Iniziare con lo sviluppo da zero

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Lenza93
appassionato
Messaggi: 13
Iscritto il: 30/08/2018, 0:22
Reputation:

Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda Lenza93 » 12/09/2018, 9:22

Ciao a tutti ragazzi,
mi son avvicinato alla pellicola un annetto fa, per ora facevo sviluppare al laboratorio, pensavo di sviluppare in casa d'ora in poi, mi date qualche consiglio su tutti i prodotti che devo acquistare? al momento ho una camera oscura dove stampo e basta quindi ho già familiarità con sviluppo/arresto/fissaggio, vorrei capire quali prodotti (con marche e link se si può) usate e perchè. In generale a me piacciono i contrasti forti, non ho idea se si possa trattare la pellicola in modo da aumentare il contrasto direttamente da li o se invece devo trattare tutto in stampa successivamente.
Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi



Advertisement
Avatar utente
Federico Pari
esperto
Messaggi: 101
Iscritto il: 05/09/2017, 15:36
Reputation:

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda Federico Pari » 12/09/2018, 13:26

Ciao Lenza,

tutte le risposte si trovano nel thread "Rivelatore Trix 400 - Lezioni di fotografia



Avatar utente
emag
esperto
Messaggi: 184
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda emag » 12/09/2018, 13:48

Ciao, quali stop e fissaggio usi? Controlla sull'etichetta se ci sia la possibilità di impiegarli sia per la carta che per la pellicola :) lo sviluppo invece deve essere specifico per la pellicola, in quanto, se non sbaglio, quello per la carta è troppo energico (correggetemi!). Potresti usare qualcosa tipo rodinal, cercatelo però tu (è abbastanza immediato, non sbagli). Il contrasto puoi deciderlo anche già dal negativo! Ma stando a quanto ho capito, la cosa migliore sarebbe produrre un negativo ricco di dettagli, dal contrasto non "definitivo" ma buono per la stampa (e una volta li decidi quale contrasto applicare)



Avatar utente
Merambolin
appassionato
Messaggi: 6
Iscritto il: 27/08/2018, 13:44
Reputation:

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda Merambolin » 12/09/2018, 13:58

Ciao Lenza,
Io è da poco che sviluppo pellicole (per ora solo 35mm), quindi la mia esperienza personale non è da veterani però intanto se vuoi ti posso dire il mio "settaggio".

Premetto che quasi tutto il materiale l'ho acquistato da questo sito che fa ottimi prezzi e che anche per grandi quantità ha ottime spese di spedizione.
[url][/url]
Al momento io uso:
- Un tank della Jobo (Uni tank 1200 amateur) presa di seconda mano da un mio amico.
Può contenere fino a un massimo di 2 rullino 35mm o 1 in formato 120

- Rodinal come liquido di sviluppo
Non è molto adatto allo sviluppo di pellicole veloci per via della quantità di grana che tira fuori, soprattutto in 35mm, ma dura veramente una vita in quanto si conserva bene e i dosaggi sono molto diluiti ( es 1+25, 1+50, 1+80, 1+100 ecc...). Leggendo un po in giro ho visto che non è molto amato da gente più esperta, ma per l'uso medio che ne faccio io ( scattando con pellicole molto lente) va molto più che bene. Sperimentando un po' e leggendo in giro si possono fare belle cose e poi ha un effetto marcato che a me piace molto. Prova a cercare qualche immagine in giro per internet così puoi farti un'idea!

- Come liquido di stop uso semplice acqua
Non so se funziona con tutti i liquidi di sviluppo ma il Rodinal permette di fare questo

- Ilford rapid fixer come fissante
L'ho scelto semplicemente perché è di facile uso e guardando in giro ho visto che molta gente l'utilizzava ( tra cui quel mio amico che ho citato prima) percui mi son detto che per iniziare poteva andare benissimo.
Va diluito prima dell'uso in 1+4 o 1+7. In base alla diluizione se non sbaglio varia anche il tempo necessarrio per fissare nella procedura di sviluppo

- (Questo è opzionale) Photoflo
E' un agente imbibente che si usa alla fine del processo di sviluppo. Serve per far asciugare in maniera più omogenea la pellicola che vai a stendere e per evitare segni di depositi di calcare ( se usi acqua del rubinetto) o bordi di gocce che sono evaporate sopra i fotogrammi che a volte possono comparire in fase di asciugatura. Photoflo è il nome dell'agente della kodak, ma ce ne sono tantissimi di altre marche che vanno benissimo. Io uso questo semplicemente perché è quello che ho trovato che costava di meno. So che diversa gente usa qualche goccia di detersivo per piatti come sostituto e dicono che funziona bene lo stesso, ma non l'ho mai provato quindi non ti so dire

per il resto, se già hai stampato in camera oscura, penso che un posto dove stendere la pellicola non sia un problema. Io mi sono attrezzato con una lenza da pesca tesa all'interno della doccia di casa e due mollette: una per tenere la pellicola da un'estremità, l'altra per fare da contrappeso attaccata all'altra.

P.S
Naturalmente ti serviranno poi cilindri graduati/siringhe e imbuti per miscelare le varie soluzioni, ma questo poi dipende da te :)

Spero di essere stato utile



Advertisement
Avatar utente
emag
esperto
Messaggi: 184
Iscritto il: 15/12/2017, 21:10
Reputation:
Località: Busto Arsizio

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda emag » 12/09/2018, 14:13

i fissaggi alla fine sono molto simili, basta che siano rapidi cosicchè il bagno non duri un'eternità (di solito quelli che si diluiscono 1+4 o 1+7 sono ok), però lo stop è meglio farglielo. perchè voler usare solo l'acqua? una tolla da mezzo chilo di acido citrico non costa veramente nulla rispetto a quanto dura, e almeno sei certo di "stoppare"...

..e di tenere pulito lo scarico del lavandino :p



Madmaxone
guru
Messaggi: 721
Iscritto il: 08/01/2017, 18:09
Reputation:
Località: Padova

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda Madmaxone » 12/09/2018, 14:32

Dico anch'io la mia da neofita dello sviluppo.
Solo bianco e nero.
Non ho C.O. quindi uso una Tank Innovativa, la Rondinax U35.
Prodotti ArsImago dallo sviluppo all'imbibente.
Procedura e tempi come da bugiardino Rondinax/ArsImago.
Risultati: "ma perchè non ho iniziato prima?!?!?" Nulla da paragonare ai laboratori esterni (almeno a quelli che ho sperimentato). Lo dicono tutti e hanno ragione.
Saluti.
Max



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8396
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda chromemax » 12/09/2018, 17:25

Federico Pari ha scritto:mi date qualche consiglio su tutti i prodotti che devo acquistare?

Una lista veloce del minimo indispensabile è:
Tank di sviluppo: se ben tenuta dura una vita per cui meglio prenderne una che permetta il trattamento di almeno un paio di rullini 135 e anche il 120, non si sa mai
1 clindro graduato da 100 ml --per misurare il concentrato degli sviluppi--
1 clindro graduato da 500 ml --per misurare il concentrato di arresto e fissaggio--
1 caraffa graduata da 1 litro --per diluire tutti i chimici--
1 termometro -- anche questo se ben tenuto dura una vita per cui meglio non risparmiare con prodotti non idonei all'uso fotografico (es. termometri da forno o da esterni)
1 timer --si può usare anche il cellulare o addirittura delle app, ma i dispositivi elettronici non vanno d'accordo con l'acqua, qualsiasi cosa che misuri il tempo in maniera chiara va bene, purchè abbia i secondi.
Bottiglie in PET da 1 litro per contenere le soluzioni, anche riciclate purchè siano ben pulite

sviluppo pellicola --quelli per carta non sono adatti--
arresto --obbligatorio, non farlo prima o poi porta a problemi
fissaggio --molto meglio il tipo rapido da diluire 1+4 o 1+5; lo stesso prodotto può essere usato anche per le carte ma usando un altra soluzione di lavoro
imbibente --obbligatorio, non usarlo macchia la pellicola con macchie di calcare o per asciugatura non uniforme; prodotti non fotografici come shampooh, sapone, brillantante non vanno bene.

Come sviluppo per pellicola si può usare un prodotto in polvere oppure un più comodo prodotto concentrato da diluire. Il Rodinal a me non piace, soprattutto come primo sviluppo, e quello che si trova in commercio oggi non è più "eterno" ma dura come altri prodotti o solo qualcosa in più. Chi è agli inizi in genere non si accorge delle differenze tra sviluppi diversi che vengono nascoste dalle ampie variazioni del metodo poco rigoroso per cui un qualsiasi sviluppo di tipo generico va bene (Ars-Imago FD, Ars-Imago FE, Fomadon LQN, Fomadon-P, Ilford ID-11, Microphen, Ilfotech HC, Ilfotech DDX, Kodak D-76, HC-110, Xtol, ecc, ecc.)

Per dove acquistare, i link dell'apposita sezione del forum Vendita online possono esserti di aiuto



Avatar utente
Lenza93
appassionato
Messaggi: 13
Iscritto il: 30/08/2018, 0:22
Reputation:

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda Lenza93 » 15/09/2018, 22:38

Ciao ragazzi scusate il ritardo, sono stati giorni di fuoco.

Allora, come sviluppo, arresto e fix uso quelli della ilford, avevo letto qualcosa a proposito del poterli usare anche per pellicole. Alla fine quindi mi basta prendere una tank e lo sviluppo da pellicole?
Caraffe graduate, termometri e timer ho già tutto ovviamente. Grazie!

Sto facendo un pò di confusione con queste marche che mi avete consigliato, perchè una dovrebbe essere preferibile rispetto ad altre?



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 8396
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Iniziare con lo sviluppo da zero

Messaggioda chromemax » 16/09/2018, 18:12

Lenza93 ha scritto:Sto facendo un pò di confusione con queste marche che mi avete consigliato, perchè una dovrebbe essere preferibile rispetto ad altre?


chromemax ha scritto: Chi è agli inizi in genere non si accorge delle differenze tra sviluppi diversi che vengono nascoste dalle ampie variazioni del metodo poco rigoroso per cui un qualsiasi sviluppo di tipo generico va bene





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti