Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Discussioni su ingranditori e tecniche di stampa

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
mska59
appassionato
Messaggi: 29
Iscritto il: 28/11/2018, 14:56
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda mska59 » 10/04/2019, 21:24

chromemax ha scritto:La prima parte del test può essere letta qui

Con colpevole ritardo pubblico la parte 2 del test sulla lampada Beghelli Zafiro Led usata come lampada per ingranditore.

Una delle perplessità che avevo sull'uso delle lampade led nell'ingranditore era l'uniformità del passaggio tra le gradazioni di contrasto utilizzando i filtri Multigrade; per motivi professionali so che i con i led non è tutto oro quello che luccica.
Il confronto tra le gradazioni di contrasto ottenute dai filtri Ilford Multigrade con la lampada ad incandescenza e quelle ottenute dalla lampada a led è visibile nel grafico qui sotto:

andamento_iso_range.png


Le gradazioni di contrasto hanno un andamento ben uniforme e spaziato con entrambe le lampade, anzi forse la curva della lampada led è anche più uniforme di quella della lampada ad incandescenza.
Con entrambe le lampade ho ottenuto la gradazione più morbida mentre con la lampada led il massimo contrasto ottenibile è leggermente più basso. Questo fatto non è preoccupante, anche le teste colore, quando utilizzate per variare il contrasto della carta multigrade non riescono a raggiungere le gradazioni più dure, per cui la differenza tra ISO-Range 80 e 70 non è tale da compromettere un uso ottimale della carta VC con la lampada LED.

Tengo a precisare che il grafico sopra riporta dati oggettivi e misurabili per cui il confronto è un confronto "vero"; non mi sono limitato ad un paio di stampe di soggetti a caso (che ho comunque fatto) corredate da impressioni che sono più personali che altro.
Per una migliore comprensione del grafico ricordo che pressapoco il valore di ISO-Range può essere ricondotto alle seguenti vecchie gradazioni:

ISO-R-----Gradazione
>170 --------00
170-140-----0
140-115-----1
115-95------2
95-80-------3
80-65-------4
<65----------5

Impressioni d'uso
Da quando ho effettuato il test la lampada led è rimasta nell'ingranditore e credo proprio che lì rimarrà, almeno per il normale lavoro di routine in camera oscura.
Il difetto maggiore che ho riscontrato è la bassa emissione luminosa che con negativi piuttosto densi (personalmente tendo a sovraesporre anche in maniera pesante) o con velo pronunciato (Delta 3200 o se si utilizzano sviluppi al pirogallolo o alla pirocatechina) costringono ad usare tempi di esposizione piuttosto lunghi se si vogliono ancora usare chiusure di diaframma di "sicurezza" (lavoro senza vetri e tendo a chiudere tra f/8 e f/11 col 135). La cosa potrebbe diventare un problema nel caso si vogliano stampare formati "generosi", ma nel caso c'è sempre la lampada ad incandescenza pronta :D
Tra i vantaggi ci sono il fatto che l'ingranditore può essere lasciato acceso tutto il tempo che si vuole senza pericolo di rovinare il negativo o il corpo dell'ingranditore stesso; fare provini d'esposizione a settori di 2 o 3 secondi non rappresenta più un problema per l'inerzia della lampada e si ha sempre la certezza che 5 esposizioni da 2" sono identiche a una singola esposizione da 10".
Inoltre è sparito il patema del cassetto che si svuota delle lampade di scorta; le lampade led non sono eterne (e non durano neanche quanto pubblicizzano) ma sono sicuramente più longeve delle lampadine ad incandescenza.

Come ultima cosa posso dire che, come ho potuto constatare anche in ambito professionale, i led non sono tutti uguali; mi è capitato di provare altre lampade led, con potenza nominale più alta, altrettanto uniformi come illuminazione e temperatura colore, come anche istantanee nell'accensione e nello spegnimento, ma il cui flusso luminoso misurato non era così superiore quanto la maggior potenza dichiarata poteva far supporre quindi, in attesa che qualche produttore si faccia in qualche modo garante sul buon uso fotografico di una lampada led, commercializzandone alcuni modelli, è d'uopo farsi le proprie prove, magari rischiando anche di prendere qualche piccola "fregatura" (nel caso c'è sempre una stanza della casa che avrà bisogno di una lampada led no?).


Davvero complimenti, era un po’ che cercavo una alternativa alle sempre più rare lampadine al tungsteno e ancora una volta su analogica trovo una risposta e per di più in italiano. Bel lavoro.


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk



Advertisement
Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 128
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda umperio » 10/04/2019, 23:06

chromemax ha scritto:
umperio ha scritto:Domanda: io ho un Durst M670 con testa colore che monta una lampada alogena OSRAM da 100W. Se volessi provare una luce LED esiste qualcosa di analogo, intendo con i due pin dell'attacco caratteristico delle alogene? Perdonate la mia ignoranza.

Non saprei ma credo che per compensare la perdita di luce causata dal sistema di miscelazione/diffusione siano necessari led potenti, più di quanto attualmente sia in circolazione per l'illuminazione casalinga.

Confermo quanto dici: ho fatto una veloce ricerca e i LED con quell'attacco (si chiama GU5.3) esistono, ma non vanno oltre i 50W equivalenti ovvero circa 600 lumen, a fronte dei 1250 lumen dell'alogena tradizionale da 100W.
Quindi per il momento noi che stampiamo a diffusione dobbiamo rimanere con le vecchie OSRAM.


Umberto

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9047
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda chromemax » 11/04/2019, 0:01

umperio ha scritto:
chromemax ha scritto:
umperio ha scritto:Domanda: io ho un Durst M670 con testa colore che monta una lampada alogena OSRAM da 100W. Se volessi provare una luce LED esiste qualcosa di analogo, intendo con i due pin dell'attacco caratteristico delle alogene? Perdonate la mia ignoranza.

Non saprei ma credo che per compensare la perdita di luce causata dal sistema di miscelazione/diffusione siano necessari led potenti, più di quanto attualmente sia in circolazione per l'illuminazione casalinga.

Confermo quanto dici: ho fatto una veloce ricerca e i LED con quell'attacco (si chiama GU5.3) esistono, ma non vanno oltre i 50W equivalenti ovvero circa 600 lumen, a fronte dei 1250 lumen dell'alogena tradizionale da 100W.
Quindi per il momento noi che stampiamo a diffusione dobbiamo rimanere con le vecchie OSRAM.

Di cui tra un po' ci sarà penuria, dato che la comunità europea ha deciso il bando anche per le alogene



Avatar utente
kiodo
guru
Messaggi: 641
Iscritto il: 21/09/2016, 17:07
Reputation:
Località: Bologna

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda kiodo » 11/04/2019, 0:28

umperio ha scritto:Confermo quanto dici: ho fatto una veloce ricerca e i LED con quell'attacco (si chiama GU5.3) esistono, ma non vanno oltre i 50W equivalenti ovvero circa 600 lumen, a fronte dei 1250 lumen dell'alogena tradizionale da 100W.
Quindi per il momento noi che stampiamo a diffusione dobbiamo rimanere con le vecchie OSRAM.


Questa equivale a 75w, ma è "narrow flood". Però, sparando dentro ad una scatola di diffusione, forse questa caratteristica non è un problema... boh.
https://www.1000bulbs.com/product/93615 ... RRWidgetID



Advertisement
Avatar utente
loupgarou
esperto
Messaggi: 109
Iscritto il: 03/12/2018, 9:04
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda loupgarou » 11/04/2019, 9:13

chromemax ha scritto:
umperio ha scritto:
chromemax ha scritto:Non saprei ma credo che per compensare la perdita di luce causata dal sistema di miscelazione/diffusione siano necessari led potenti, più di quanto attualmente sia in circolazione per l'illuminazione casalinga.

Confermo quanto dici: ho fatto una veloce ricerca e i LED con quell'attacco (si chiama GU5.3) esistono, ma non vanno oltre i 50W equivalenti ovvero circa 600 lumen, a fronte dei 1250 lumen dell'alogena tradizionale da 100W.
Quindi per il momento noi che stampiamo a diffusione dobbiamo rimanere con le vecchie OSRAM.

Di cui tra un po' ci sarà penuria, dato che la comunità europea ha deciso il bando anche per le alogene


@
Avatar utente
chromemax
, grazie per tutti i test e la distribuzione delle informazione.
Certo che tutto il mondo sembra cospirare contro di noi. Prima le lampadine "normali", adesso pure le alogene... :(



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4306
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda graic » 11/04/2019, 12:19

umperio ha scritto:Domanda: io ho un Durst M670 con testa colore che monta una lampada alogena OSRAM da 100W. Se volessi provare una luce LED esiste qualcosa di analogo, intendo con i due pin dell'attacco caratteristico delle alogene? Perdonate la mia ignoranza.

Come dice chromemax le lampade a led con attacco 6.35 esistenti hanno flussi luminosi inferiori e caratteristiche completamente diverse dalle alogene. Sulla sostituzione delle alogene nelle teste colore (con led COB) si è già discusso
lampada-led-per-ingranditore-test-parte-1-t18968-30.html#p186164
chissà se @
Avatar utente
impressionando
è andato avanti su questa strada e che risultati ha eventualmente ottenuto. Io però penso che l'unica sia di sostituire tutto il sistema illuminante con led ad alta potenza tipo i CREE


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 128
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda umperio » 11/04/2019, 13:11

graic ha scritto:Io però penso che l'unica sia di sostituire tutto il sistema illuminante con led ad alta potenza tipo i CREE

Intendi un progetto tipo questo? https://petapixel.com/2019/03/16/how-i-converted-a-durst-laborator-1200-enlarger-to-use-led-lights/


Umberto

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4306
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda graic » 11/04/2019, 13:34

Esatto, io sto facendo degli esperimenti. In proposito, purtroppo il tempo è tiranno e la cosa non va avanti, se ci riuscirò c'è lo faccio sapere


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
biberon
fotografo
Messaggi: 50
Iscritto il: 06/12/2018, 17:14
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda biberon » 13/04/2019, 0:42

Io nel mio durst 670BW sto usando una led osram opalina a cui ho cancellato le scritte con l'acetone da 11w calda a 2700 k che danno corrispondere alla 100w alogena e mi trovo benissimo soprattutto per durata e calore emesso,per le gradazioni forse essendo piùà calda perdo un pò di contrasto nella filtratura ma non lo so per ora perchè ultimamente sto usando dei vecchi pacchi graduati...in generale cmq mi trovo molto bene e amici mi dicono che anche la 4000K funziona con i filtri ma non ho esperienze in merito io!!!
non capisco il grafico di chrome ma io la promuovo!!!



Avatar utente
mska59
appassionato
Messaggi: 29
Iscritto il: 28/11/2018, 14:56
Reputation:

Re: Lampada LED per ingranditore Test -PARTE 2-

Messaggioda mska59 » 16/04/2019, 18:07

Anche sulle Beghelli adesso la scritta è sopra e andrà anche qui cancellata.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk





  • Advertisement

Torna a “Ingranditori”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite