Pagina 1 di 3

Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fare?

Inviato: 26/09/2012, 18:51
da rolloman
Salve a tutti!
Bella gionata di sole ad Agosto intorno alle 13:00 ( quindi scene ad alto contrasto) ho fatto delle foto ad un paesino, tutto bello! l'unica cosa è che dopo aver dato fondo al rullo mi sono accorto di aver lasciato l'esposimetro tarato su 400 iso ~x( , l'unica salvezza è che ho esposto per le ombre aumentando di uno stop rispetto alla lettura esposimetrica, quindi in buona sostanza dovrei stare 1 stop sotto rispetto alle ombre e aver le alte luci in zona VI (almeno credo) il punto è : adesso sviluppo tipo N+1/N+2 (nel caso di quanto aumento il tempo?) o addirittura ad N ? altrimenti qualcuno mi ha detto di provare con uno sviluppo Stand, che ne pensate?
N.B. le foto sono state scattate con un Fuji GF670 (per chi non la conosce, dispone di un esposimetro a luce riflessa con misurazione media pesata al centro)

Grazie e a tutti :-h :-h
Rolando

Re: Across 100 esposta a 400 cosa fare?

Inviato: 26/09/2012, 19:05
da Silverprint
Ciao Rollo (sei il Rollo che conosco? :) )!

Ohi, ohi che gran confusione! :(

Rifacciamoci un po' di conti va!

Esposizione presa sulle zone scure che invece di venir giustamente esposte meno della lettura vengono sovra-esposte di uno stop, partendo da iso 400 invece che 50 (sensibilità effettiva della Acros 100)...

Quindi sarebbe come aver esposto le ombre a 200 iso, che sarebbe a dire che sono sottoesposte di due stop, che sarebbe a dire che vanno in Zona III. Quindi "quasi tutto ok". Quasi perché la Zona III è la parte più scura dove viene ancora mantenuto pieno dettaglio.

Quindi domande: quanto erano scure le parti dove hai puntato l'esposimetro? Hai usato un esposimetro spot?

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 27/09/2012, 1:06
da maramau
Interessante aspettiamo la risposta di rollo per capire dove andremo a finire

Re: Across 100 esposta a 400 cosa fare?

Inviato: 28/09/2012, 14:51
da rolloman
Mah... Nel titolo è uscito "in modo bislacco"! Ma giuro di non averlo scritto! Mistero....
Vabbe, ciao Andrea! Si sono io, bentrovato :)
Allora le scene erano per lo più viette, con la il classico taglio di luce in obbliquo con una zona in ombra e una zona in piena luce(i muri delle case erano bianchi), le ombre non erano scurissime, tuttavia io ho posizionato la macchinetta nella zona in ombra e ho preso l'esposizione, come valore mi dava 1/250 e io ho tarato il tempo Su 1/125 e ho scattato.
Le foto sono state fatte intorno alla mezza, l'esposimetro usato è quello della macchina fotografica, una Fuji GF670, dispone di un esposimetro a luce riflessa con misurazione media pesata al centro, o almeno così ho letto Su internet.
ornando alle ombre, si credo che non siano compromesse, quello che mi proccupa di più sono le alte luci che sicuramente sono in zona V/VI quindi grigie!
Che ne pensate?
Grazie
Rolando

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 28/09/2012, 15:36
da Silverprint
Ciao Rollo! :)

La GF di Fernando?

Bislacco l'ho aggiunto io! :p (NDM = Nota Del Moderatore...) :)) Perdonami :ympray:
L'ho aggiunto perché il titolo avrebbe fatto pensare ad una grave sotto-esposizione che invece non c'è. Penso che sotto-esposte lo siano comunque, circa uno stop (non tre, però!).

Riguardo il contrasto invece ho i miei dubbi: se i muri erano bianchi e illuminati dal sole, per quanto possano con la loro luminosità schiarire con luce riflessa le parti in ombra, ho idea che non siano solo 2/3 stop più chiari delle ombre (che hai esposto in zona III +/-), ma che lo siano molto di più.
Per esempio, in questo momento fuori della mia finestra sul vicolo tra il muro al sole e il muro in ombra di stop di differenza ce ne sono circa 4 ed il cielo è quasi del tutto coperto (con cielo sereno sarebbero di più).

I muri al sole li hai misurati?

Io credo in base alla descrizione che il contrasto fosse abbastanza alto, ma che unito alla presumibile sotto-esposizione il rullo richieda uno sviluppo normale.
In zonsistemese :)) sarebbe stato da fare N -1 circa (luci in zona VIII/IX immagino, da portare in VII/VIII), con la media delle parti scure in zona IV, ma visto che le parti scure sono in zona III (e quindi le luci in VII/VIII), dovrebbe andare bene N.

Ad ogni modo è quasi sempre meglio avere un negativo morbido ed alzare un po' il contrasto in stampa, che non viceversa.

Riguardo lo sviluppo stand non mi pare adatto alla situazione. Il recupero possibile nelle parti scure è modesto e le luci non credo abbiano bisogno di estrema compensazione.
Per non dire che l'ottica è davvero bella e la pellicola pure e andargli a rovinare di proposito l'incisione spappolando la grana e la modulazione tonale toni chiari con la compensazione (è quel che fa uno sviluppo stand) è abominevole! :))

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 28/09/2012, 15:51
da porcospino99
Ecco, pensa che io ho fatto un macello simile con una Fp4 e "buttato" la pellicola dentro un brodo di Rodinal per circa 25 minuti (non so neppure quanti perché per errore ho spento il cronometro ad un certo punto...) e (non ho ancora stampato!!) a vedere i negativi ero molto contento....
Adesso non vedo l'ora di stampare per vedere che ne esce!

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 28/09/2012, 22:16
da rolloman
ahahahahahahahaha :)) :))
Grande Andrea! ecco per cosa stava NDM, non avevo capito, cmq assolutamente nessun problema :)
Allora, la GF è la mia!! ne sono entusiasta, anche se ancora devo sviluppare i rulli, quindi fondamentalmente non la conosco dal punto di vista della camera oscura, tranne 2\3 stampe di Fernando.
Per quanto riguarda le alte luci so soltanto che al momento dello scatto lampeggiava velocemente il valore 1\500 ed io ero ad 1\125 ( quell'esposimetro, quando lampeggia piano ti indica il valore giusto diciamo, quando lampeggia forte ti segnala che il valore è ancor superiore, quindi nel mio caso minimo 1\1000), però non ho misurato il valore delle alte luci, probabilmente avrei dovuto visto che i muri erano bianchi :D
Bè ottimo direi un bell sviluppo N :)
Leggendo post precedenti ho visto che tra studional e Hc 110 preferisci lo studional per questo tipo di pellicola, io però ho un campioncino che mi ha regalato Giorgio(sempre studional), ma non è R09, lo conosci? cmq lo fanno in Italia per l'esattezza Bellini foto.
Grazie Andrea

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 28/09/2012, 22:44
da Silverprint
Ciao!

Non conosco il rivelatore che ti ha dato Giorgio, potrebbe essere uguale o no... boh? :-\
Non ho mai usato questi nuovi R-09... ho ancora una bella scorta di quello originale Agfa
(non ne puoi rubare un goccetto a Ferna? :ymdevil: ).

La GF è proprio fichetta! :D Siete degli elegantoni (piace anche a me).

Hc-110 vs. Studional... difficile. Le mie impressioni (ho usato molto entrambi) sono che l'HC-110 sfrutta meno bene la sensibilità (c'è forse "troppo" anti-velo), ma la trasparenza della base così ottenuta da un bel micro-contrasto ai toni scuri e facilmente neri belli brillarelli... ma se tutto va bene si mangia 1/3 di stop, a volte assai di più (dipende dalla pellicola). La grana è piuttosto fine, ma ancora abbastanza ben disegnata, le alte luci modulano abbastanza bene. Lo Studional sfrutta meglio la sensibilità ed è forse un po' poverello di anti-velo (su alcune pellicole si alza un po', poco però!), la grana tende ad essere grossotta e ben disegnata ad 1+15, comunque rimane ben disegnata anche ad 1+30 (con tempi raddoppiati +/-) pur essendo decisamente meno visibile. In alte luci è un poco più soft dell'HC-110, ma modula molto bene anche su valori assai alti.

Per la situazione che hai descritto mi pare evidente che lo Studional sarebbe più azzeccato. Molto bello con la Acros é anche il Tetenal Neofin Blu, davvero da provare. ;)

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 26/10/2012, 16:02
da rolloman
Ciao Andrea, :)
grazie ancora per i consigli, alla fine dopo varie peripezie, sono riuscito ad acquistare lo Studional :D (al secolo R09 Studio-tra l'altro merce rara non è facile da trovare-) quindi sono pronto per la mia sessione di sviluppo, l'unica perplessità è che in rete non si trovano valori di riferimento per sviluppare le acros in studional, l'unica cosa che ho trovato sono le neopan 100ss in studional ma temo non sia la stessa pellicola.
Anche se è chiaro che i valori sono solo indicativi, dove posso trovare qualche info, oppure un valore N per una diluzione 1+30 quale puo essere?
Grazie a presto!
Rolando

Re: Across 100 esposta (in modo bislacco, NDM) a 400 cosa fa

Inviato: 26/10/2012, 16:21
da Silverprint
Ciao Rollo!

I tempi sono indicativi... ogni sistema è storia a sé.
Acros in Studional 1+30 a 20°C

N-2 ... 4'30" S.E. iso 40
N-1 ... 5'30" S.E. iso 50
N ..... 7'00" S.E. iso 50