Pagina 1 di 1

Sensibilità colori pellicole bianco e nero.

Inviato: 13/10/2013, 17:59
da ilmaiale
Ciao a tutti,
volevo aprire questo topic per avere un po' di opinioni dai mangiatori di argento riguardo alla sensibilità che può avere una certa pellicola ai diversi colori (ad esempio ho letto da qualche parte che la Technical Pan era poco sensibile al verde), in modo da avere sempre più consapevolezza su come utilizzare i mezzi e sul risultato che si vuole ottenere.
Se ritenete inutile questo topic potete buttarlo tranquillamente nel bidone.
Grazie,
Stefano.

Re: Sensibilità colori pellicole bianco e nero.

Inviato: 13/10/2013, 19:27
da impressionando
La Technical pan è soprattutto ipersensibile al rosso.....
....il verde e il blu non mi hanno mai dato problemi.

Re: Sensibilità colori pellicole bianco e nero.

Inviato: 13/10/2013, 19:55
da Silverprint
Ogni pellicola li "vede" a modo suo e parte del diverso "sapore" che hanno dipende dalla diversa sensibilità spettrale.

Nello specifico cosa vorresti sapere?

Re: Sensibilità colori pellicole bianco e nero.

Inviato: 13/10/2013, 20:49
da ilmaiale
Mah, volevo avere una lista generica dove ognuno poteva mettere la propria esperienza per renderla disponibile a tutti.. tipo pellicole più adatte all'incarnato, o altre più adatte alla vegetazione o altri svariati casi... Dici che sia troppo generica la cosa?

Re: Sensibilità colori pellicole bianco e nero.

Inviato: 13/10/2013, 21:09
da Silverprint
Più che troppo generica generica, mi pare mal impostata.
Più adatta a far questo o quello è sopratutto questione di gusti, e inoltre si può sempre intervenire coi filtri.
Per altro le differenze tra pellicole dovute alla differente sensibilità spettrale sono si ben visibili, ma pur sempre sottigliezze rispetto a parametri più sostanziali come variazioni di esposizione e controllo del contrasto.

Per esempio una pellicola che legga molto il rosso può ridurre (un pochino) l'evidenza dei difetti della pelle, ma schiarisce (sempre un pochino) anche le labbra. È adatta al ritratto? Direi che dipende. Per avere un buon controllo è più efficace lavorar di trucco e filtri.
Una pellicola che legga meno di altre il blu rende il cielo più scuro, ma rende più scure anche le ombre costringendo ad aumentare un po' l'esposizione e alla fine quel che risulta schiarito è il resto. È adatta al paesaggio? Dipende. Come sopra tra esposizione, sviluppo ed accorto uso dei filtri si controlla bene quel che si vuole.

Concludendo, imho, nella scelta di una pellicola comunque pancromatica la sensibilità spettrale è un parametro di importanza davvero secondaria, almeno finché non siano sotto esattissimo controllo i parametri di effetto più rilevante; cioè siano sotto esattissimo controllo (sì ripeto :) ) esposizione e contrasto vale a dire tempo di sviluppo in relazione al contrasto della scena (ottimizzato sulla singola catena).