Ritardatore Kiev 88

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
-MarcoN-
esperto
Messaggi: 157
Iscritto il: 09/08/2017, 19:54
Reputation:
Località: Padova

Ritardatore Kiev 88

Messaggioda -MarcoN- » 12/06/2018, 19:30

Sulla Kiev 88 sono già stati aperte e chiuse molte discussioni, piuttosto caotiche e che spesso includevano pareri sull'eccessiva "russezza" di queste macchine - che vorrei un po' evitare. Ho un problema con la mia, a cui sono piuttosto affezionato, e che mi ha dato molte soddisfazioni. La mia è pure abbastanza fortunata, non mi ha mai dato troppi guai, e persino i magazzini sono esenti dai soliti problemi di trascinamento o di noie varie. Nonostante l'abbia recentemente fatta controllare da un noto centro assistenza, da qualche mese ha cominciato a presentare il problema, mai avuto in precedenza, del ritardatore che non parte. E' un problema che è andato aggravandosi, dapprima succedeva qualche volta isolata, poi sempre più spesso, fino ad ora in cui solo eventualmente accade che scatti regolarmente, rendendo assolutamente improponibile l'utilizzo. Succede indifferentemente, mi pare, con tutti i tempi, che sono sempre stati precisi prima che si presentasse l'inconveniente. Mi pare di notare anche questo strano fenomeno: tenendo la macchina orientata verso l'altro, con l'obiettivo che punta al cielo, il ritardatore prende a scattare quasi sempre. Riportata in posizione orizzontale, sembra che il ritardatore non esista più.
Ditemi, voi che di "ferraglie russe" ne avete aperte e affrontate molte: cos'è, dov'è e cosa devo fare per riparare questo dannato ritardatore? E' una molla da cambiare? Devo lubrificare qualche ingranaggio?


M. N.

Advertisement
Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2426
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Ritardatore Kiev 88

Messaggioda Elmar Lang » 14/06/2018, 12:23

La cosa migliore credo sia portarla nuovamente presso il centro di assistenza dove l'hai già portata, spiegando loro bene quale sia il problema. Visto che risiedi a Padova o dintorni, immagino a quale ditta ti sia rivolto. Da quel che ho letto e sentito, lavorano con serietà.

Intervenire da sé su un apparecchio concettualmente complesso come la Kiev-88, potrebbe portare a disastri non recuperabili convenientemente.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
-MarcoN-
esperto
Messaggi: 157
Iscritto il: 09/08/2017, 19:54
Reputation:
Località: Padova

Re: Ritardatore Kiev 88

Messaggioda -MarcoN- » 14/06/2018, 22:12

@
Avatar utente
Elmar Lang
hai ragione. Speravo in soluzioni più casalinghe e meno costose, perché in fondo avere la mia Kiev 88 perfettamente funzionante è un vezzo e non una necessità. Me ne farò una ragione: non esiste la soluzione “magica” tipo una goccetta di lubrificante qui o là per ravvivare lo spirito sovietico...


M. N.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2426
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Ritardatore Kiev 88

Messaggioda Elmar Lang » 14/06/2018, 22:20

Temo di no, a meno di sapere esattamente quale sia il problema è la relativa soluzione.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
-MarcoN-
esperto
Messaggi: 157
Iscritto il: 09/08/2017, 19:54
Reputation:
Località: Padova

Re: Ritardatore Kiev 88

Messaggioda -MarcoN- » 07/07/2018, 16:20

E così, ad un certo punto, senza alcuna spiegazione plausibile, la Kiev 88 ha ripreso a funzionare perfettamente. Non sbaglia più un colpo. Giuro che non l'ho fatta benedire di nascosto da Don Camillo.

Che meraviglia: è ovvio che anche gli oggetti hanno un'anima, ma non credevo fosse sensibile fino a questo punto. La (mia) Kiev 88 è senz'altro animata da quello spirito sovietico che fu di uomini di ferro e di macchine di ferraglia, delle moto Ural e Jawa, delle Kiev e delle Lomo, che vivono una missione nata capricciosa o menomata, e la portano avanti tossendo e sputacchiando, per dimostrare di meritare quel rispetto e quella considerazione che i vitaminici e americanissimi occidentali non concedono volentieri (almeno apertamente: permane tuttora il mistero su come abbiano fatto alla Zavod Arsenal a mettere le mani sui disegni e i progetti industriali della Hasselblad 1600f. Nulla fu mai smentito, nemmeno l'ipotesi di un compiacente regalo... Non so davvero se mi sbaglio su questo, ma quel che è certo è che questa è l'ipotesi che preferisco.).

La mia Kiev 88 si è meritata qualche rullo nuovo.


M. N.



  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti