 asa non avrai una sovraesposizione così eccessiva. Solitamente che tempi di sviluppo usi?

Ciao, Ale.

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:03
da nepalese
...

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:20
da franny71
scusate, ero uscito un momento....
io normalmente la espongo a 50, sovraesponendo di mezzo stop, e poi sviluppo in rodinal 1+25 per 5'.
agitazione iniziale di 30 sec, e poi 2 agitazioni ogni minuto successivo.
la mia tigre mica ce lo sa, ecco perchè è tollerante....

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:41
da Silverprint
Ciaooo
vngncl61 ha scritto:Silverprint ndò stài? a...Delfi o a Cuma?
Sto qui, me so' fatto 'na penichella. (-| Er cardo me stenne.

Le Efke non le conosco. Ma difficilmente uno stop e un terzo in più di quel che si fa di solito è un problema. In genere un po' di sovraesposizione è un problema solo se la pellicola ha una spalla precoce, la sovraesposizione in quel caso fa cadere le luci in un ambito di densità non ben modulato. Tra le pellicole moderne poche corrono questo rischio, specialmente se non si fa ricorso a rivelatori molto compensatori.
La riduzione dello sviluppo non è necessaria per via della sovraesposizione (sempre che non ci sia una spalla brutta in agguato), ma di solito non fa male, i negativi morbidi rendono meglio in stampa.

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:49
da franny71
nicò, sovraesponendo e sottosviluppando del 15-20% non è poi così tanto allegrotta...
dovevi vedere prima allora, quando sovrasviluppavo, esponevo per gli iso nominali e agitavo 4 volte al minuto....
stampando su gradazione 1 avevo un bellissimo 2 toni...
pareva una stampa lith.
ora non ho grossi problemi a stampare su grado 2-3...
e pensa che ancora non riesco a cacciar fuori dei bei neri.
mi sa che hai ragione riguardo le femmine...
sanno sempre tutto, e quando non sanno, inventano e ti fanno confessare....
Andrea, buon risveglio!!! :D :D :D
la spalla delle efke non la conosco molto, ma nemmeno i fianchi...
così ad occhio ti posso dire che ha un andamento abbastanza ripido tra piede e spalla.
proverò a sottosviluppare un 20% in meno, vediamo che ci tiro fuori...
provo a cercare qualche info su questa pellicola, che mi piace un sacco tra l'altro.
nicò, calma, che tra un pò passa pure questo, come è passato scipione...
poi che arriverà, cardone?

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:57
da Silverprint
vngncl61 ha scritto:
Silverprint ha scritto:... è un problema solo se la pellicola ha una spalla precoce, la sovraesposizione in quel caso fa cadere le luci in un ambito di densità non ben modulato. ...
Quando parla così mi fa venire istinti omicidi :ymdevil: :))
=)) Sarà dura spiegarsi diversamente... #-o

Ogni accoppiata pellicola/rivelatore ha una sua tipica famiglia di curve caratteristiche... (mi sa che così è peggio :( . Ricomincio...).

Le pellicole moderne sono quasi tutte in grado di registrare un intervallo di luminosità molto ampio in maniera quasi lineare. Con pellicole del genere una sovra-esposizione non ha gravi conseguenze, in pratica si otterranno stampe quasi identiche semplicemente aumentando l'esposizione della carta.

Quasi perché un po' la grana aumenta e perché il rapporto tra esposizione ed annerimento della pellicola (è il fenomeno descritto dalla curva caratteristica) non è lineare, ma segue appunto una curva.

Meglio? :-s

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 16:59
da nepalese
Forse peró ti conviene aumentare la diluizione dello sviluppo; con tempi 15% - 20% in meno dei 5 minuti che usi solitamente potresti avere uno sviluppo non omogeneo. Un pre-bagno, potrebbe essere un'alternativa. Andrea saprà essere più preciso ed eventualmente distogliere ogni dubbio a riguardo.

Ciao

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 17:14
da franny71
non lo so, voglio contattare Boris di Fotokemika per chiedergli le curve caratteristiche delle pellicole, vediamo se risponde...
a proposito come si dice curva caratteristica in inglisc?

Re: EFKE 50: guaio?

Inviato: 05/07/2012, 17:17
da Silverprint
Eh... non l'ho provate :( , e manco c'ho voja... :))

Il fatto che sia una 50 asa, pur se di vecchia concezione, mi fa preoccupare poco... però. ;)

In english curva caratteristica si traduce characteristic curve. :))