LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Discussioni sui vari accessori necessari in camera oscura (tank, termometri, marginatori, taglierine, focometri, timer, esposimetri, etc..)

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2831
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda Elmar Lang » 14/06/2019, 13:09

Infatti, visto che è stata citata la ditta in provincia di Savona (FilmFerrania, I presume), ricordo paginate di discussione in cui si ricordava nemmeno sommessamente che il crowdfunding era finalizzato all'acquisto dei macchinari utili alla rimessa in produzione di pellicole e, in caso di successo, il "reward" per i "backers" sarebbe stata della pellicola. E da lì, è iniziata una catena di -diciamo così- misunderstandings.

Purtroppo, di fronte al potere commerciale della Cina si può ben poco, se non il coraggio di pochi.

Ero infatti ammirato quando, alle prime dimostrazioni di Ars-Imago, era annunciato che Lab-Box sarebbe stata prodotta in Italia, oltre che esserne progettata.

Curioso che aziende svizzere, con personale pagato secondo la legge svizzera producano e vendano, avendone anche remunerazione, e mi riferisco a prodotti "normali", non necessariamente dell'industria d'alta precisione...

Lab-Box, resta comunque un prodotto interessante, perché già conosco bene la comodità della pressoché eterna Rondinax.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda graic » 14/06/2019, 16:55

Anche se una sfrutta il supporto di aziende cinesi, mi pare che non si possano fare paragoni tra le validità dei piani industriali delle due aziende.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2831
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda Elmar Lang » 14/06/2019, 19:28

Infatti, se l'azienda di Savona avesse affidato la produzione in Cina di prodotti "engineered" in Italia, ora sarebbe acclamata e riverita.

Sta provando l'impossibile per produrre in Italia: pernacchie.

Istruttivo.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4695
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda impressionando » 14/06/2019, 19:57

Elmar Lang ha scritto:Infatti, se l'azienda di Savona avesse affidato la produzione in Cina di prodotti "engineered" in Italia, ora sarebbe acclamata e riverita.

Sta provando l'impossibile per produrre in Italia: pernacchie.

Istruttivo.

Nutro forti dubbi su ciò.
Purtroppo penso che non sarebbe cambiata una virgola.



Advertisement
Avatar utente
Lollipop
superstar
Messaggi: 1677
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda Lollipop » 14/06/2019, 20:05

Bisogna poi accettare il fatto che alcuni progetti di impresa hanno fortuna mentre altri no, senza necessariamente scomodare i mali, metabolizzando invece i benefici, della globalizzazione.


Lorenzo.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda graic » 14/06/2019, 20:55

impressionando ha scritto:
Elmar Lang ha scritto:Infatti, se l'azienda di Savona avesse affidato la produzione in Cina di prodotti "engineered" in Italia, ora sarebbe acclamata e riverita.

Sta provando l'impossibile per produrre in Italia: pernacchie.

Istruttivo.

Nutro forti dubbi su ciò.
Purtroppo penso che non sarebbe cambiata una virgola.

Qualcosa sarebbe cambiato, non avrebbe preso i finanziamenti pubblici, l'uso degli stabili e degli impianti etc. in definitiva in Cina non ci potevano neanche provare.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2831
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda Elmar Lang » 15/06/2019, 8:03

Vedo che siete tutti puntualmente più informati di me, certamente in base a ripetute visite in loco.
Buon fine settimana!

P. S.: uno degli aspetti meno lieti di Internet, è il fatto che tante persone, altrimenti normalissime, si trasformino in membri di durissimi tribunali, con tonanti pubblici ministeri e giudici rapidissimi nell'emettere feroci, inappellabili sentenze.

Qualche volta, varrebbe la pena ricordare che l'onere della prova spetta all'accusa...


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
NNNN_AAAA
esperto
Messaggi: 235
Iscritto il: 04/08/2017, 16:53
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda NNNN_AAAA » 17/06/2019, 16:29

graic ha scritto:
impressionando ha scritto:
Elmar Lang ha scritto:Infatti, se l'azienda di Savona avesse affidato la produzione in Cina di prodotti "engineered" in Italia, ora sarebbe acclamata e riverita.

Sta provando l'impossibile per produrre in Italia: pernacchie.

Istruttivo.

Nutro forti dubbi su ciò.
Purtroppo penso che non sarebbe cambiata una virgola.

Qualcosa sarebbe cambiato, non avrebbe preso i finanziamenti pubblici, l'uso degli stabili e degli impianti etc. in definitiva in Cina non ci potevano neanche provare.


Ciao Graic, senza polemica, ci sono marchi acclamati che fanno produrre le emulsioni (da loro studiate?) da Ilford o da Agfa in Belgio. Poi ci sono i tizi di Film Never Die (Australia) che vendono pellicole marchiate IRO (una 200 prima e una 400 ora) su cui fanno tanto i misteriosi (come se avessero trovato chissà quale produttore mentre anche i sassi conoscono la situazione attuale) e non sono altro che Fujicolor 200-N la prima e la 400 Superia (ma senza lo strato giallo, insomma quella delle usaegetta) la seconda, mi pare marchiata 400-N (N pure questa). CineStill, ecc.
Poi c'è Film Ferrania che ha fatto una cosa ben più impossibile di Impossible.
I primi sono bene o male acclamati in Italia e fuori, la seconda qua è stata accolta davvero a pomodori in faccia e si sono scritte tante imprecisioni e millantati tanti retroscena, all'estero un po' meno ma qualche analfabeta funzionale c'è pure fuori dall'Italia.
Perché? Mistero!
Dimenticavo: Lab-Box. 3 anni o forse più per produrre una scatola in plastica. Con tutto il rispetto e ben sapendo che anche le cose più semplici richiedono una attenta progettazione, mi sembra che qua sia stata accolta benissimo e nessuno abbia gridato allo scandalo quando è venuta fuori la storia della Cina.


(La ricerca ha trovato 3069 risultati: rodinal; la ricerca ha trovato 7 risultati: terry richardson).

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: LAB-BOX: una tank innovativa made in Italy

Messaggioda graic » 17/06/2019, 17:00

Tutto giusto, beh più o meno, io avevo solo risposto a chi parlando di FilmFerrania sosteneva che avrebbe potuto ottenere i risultati proposti appoggiandosi per la produzione in Cina, cosa ovviamente irrealistica.
Inizialmente avevo parlato di validità del piano industriale pur sapendo che l'uno obiettivo e l'altro sono estremamente diversi come dimensioni e realizzabilità, ma un piano industriale valido consiste esattamente nel porsi degli obiettivi raggiungibili e realizzarli.
Infine sarebbe anche vero che
Film Ferrania che ha fatto una cosa ben più impossibile di Impossible

se l'avesse fatta.


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.




  • Advertisement

Torna a “Accessori vari per camera oscura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite