Vorrei capire

Discussioni sull'etica e sulla filosofia applicata alla fotografia

Moderatore: etrusco

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4470
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda graic » 03/01/2017, 19:35

Ottavio Colosio ha scritto:Infatti non ho scritto che sono principi,
ma che sono assunti teorici sui quali si basano i principi ( teorici ) che, dalla realta' pratica,
sono spesso lontani.. se leggi con piu' attenzione... .

Assolutamente falso!

Per dimostrare la tua tesi dovresti farci vedere in quale punto nel progetto di un planar (la realtà pratica, ma basata sulla teoria) si tiene conto della luce monocromatica oppure che le sue lenti sono sottili!


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Advertisement
Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Vorrei capire

Messaggioda Ottavio Colosio » 03/01/2017, 21:39

Ma allora sei de coccio..
..chi ha mai detto ho scritto che nel progetto di un Planar ( o qualsiasi altro obiettivo ), si tiene conto che la luce e' monocromatica.
Si tratta solo di semplificazioni teoriche utili ad affrontare il problema con un modello piu' accessibile, vedi anche "raggio di luce".

Assolutamente falso!


E' talmente falso che e' scritto in tutti i testi sacri di ottica..testi che forse dovresti leggere anche solo superficialmente.


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4470
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda graic » 04/01/2017, 3:49

Ottavio Colosio ha scritto:
E' talmente falso che e' scritto in tutti i testi sacri di ottica..testi che forse dovresti leggere anche solo superficialmente.

Si, in quelli per le scuole elementari


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Vorrei capire

Messaggioda Ottavio Colosio » 04/01/2017, 9:05

.." E' utile abituarsi a pensare la funzione degli strumenti ottici, come di organi che stabiliscono una corrispondenza fra rette di un sistema ( raggi incidenti ed emergenti ) astraendo dal lato fisico del problema. Questo modo di trattare e' proprio dell'importante capitolo dell'ottica geometrica, esso ignora la natura ondulatoria della luce ed i fenomeni di diffrazione e non puo' che fornire una rappresentazione approssimata dei fenomeni "

Alle elementari dovresti tornarci per recuperare l'umiltà di apprendere leggendo i libri,
oltre che per riprendere la buona educazione di firmarsi.


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4470
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda graic » 04/01/2017, 10:30

Purtroppo contini a non comprendere quello che scrivo, ma no ci posso far nulla oltre a invitarti a leggere i miei precedenti interventi, in particolare questo:
graic ha scritto:Insisto, non è che dei risultati siano "scientifici" solo se rientano nelle quattro cose che abbiamo studiato a scuola, la scienza è molto più ampia, intendo non è che se una certa cosa non la spieghiamo usando il libro di ottica del liceo (o dell'Università) vuol dire che non è spiegabile scientificamente e dobbiamo per forza chiamare in campo la poesia.



riguardo alla tua simpatica e gentile osservazione: non è che non mi piacciono i libri, ne ho e ne ho letti a migliaia, per lo più di carattere scientifico, quello che volevo dire è che le cose non stanno necessariamente in quelli che hai letto tu.

Comunque mi arrendo, e ti saluto caramente
Gianni


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Vorrei capire

Messaggioda Ottavio Colosio » 04/01/2017, 10:37

E' gia' un passo avanti,
ciao.


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4470
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda graic » 04/01/2017, 10:40

Se l'avevo già scritto, non può essere un passo avanti. magari l'hai fatto tu, ma stento a crederlo.
Gianni


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
andreab
esperto
Messaggi: 208
Iscritto il: 10/09/2012, 22:23
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda andreab » 05/01/2017, 0:01

[quote="Ottavio Colosio"].." E' utile abituarsi a pensare la funzione degli strumenti ottici, come di organi che stabiliscono una corrispondenza fra rette di un sistema ( raggi incidenti ed emergenti ) astraendo dal lato fisico del problema. Questo modo di trattare e' proprio dell'importante capitolo dell'ottica geometrica, esso ignora la natura ondulatoria della luce ed i fenomeni di diffrazione e non puo' che fornire una rappresentazione approssimata dei fenomeni "

E' molto diffusa, specialmente nei libri scolastici, la distinzione tra "ottica geometrica" e "ottica fisica": la trovo terribile.

L'ottica geometrica "facile facile" e' quella gaussiana (raggi parassiali e piccoli angoli) per cui le equazioni si linearizzano e tutto sembra semplice; prima di tirare in ballo i fenomeni ondulatori si deve tenere conto che per raggi lontani dagli assi e angoli grandi sono necessarie correzioni importanti: sempre nell'ambito dell'ottica geometrica si studiano quindi gli effetti delle aberrazioni (di Seidel, effetti al terzo ordine nello sviluppo della funzione seno...); in ottica fotografica e' necessario anche tenere conto delle aberrazioni cromatiche (anche in questo caso e' sufficiente la trattazione "geometrica" con gli indici di rifrazione dipendenti dalla \lambda) e solo quando i diaframmi sono molto chiusi (e/o le aberrazioni di cui sopra eccezionalmente corrette) tocca finalmente mettere in conto gli effetti ondulatori della diffrazione.

Ma in sintesi: "organi che stabiliscono una corrispondenza fra rette di un sistema ( raggi incidenti ed emergenti ) astraendo dal lato fisico del problema" mi sembra una solenne boiata. Chiunque l'abbia scritta.

Saluti, Andrea



Avatar utente
lucsax
guru
Messaggi: 310
Iscritto il: 09/02/2016, 9:49
Reputation:

Re: Vorrei capire

Messaggioda lucsax » 05/01/2017, 0:34

Comunque l'idea dell'approccio empirico basato sul confronto sistematico dei risultati ottenuti con diversi obiettivi in condizioni uguali non mi era sembrato per niente male :-)
Saluti
Luca



Avatar utente
Ottavio Colosio
guru
Messaggi: 352
Iscritto il: 05/08/2014, 22:54
Reputation:
Località: Bergamo/Milano

Re: Vorrei capire

Messaggioda Ottavio Colosio » 05/01/2017, 11:41

andreab ha scritto:.. mi sembra una solenne boiata. Chiunque l'abbia scritta.

Saluti, Andrea


Se rileggi cio' che scrivi e poi ti studi i testi di questi autori,
scopri perche' loro sono docenti ordinari di Fisica e tu no.


Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia e' un'applicazione lineare da R3 in R2



  • Advertisement

Torna a “Etica e filosofia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti