voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: Silverprint, chromemax

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda Silverprint » 02/04/2014, 14:23

madness1980 ha scritto:Comunque grazie per la romanzina :) ne farò tesoro e cercherò un rivelatore a casaccio che mi ispiri nel nome e nei racconti :)


Ci sono stati un po' di thread dove a fronte di richieste sofisticate emergevano lacune su concetti di base. Lacune su concetti di base che emergono anche nella tua richiesta.

L'HC-110 è davvero un ottimo rivelatore, ottimo come ce ne sono tanti, ma come tutti i rivelatori ha le sue caratteristiche specifiche. Come ogni cosa va usato bene. Il fatto che tu lo abbia usato male, non significa che non sia un ottimo prodotto, o che sia una scelta "economica" adatto solo alle "foto divertenti". Una quantità sterminata di famosissime immagini sono state sviluppate in HC-110...

Nel tuo post non vi sono richieste a cui si possa dare una risposta specifica. Si può consigliare il tal rivelatore o il tal altro, i risultati saranno leggermente diversi, ma senza sapere quel che cerchi e sapendo che non ti è chiaro come controllare esposizione e sviluppo (lo si intende da ciò che scrivi), non vedo motivi per cui si debba consigliare X o Y. Un consiglio varrebbe l'altro.

Se invece avessi voglia di specificare bene e con dovizia di particolari i generi di foto che fai, le tue abitudini di stampa, la tecnica che usi per esporre, se facessi esempi di immagini che hanno una tecnica che ti piace (viste dal vivo), etc, forse sarebbe possibile dare indicazioni precise.

madness1980 ha scritto:... mi sarebbe piaciuto solo aver un'indicazione su una strada da percorrere...

Ok. Cambiare strada.

Non è solo cambiando rivelatore, o provandone tanti che otterrai qualcosa di buono che sia anche ripetibile e controllabile. La cosa da fare (imho) è cercare di capire come funziona! :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Advertisement
Avatar utente
madness1980
esperto
Messaggi: 115
Iscritto il: 03/09/2012, 16:56
Reputation:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda madness1980 » 02/04/2014, 16:52

è verissimo Silverprint, lacume di base ne ho eccome e pian piano stò cercando di colmarle.
Mi son letto e straletto con quaderno di appunti il tread del "quale rivelatore per la tri-x", mi pare che si chiami così, ho capito molto e molto devo ancora capire.
Come metodo di esposizione, forse sbagliando, uso un metodo misto. (come esposimentro uso un povero Sekonic L-308s)
-Metodo1: quando posso (es. quando lavoro con l'hasselblad perciò quando riesco a trovare il tempo per calcolare l'esposizione) uso un esposimetro esterno a luce riflettente andando a misurare le ombre e poi piazzandole in zona II o III dipende da dove riesco a misurare e quello che mi piacerebbe ottenere. Per aver una lettura "attendibile" cerco nel luogo dove sono (es. stanza con luce dalla finestra, cerco la zona d'ombra dove vorrei un minimo dettaglio, misuro la luce e piazzo la misura nella zona II) sposto la cella per la misurazione della luce incidente, avvicino quanto più possibile l'esposimetro facendo attenzione a non fare ombre). Se il contrasto della scena è molto alto allora aumento di un tot l'esposizione.
-Metodo2: (esempio di sabato pomeriggio) siccome vorrei provare a fare delle foto simili a Titarenko (per adesso missione fallita, lunghe esposizioni a mio parere esposte giuste ma tutte le persone che passeggiavano sono sparite in foto :( ) son andato a Milano, in una zona con molta gente, across in Hasselblad filtro -6stop. La across io la uso a 100 iso (so che andrebbe usata a circa 50 iso perchè la sua SE dovrebbe essere a circa la metà della IE ma purtroppo ho ottimizzato il mio sviluppo a 100 iso e perciò volevo "giocare" con lo scattare e non con i tempi e test per adesso). Per l'esposizione ho misurato la luce incidente andando a misurare la zona che volevo (e poi ragionando se il posto dove misuravo desideravo metterlo nella zona IV, V o VI. Sull'esposimetro ho messo iso 3 (il minimo per il mio esposimetro che sarebbero -5stop rispetto alla pellicola e di conseguenza l'ultimo stop che mi manca lo calcolavo a mente.).
- Gli altri metodi, cioè quelli per la fotografia "di strada" sono tecniche segrete :D, scherzi a parte, in genere fatto un tot di misurazioni in luce piena, in ombra, sempre misurazioni molto ampie, poi imposto la macchina fotografica e scatto variando solo leggermente in base alla luce della scena che stò inquadrando. Questo sicuramente è un pessimo metodo per misurare la luce ma in situazioni molto dinamiche e varie non ho ancora trovato di meglio.



Avatar utente
madness1980
esperto
Messaggi: 115
Iscritto il: 03/09/2012, 16:56
Reputation:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda madness1980 » 02/04/2014, 17:07

Silverprint ha scritto:
madness1980 ha scritto:Comunque grazie per la romanzina :) ne farò tesoro e cercherò un rivelatore a casaccio che mi ispiri nel nome e nei racconti :)

il grazie era vero, non ironico :)


[quote=Nel tuo post non vi sono richieste a cui si possa dare una risposta specifica. Si può consigliare il tal rivelatore o il tal altro, i risultati saranno leggermente diversi, ma senza sapere quel che cerchi e sapendo che non ti è chiaro come controllare esposizione e sviluppo (lo si intende da ciò che scrivi), non vedo motivi per cui si debba consigliare X o Y. Un consiglio varrebbe l'altro.

Se invece avessi voglia di specificare bene e con dovizia di particolari i generi di foto che fai, le tue abitudini di stampa, la tecnica che usi per esporre, se facessi esempi di immagini che hanno una tecnica che ti piace (viste dal vivo), etc, forse sarebbe possibile dare indicazioni precise.


Il genere di fotografia che faccio è sostanzialmente di due tipi: fotografia di strada e edifici/scene urbane decadenti (con quest'ultimo mio progetto di cercar di rifar la tecnica di titarenko), stampo con un ingranditore a luce condensata. Per le tecniche che uso per esporre, su quasi tutte le pellicole che uso dimezzo la IE (Trix, Hp5 e Neopan @ 200 TMax400@320) l'across la uso quasi solo @100 e poi mi capita di tirar le Hp5 ma su 135 spesso non mi garbano affatto, cosa diversa invece su 120. In neretto ho messo le mie pellicole preferite.

penso di aver scritto tutto e soprattutto in maniera confusa!!!! :D :D :-h :-h



luca_dega
superstar
Messaggi: 1506
Iscritto il: 17/11/2011, 13:34
Reputation:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda luca_dega » 02/04/2014, 21:13

In genere si va cambiando attrezzatura e brodi per convincersi che le foto...non da concorso che partoriamo son causate da quello e che solo qualcuno ci rivelasse la cabala giusta....ah! Che foto ne uscirebbero. Se si vuol fare qualcosina di più l'unico attrezzo del quale rifornirsi è l'olio di gomito.
Andrea hai una pazienza ed una costanza che non riuscirò mai a comprendere. Altri lo chiamerebbero "farsi del male"...
un saluto a tutti, belli e brutti



Advertisement
Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda Silverprint » 02/04/2014, 22:05

luca_dega ha scritto:hai una pazienza ed una costanza che non riuscirò mai a comprendere.




Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11610
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda Silverprint » 02/04/2014, 22:25

Titarenko... mica facile.

Dopo le lunghe esposizioni la sua è soprattutto una tecnica raffinata e complicata in stampa, con viraggi multipli fatti con molta delicatezza. Per quanto riguarda la scelta di pellicola e rivelatore le sue alte luci di solito sono poco modulate, sulla spalla, si può quindi ipotizzare l'utilizzo di una pellicola di tipo tradizionale (assolutamente non la Acros o altre t-grain) trattata con un rivelatore compensatore. Secondo me lavora anche in "sovraesposizione controllata", per decidere con precisione il punto dove far cadere i toni che vuole sulla spalla.
In stampa fa cose particolari, secondo me fa un doppio passaggio in selenio, inframmezzato da un seppia split, ma forse usa anche l'oro prima del seppia. Un primo passaggio in selenio forte e spilt per bloccare e proteggere i toni bassi, poi un seppia con sbianca molto diluita per colorare appena i chiari, poi di nuovo selenio, ma più diluito usato fino a sporcare i medio chiari. Dal vivo le sue stampe sono molto belle, con intonazioni molto leggere e delicate. Lì è il difficile, fare quelle cose con mani pesanti è semplice, ma il risultato sarebbe una cafonata.
Considera comunque che è uno stile su cui ha lavorato per anni e anni, quindi le indicazioni sono di massima, non ha sempre lavorato nello stesso identico modo.

Le altre cose che vuoi fare non le ho capite, comunque già per fare un simil Titarenko ti occorrerà qualche mese di prove (ottimisticamente), procedendo a ritmi abbastanza serrati... buon lavoro! :)


Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it/wp

anonymous1

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda anonymous1 » 02/04/2014, 22:53

luca_dega ha scritto:In genere si va cambiando attrezzatura e brodi per convincersi che le foto...non da concorso che partoriamo son causate da quello e che solo qualcuno ci rivelasse la cabala giusta....ah! Che foto ne uscirebbero. Se si vuol fare qualcosina di più l'unico attrezzo del quale rifornirsi è l'olio di gomito.
Andrea hai una pazienza ed una costanza che non riuscirò mai a comprendere. Altri lo chiamerebbero "farsi del male"...
un saluto a tutti, belli e brutti


Come non quotarti!!

Andrea sfidi i bonzi tibetani


Enrico



Avatar utente
madness1980
esperto
Messaggi: 115
Iscritto il: 03/09/2012, 16:56
Reputation:

Re: voglia di cambiare....across 100 quale rivelatore?

Messaggioda madness1980 » 02/04/2014, 23:05

luca_dega ha scritto:In genere si va cambiando attrezzatura e brodi per convincersi che le foto...non da concorso che partoriamo son causate da quello e che solo qualcuno ci rivelasse la cabala giusta....ah! Che foto ne uscirebbero. Se si vuol fare qualcosina di più l'unico attrezzo del quale rifornirsi è l'olio di gomito

Sai Luca, è vero quanto scrivi ma non credo che sia il mio caso; forse le mie tecniche non son così scentifiche, forse gioco con la fotografia analogica solitaria, non son seguito da nessuno e quello che so è merito dell'esperienza che sto facendo, dei pochi libri che ho letto e della rete (in cui si trovano tutte le notizie che vuoi, vere false troppo sofisficate per me in poche parole in rete si trova di tutto).

Grazie per la risposta complessa silverprint, penso che un mesetto impiegherò a ragionare sulla tua risposta, sempre interessante e da ragionarci :)
La videocitazione è apprezzata :)





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite