Pagina 1 di 6

Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 28/06/2013, 19:49
da bartez
Sono in procinto di sviluppare la mia prima pellicola una ILFORD FP4+.
Leggendo il datasheet, sono orientato all'acquisto del ILFOTECDD-X e di seguire paro paro quello che è riportato nel bugiardino. Va bene così o mi consigliate prodotti e tecniche differenti (sia tecnicamente che economicamente :D )?

Seguirà naturalmente la mia prima stampa utilizzando un Durst M605 BN, specifico perchè ho letto in altri post che anche il tipo di ingranditore utilizzato (luce diffusa o condensata) nella catena di sviluppo e stampa influisce su prodotti e tempi.

Come carta ho deciso, su suggerimento di luca_dega di prendere la Fomaspeed variant.

Grasie

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 28/06/2013, 22:08
da michele95
Io sinceramente, anche se sono anch'io solo al 3° sviluppo, seguendo i consigli di un amico con oramai 3 anni di esperienza alle spalle ho comprato per sviluppare il mio primo rullo (Anche lui una ilford fp4+) l'Ilfosol 3 e l'ho utilizzato sempre su consiglio di quel mio amico con diluizione 1+14 a 24° con i tempi da bugiardino e i risultati sono stati soddisfacenti con una spesa abbastanza contenuta (Di sicuro costa molto meno dell'ilfotec)
Comunque qualunque cosa deciderai ti auguro comunque buono sviluppo e buona stampa, io al primo sviluppo e alla prima stampa ero emozionato come un bambino, quando ho aperto la tank con il primo rullino che ho sviluppato per appenderlo ad asciugare fremevo dalla voglia di vedere il risultato come un bambino che scarta un regalo :-)

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 29/06/2013, 7:48
da Walter
Il problema del DDX e' che costa un botto e ci sviluppi pochi rulli.
Da tempo ho optato per l'HC110, costa ma ci fai un sacco di rulli e si conserva benissimo

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 29/06/2013, 13:44
da zone-seven
Il ddx non l'ho mai provato, ma ho notato che costicchia e mi pare ma forse sbaglio che c'è solo la confezione da un litro.
Come primo sviluppo in assoluto, io mi orienterei su prodotti usa e getta in quantitativi piccoli tipo il rodinal (in una delle sue tante varianti di nome) che esiste anche in confezione da 125cc, o l'ilfosol che mi pare sia anche da 250cc...
Poi se ti piace e se ti diverte, in commercio ci sta tutto l'occorente per sbizzarrisi come si vuole.

Non amo la carta foma, ma concordo con il Dega, tanto poi alla peggio una stampa la puoi rifare, il negativo no o non sempre...
Ciao ;)

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 29/06/2013, 14:43
da Anonymous01
bartez ha scritto:Sono in procinto di sviluppare la mia prima pellicola una ILFORD FP4+.
Leggendo il datasheet, sono orientato all'acquisto del ILFOTECDD-X e di seguire paro paro quello che è riportato nel bugiardino. Va bene così o mi consigliate prodotti e tecniche differenti (sia tecnicamente che economicamente :D )?

Seguirà naturalmente la mia prima stampa utilizzando un Durst M605 BN, specifico perchè ho letto in altri post che anche il tipo di ingranditore utilizzato (luce diffusa o condensata) nella catena di sviluppo e stampa influisce su prodotti e tempi.

Come carta ho deciso, su suggerimento di luca_dega di prendere la Fomaspeed variant.

Grasie


Ottima scelta il DD-X. Anche il T-Max della Kodak è ottimo, così come l'X-Tol sempre della stessa marca.
Ottima anche la decisione di attenersi alle istruzioni del produttore.

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 29/06/2013, 18:46
da iz7nct
Io fin ora ho usato ilfosol 3 ma 1+9 come diluizione e mi ci trovo bene. È venduto in confezione da 500 cc.
Per iniziare, essendo uno sviluppo usa e getta già preparato per essere diluito, e adatto. A breve passo all' id11, più economico ma da sciogliere.

Tony

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 29/06/2013, 23:24
da franny71
Io ho utilizzato il d76 con buoni risultati, lo so che è un polverone, ma funziona molto bene... Ah, in stock o 1+1

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 01/07/2013, 18:24
da bartez
l'orientamento è quindi per l'ilfosol 3.

per i tempi magari per la prima volta utilizzerò quella da datasheet.
il dubbio invece adesso è relativo alle "agitazioni".
ho visto alcuni video su YOUTUBE e letto alcuni post ma, sono un po' contrastanti tra di loro relativamente alla durata delle agitazioni.
Voi come vi siete regolati??
Inoltre per le operazioni di arresto, fissaggio, lavaggio??
l'amico bugiardino parla rispettivamente di:
ILFORD ILFOSTOP (con indicatore????);
ILFORD RAPID FIXER e ILFORD HYPAM liquidi, lasciamo strare quelli in polvere :-o ;
ILFORD HYPAM ,"se si utilizza un fissaggio non indurente con tank a spirale", quelli citati sopra sono "non indurenti"?
ed infine cito: "Per ottenere un asciugamento rapido ed uniforme, sciacquare per l'ultima volta la pellicola in acqua dopo aver aggiunto alcune gocce di imbibente ILFORD ILFOTOL", è necessario???

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 01/07/2013, 18:33
da iz7nct
È la mia procedura.. Io facevo capovolgimenti per 1 minuto e poi 10 secondi ogni minuto.. Ora faccio 10sec all'inizio e 10sec ogni minuto successivo . L'ILFOSTOP l'indicatore e per dirti quando è esaurito, ma se conti i rulli che ci fai è più sicuro. Il fix non so dirti se è indurente o no. L'ILFOTOL serve per non avere le macchie di calcare sul negativo.

Tony

Re: Sviluppo (primo ) di una ILFORD FP4+

Inviato: 01/07/2013, 19:10
da bartez
Ilford Rapid Fixer e Ilford Hypam NON SONO INDURENTI!!
È scritto nel datasheet, rileggendo meglio :D