Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Discussioni sugli accessori per il medio formato

Moderatore: isos1977

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8236
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda chromemax » 08/07/2018, 20:10

Lollipop ha scritto:Quanto alla “magia e plasticità” si entra in un campo da sempre dibattuto: c’è chi è convinto che ci siano ottiche in grado di fornire più tridimensionalità di altre. Io sono tra questi :)


A great deal of what is written about the practice of photography consist of opinions. [...] Because opinions are statements of personal feelings, they are neither right nor wrong and, consequently, are always valid. The problem with subjective opinions is that they lead to conclusion that are not easily tested and analyzed. Therefore, when one relies solely on personal opinion, the possibilities for obtaining new insights into the photographic process become very limited.
Basic Photographic Materials and Processes
Leslie Stroebel, John Compton, Ira Current, Richard Zakia



Advertisement
Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 588
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda Lollipop » 08/07/2018, 20:31

chromemax ha scritto:A great deal of what i written about the practice of photography consist of opinions. [...] Because opinions are statements of personal feelings, they are neither right nor wrong and, consequently, are always valid. The problem with subjective opinions is that they lead to conclusion that are not easily tested and analyzed. Therefore, when one relies solely on personal opinion, the possibilities for obtaining new insights into the photographic process become very limited.
Basic Photographic Materials and Processes
Leslie Stroebel, John Compton, Ira Current, Richard Zakia

La fantastica natura dell’uomo (al netto delle sue brutture). :)


Lorenzo.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8236
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda chromemax » 08/07/2018, 21:51

Ho fatto un errore di battitura che ha travisato completamento il senso della citazione, la prima frase dice:
"A great deal of what IS written about the practice of photography consist of opinions. "
Mi scuso per l'errore

(ho provveduto a correggere il mio messaggio precedente)



Avatar utente
dario62
appassionato
Messaggi: 19
Iscritto il: 15/02/2017, 10:51
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda dario62 » 09/07/2018, 0:15

Io ti posso solo dire che possedevo la 500CM con solo il Planar 80 e cercavo, proprio come scritto da Sandro,
un compromesso tra il 50 e l'80.
L'anno scorso prima di partire per le vacanze ho acquistato il 60 C, l'ho usato per più del 90% degli scatti.
Il Planar 80, tranne per qualche ritratto, è sempre rimasto nello zaino.



Avatar utente
Mandelbrot
guru
Messaggi: 304
Iscritto il: 28/07/2015, 23:24
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda Mandelbrot » 09/07/2018, 7:20

Grazie per i commenti.
Mi metterò alla ricerca di un 60 allora.



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 588
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda Lollipop » 09/07/2018, 9:25

chromemax ha scritto:
A great deal of what is written about the practice of photography consist of opinions. [...] Because opinions are statements of personal feelings, they are neither right nor wrong and, consequently, are always valid. The problem with subjective opinions is that they lead to conclusion that are not easily tested and analyzed. Therefore, when one relies solely on personal opinion, the possibilities for obtaining new insights into the photographic process become very limited.
Basic Photographic Materials and Processes
Leslie Stroebel, John Compton, Ira Current, Richard Zakia

Non ho le competenze per trattare in proprio l’argomento, pertanto mi limito alle sensazioni e ai link (la posizione più comoda: l’ambasciator non porta pena :) )


Dato che la mistica di questi obiettivi si gioca su sfumature di resa, su sfuocato e rendering 3D, allego gli MTF delle
tre versioni a puro titolo di cronaca; si può comunque rilevare che le versioni 1^ e 2^ sono calibrate con una evidente
curvatura di campo, che intercetta i piani di giacitura indotti dall'aberrazione sferica creando gli strani picchi di resa anomala
a certe altezze sulla diagonale; naturalmente l'MTF misurato su un piano ideale, senza correzione di messa a fuoco sulla curva,
è penalizzato vistosamente dalla presenza di curvatura di campo, come evidenziato dal vistoso calo sul campo ad f/5,6 per le
alte frequenze spaziali delle prime due versioni; appare evidente la maggiore correzione ad f/1,4 sull'asse nel progetto di
Mandler, commercializzato dal 1962 in poi, ma anch'esso, su un piano prettamente teorico, mostra il fianco nella correzione
periferica, rendendo al meglio soprattutto con soggetti singoli, definiti e ben staccati dallo sfondo circostante; la versione
asph. flottante mostra una cura davvero certosina nella correzione delle aberrazioni ai bordi, dove curvatura di campo ed
astigmatismo sono certamente stati minimizzati in modo minuzioso; restano i mugugni di certi utenti riguardo alla perdita di
"resa plastica", ma non va dimenticato che il comportamento plastico della precedente versione è dovuto ad un effetto
collaterale delle sue aberrazioni residue sottocorrette, e da un cero punto di vista non è molto logico accusare il Summilux
Asph. di essere "troppo perfetto"; un famoso progettista Zeiss disse: "siamo matematici, non filosofi": giustamente, essi
correggono le aberrazioni e non sono tenuti a mantenerle oltre una certa quota soltanto per preservare un certo
fingerprint che ad una fetta di utenza è gradito....

(fonte: 1] e 2] Erwin Puts 3] Leica Camera GmbH)


http://www.marcocavina.com/articoli_fot ... 00_pag.htm


Lorenzo.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8236
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda chromemax » 09/07/2018, 11:20

Ah, la potenza delle parole!
Rimanendo sempre fuori contesto, quello che per obbittivi "normali" sono imperdonabili difetti per altre ottiche diventano "mistica".
In casa leica la curvatura di campo non viene corretta ma calibrata; il calo di nitidezza ai bordi diventa un punto di forza nel rendere soggetti singoli (ma solo se inquadrati al centro).
Lo sforzo progettuale della correzione delle abberrazioni, che dovrebbe essere una caratteristica normale di ogni obbiettivo, in casa leica diventa certosino e minuzioso, quasi ad indurre l'immagine epica di progettisti arrovellati di fronte ad una lavagna carica di formule illuminata dalla fioca luce di una lampada a petrolio che perdono sonno e capelli pur di offrire il massimo della purezza ottica, scena molto più suggestiva del freddo bagliore dei fosfori del monitor del computer che ha fatto i calcoli.
Un'ottica "tonta" per le troppe abberrazioni quando proviene dall'Assia diventa plastica grazie all'effetto collaterale di abberrazioni residue (sic).
Ribadisco, sempre fuori constesto (nella lettura di tutto l'articolo la prospettiva cambia anche se imho rimane sempre di sottofondo un'eccessiva indulgenza quando si parla di leica), se descritte in modo analogo anche le ottiche kiron rischiano di entrare nella "mistica" dell'ottica.

A me questo liguaggio non piace, lo trovo vagamente di ridicolo, come del resto quello che si legge nelle etichette del vino o gli slogan delle pubblicità. Quando si parla di "plasticità", "tridimensionalità", "stacco dei piani", si rimane sempre nell'ambito del giudizio personale e, come hanno scritto sopra persone ben più autorevoli di me, il giudizio soggettivo è inconfutabile(1) ma anche poco utile per una crescita critica.
Personalmente, e lo detto più volte, sono convinto che le differenze tra ottiche diverse ci sono ma sono di ordini di grandezza assai inferiori rispetto ad altre variabili in gioco che influenzano la qualità dell'immagine in maniera molto più profonda; spesso quelle che vengono decantate come caratteristiche mistiche degli obbiettivi sono causate da altri fattori, contrasto, flare e illuminazione in primis.
Non ho niente contro Leica e sono convinto che faccia ottiche eccezionali, belle, normali e... così così, come ogni altro buon produttore di vetri, generalizzare, come quasi sempre viene fatto quando si tratta di questo marchio, non ha senso (btw nella mia piccola e limitata esperienza le lenti R sono mediamente migliori delle M... apriti cielo!)

E' però inconfutabile che per avere un effettivo aumento qualitativo è molto meglio passare al medio formato che ad un parco ottiche leica.

Tra una fototessera della macchinetta e una fototessera di Hurrel la differenza non sta nell'ottica usata ma dalla qualità dell'illuminazione, tanto per capirci.

(1) E da qui deriva che tutta questa discussione è abbastanza inutile per cui, dopo questo post, non ritornerò più sull'argomento, a meno di non essere sollecitato direttamente.



Avatar utente
Lollipop
guru
Messaggi: 588
Iscritto il: 31/10/2017, 22:33
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda Lollipop » 09/07/2018, 11:46

In verità volava essere solo un argomento leggero, quasi da ombrellone (o da quasi ombrellone). Senza dubbio OT, derivando liberamente da un giudizio espresso. Chiedo scusa dello spazio rubato.

PS comunque ho letto volentieri il lungo post


Lorenzo.

Avatar utente
krix
appassionato
Messaggi: 16
Iscritto il: 20/01/2018, 14:04
Reputation:

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda krix » 09/07/2018, 14:03

Mandelbrot ha scritto:Ciao a tutti,
Avrei trovato un 60mm ma prima di prenderlo vorrei avere qualche parere se sto facendo la cosa giusta.
Attualmente ho un 150, un 80 e un 50 e mi hanno parlato bene del 60 come di buona lente tutto fare.
Cosa ne pensate?
Grazie
M

Personalmente non vedo molta differenza tra un 50 ed un 60, sono veramente vicinissime come lunghezza focale.
Però comprendo che in base al genere di fotografia (quando ben indirizzata) che uno pratica 10mm possono fare la differenza, io avendo un 50 lascerei il 60 ed investirei in pellicole e magari qualche testo importante. Ho il 50 che nel MF come grandangolo a volte è un po troppo lungo, ho provato il 40 che ha "caratteristiche" o "difetti" (punti di vista) che non me lo hanno fatto piacere.



Avatar utente
impressionando
superstar
Messaggi: 4294
Iscritto il: 28/08/2011, 11:08
Reputation:
Località: Reggio Emilia

Re: Hasselblad 60 3.5/CF Y or N?

Messaggioda impressionando » 09/07/2018, 18:07

Tornando all'inizio ed allontanandosi dal crepaccio per evitare incidenti....
Mandelbrot ha scritto:Ciao a tutti,
Avrei trovato un 60mm ma prima di prenderlo vorrei avere qualche parere se sto facendo la cosa giusta.
Attualmente ho un 150, un 80 e un 50 e mi hanno parlato bene del 60 come di buona lente tutto fare.
Cosa ne pensate?
Grazie
M

La mia soluzione "definitiva" per lo zaino "leggero" è Distagon 60 + Planar 100. Entrambi di dimensioni e peso simili all'80 e con caratteristiche ottiche di gran rilievo.

PS: cosa sognifica "Y or N"?





  • Advertisement

Torna a “Medio formato”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti