Tecniche alternative e 35mm

Disussioni sulle tecniche alternative come l'infrarosso od il foro stenopeico

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
cesarediliborio
fotografo
Messaggi: 58
Iscritto il: 26/01/2015, 8:42
Reputation:
Località: Basilicagoiano (PR)
Contatta:

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda cesarediliborio » 13/02/2019, 14:55

negativo ha scritto:
cesarediliborio ha scritto:esistono tecniche alternative che non hanno bisogno ne di camera oscura ne di negativo, ad esempio i lumen print, la cyanotipia, tutte le tecniche off-camera, rayogrammi, chimigrammi e chi più ne ha più ne metta. Su youtube trovi tuttu quello che ti serve.
buon divertimento!

Capisco, ma se si chiede come partire da un negativo 35mm ed arrivare produrre una negativo grande formato ( si parla di analogico) penso che ci si riferisca a processi alternativi di stampa dove la pellicola è richiesta, e in questo caso una camera oscura è utile averla. La cianotipia in tempi lontani io l'ho fatta utilizzando il negativo, non mi risulta che nel corso degli anni abbiamo fatto una variante del processo dove non è richiesto, ma forse la notizia mi è sfuggita.


Non avendo ancora una camera oscura, e citando antiche tecniche, pensavo di dare un buon consiglio per lavorare anche senza macchinari.
Per quanto riguarda la cianotipia, io intendevo quella nel link sottostante, non so se sia la stessa della quale parli tu, questa mi sembra che si possa fare anche senza negativo.



Cesare Di Liborio

Advertisement
Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 147
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda negativo » 13/02/2019, 17:34

Ciao Cesare, interessante quello che hai postato, diciamo che si tratta di una specie di Lume print fatto però su carta su carta cianotipica piuttosto che baritata al bromuro, e comunque utilizzando un soggetto positivo ( i fiori ) si ottiene una stampa in negativo, comunque piacevole. In ogni caso quando si stende il sensibilizzatore si deve fare in luce di sicurezza o molto attenuata, cosi anche quando asciughi la carta appendendola o utilizzando aria non troppo calda, per questo processo la camera oscura non è strettamente necessaria.



Avatar utente
Merambolin
appassionato
Messaggi: 12
Iscritto il: 27/08/2018, 13:44
Reputation:

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda Merambolin » 13/02/2019, 19:27

Non vorrei deluderti ma se non possiedi una camera oscura diventa assai difficile mettere in pratica quello che ti ho sopra descritto e in più mettersi a fare stampe quali Kallitipia o Carta Salata, Gomma Bicromatata o Platino-Palladio, per citarti le più " praticate ". Devi lavorare in luce di sicurezza come nelle stampe convenzionali.


Avatar utente
negativo
non mi hai assolutamente deluso, anzi! La domanda l'ho posta proprio perché non ho le idee molto chiare su come funzionino certi procedimenti.
Se per l'ingrandimento del negativo è necessaria una camera oscura, vedrò di organizzarmi di conseguenza :)
potrei anche chiedere a quel mio amico appassionato se mi lascia usare la sua per questo processo. Non voglio esserti troppo di impiccio ma se non ti scoccia vorrei avere dei chiarimenti a quanto dicevi nella tua prima risposta:

- La pellicola ortocromatica che genererà il positivo deve essere anche essa 35mm?


Avatar utente
cesarediliborio
Bellissima la tecnica del video!



Avatar utente
negativo
esperto
Messaggi: 147
Iscritto il: 10/03/2017, 1:35
Reputation:

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda negativo » 13/02/2019, 20:30

No, che io sappia di pellicola ortocromatiche a tono continuo, parlo di VERE pellicole ortocromatiche, nel formato 35 mm o 120 non esistono e credo non siano mai esistite e comunque in fase di ripresa su tali formati non sarebbero necessarie. Sono sempre state prodotte in fogli. C'è però l'unica "superstite" che è la Ilford Ortho Plus che viene prodotta a partire nel formato 4x5 e maggiore, ( credo che Fotomatica l'abbia a disposizione in questo formato ) "costicchia" un po' ma la ritengo una delle migliori, se non la migliore nella sua categoria. Devi solo tagliare un pezzetto di questa pellicola e metterlo a contatto emulsione contro emulsione con il fotogramma, esporre attraverso la luce dell'ingranditore e poi sviluppare per ottenere un positiva ( diapositiva B/N) che poi utilizzerai per produrre un negativo grande formato ( sempre utilizzando la Ortho Plus ). Sviluppando in bacinella con luce rossa puoi controllare a vista tutto il processo. Se vuoi saltare il primo passaggio dovresti inviare il rullino 35 mm esposto in un laboratorio che faccia ( bene) il trattamento di inversione così che avrai a disposizione già delle dia B/N, ( positivi).



Advertisement
Avatar utente
colonial
esperto
Messaggi: 184
Iscritto il: 06/01/2015, 16:29
Reputation:
Località: Hermosillo Mex

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda colonial » 13/02/2019, 23:47

Ciao
Esiste la tecnica del bromolio, che sto praticando con soddisfazione;
Lavori sotto l'ingranditore, devi solo selezionare la carta fotografica che ti sembrera' piu' adatta;
Non e' completamente una tecnica fotografica in quanto necessita di un processo di inchiostratura ( a luce ambiente) ma offre moltissime possibilita' creative;
Se fai un giro su internet trovi molto materiale; purtroppo sei in e Europa e la varieta' dei prodotti disponibili non e' il massimo, pero' direi che Maco ha (o aveva) diversi prodotti a catalogo.
Io purtroppo prima di qualche mese non potro' tornare alla mia camera oscura...
Nei prossimi giorni provo a postarti un qualche link interessante, ora non posso proprio.



Avatar utente
Merambolin
appassionato
Messaggi: 12
Iscritto il: 27/08/2018, 13:44
Reputation:

Re: Tecniche alternative e 35mm

Messaggioda Merambolin » 14/02/2019, 0:31

No, che io sappia di pellicola ortocromatiche a tono continuo, parlo di VERE pellicole ortocromatiche, nel formato 35 mm o 120 non esistono e credo non siano mai esistite e comunque in fase di ripresa su tali formati non sarebbero necessarie. Sono sempre state prodotte in fogli. C'è però l'unica "superstite" che è la Ilford Ortho Plus che viene prodotta a partire nel formato 4x5 e maggiore, ( credo che Fotomatica l'abbia a disposizione in questo formato ) "costicchia" un po' ma la ritengo una delle migliori, se non la migliore nella sua categoria. Devi solo tagliare un pezzetto di questa pellicola e metterlo a contatto emulsione contro emulsione con il fotogramma, esporre attraverso la luce dell'ingranditore e poi sviluppare per ottenere un positiva ( diapositiva B/N) che poi utilizzerai per produrre un negativo grande formato ( sempre utilizzando la Ortho Plus ). Sviluppando in bacinella con luce rossa puoi controllare a vista tutto il processo. Se vuoi saltare il primo passaggio dovresti inviare il rullino 35 mm esposto in un laboratorio che faccia ( bene) il trattamento di inversione così che avrai a disposizione già delle dia B/N, ( positivi).


Credo che dovrò studiarmela per bene per riuscire ad avere risultati ( e di sicuro non a breve termine) ma grazie davvero infinite per queste informazioni, non avrei saputo dove reperirle altrimenti!

Ciao
Esiste la tecnica del bromolio, che sto praticando con soddisfazione;
Lavori sotto l'ingranditore, devi solo selezionare la carta fotografica che ti sembrera' piu' adatta;
Non e' completamente una tecnica fotografica in quanto necessita di un processo di inchiostratura ( a luce ambiente) ma offre moltissime possibilita' creative;
Se fai un giro su internet trovi molto materiale; purtroppo sei in e Europa e la varieta' dei prodotti disponibili non e' il massimo, pero' direi che Maco ha (o aveva) diversi prodotti a catalogo.
Io purtroppo prima di qualche mese non potro' tornare alla mia camera oscura...
Nei prossimi giorni provo a postarti un qualche link interessante, ora non posso proprio.


Non ne ho mai sentito parlare, attendo con ansia i tuoi link!





  • Advertisement

Torna a “Tecniche alternative”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite