Vostro parere

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Vostro parere

Messaggio da chromemax »

Dopo molto tempo ho deciso di rifare il test di pellicole e sviluppi, seguendo un diverso approccio. Il risultato che è venuto fuori è questo:
006.png
Come si vede le curve di 11' e 16' si sovrappongono nel piede e nei toni scuri e medi. Nella tracciatura dei punti di riferimento si può vedere un andamento "singolare":
004.png
Il mio dubbio è che cosa ha provocato questo andamento strano. Le cause possono essere due imho: la prima potrebbe essere il comportamento dello sviluppo, al pirogallo (ed i problemi di lettura al densitometro che questa classe di sviluppi comporta). Gli sviluppi al pirogallo devono ossidarsi per generare la colorazione giallognola e pre questo motivi sono formulati per essere piuttosto "instabili" sotto l'aspetto della conservazione proprio durante il processo di sviluppo. Non vorrei che il lungo tempo di sviluppo abbia portato ad esaurimento lo sviluppo e che questo abbia influito sull'aumento delle densità più lievi della pellicola.

La seconda causa, forse più probabile, potrebbe essere un errore di esposizione, anche se la scala di grigi è stata esposta sotto l'ingranditore per 0,4", con un ingranditore stabilizzato e dotato di otturatore.
In questo caso potrebbe essere accettabile traslare la curva sull'asse delle esposizioni (x), per ottenere dei dati più congruenti, cosi?
005.png
Spero in un vostro consiglio, anche se capisco che magari il tema è un po' troppo "barboso".

Grazie



ferod

Re: Vostro parere

Messaggio da ferod »

Io credo che dipenda dalla forte densità del negativo sviluppato in Piro.
qui ne vendono di specifici: http://www.darkroomautomation.com/pem.htm

e qui ne parlano: http://www.largeformatphotography.info/ ... -Pyro-Negs

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vostro parere

Messaggio da Silverprint »

:-?

Ciao Diego!

Potrebbe essere che lo sviluppo sia "completo" con tempi più brevi di 16' (almeno nelle ombre) e che quindi l'allungamento del tempo produca solo un aumento del velo?
Credo che l'ipotesi potrebbe essere avvalorata anche dal relativo minore aumento del contrasto nel passaggio da 11' a 16'...

Per la lettura pensi che sarebbe possibile effettuarla "filtrando" il colore?

Io personalmente farei un altro giro di test, anche con tempi vicini ai 16', con tempo più lungo per vedere se aumenta solo il velo ripetendo il comportamento particolare, con tempo più breve per vedere dove eventualmente il trend comincia.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Vostro parere

Messaggio da chromemax »

Io credo che dipenda dalla forte densità del negativo sviluppato in Piro.
qui ne vendono di specifici: http://www.darkroomautomation.com/pem.htm

e qui ne parlano: http://www.largeformatphotography.info/ ... -Pyro-Negs
Grazie dei link.
Non credo che il problema dipenda dalla densità del negativo; il problema delle letture densitometriche dei negativi al pyro è che le densità lette sono assai inferiori di quelle effettive. I negativi al pyro in sostanza sono densi per la carta da stampa, molto meno per l'occhio e il densitometro, (e infatti all'esame visivo un negativo al pyro ben esposto e sviluppato deve sembrare un po' piatto e leggermente sottoesposto).
Ma il problema delle errate letture densitometriche me lo sarei ritrovato in fase di ripresa, quando avrei impostato i parametri di esposizione e sviluppo che sarebero stati estrapolati da curve caratteristiche fondamentalmente errate. Qui il problema è nelle curve caratteristiche.

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Vostro parere

Messaggio da chromemax »

Potrebbe essere che lo sviluppo sia "completo" con tempi più brevi di 16' (almeno nelle ombre) e che quindi l'allungamento del tempo produca solo un aumento del velo?
E' il dubbio che è venuto anche a me. Il Rollo-Pyro (aka ABC+) è uno sviluppo al pyro studiato apposta per il trattamento in drum (più resistente all'ossidazione grazie all'uso dell'acido ascorbico, che lavora sia in superadditività che come conservante), altri sviluppi come il PMK in rotazione si ossidano talmente in fretta da non riuscire a portare a termine lo sviluppo. Dopo 16 minuti di sviluppo la soluzione è uscita di un colore bruno-nero talmente denso che in trasparenza riuscivo a vedere il filamento della lampada da 60w della luce bianca della mia CO.
La quantità di stain (scusate ma non trovo un altro termine così specifico in italiano) è proporzionale al grado di ossidazione e quindi di annerimento. Un ragionamento potrebbe essere che lo sviluppo è talmente esaurito che l'azione "classica" di sviluppo, cioé la riduzione dei sali d'argento, non ha più proseguito, lasciando ferme ombre e mezzitoni, mentre l'azione "stain" dello sviluppo ha aggiunto densità solo negli annerimenti più alti, innescata proprio dalla maggiore ossidazione del piccolo residuo di potenziale di sviluppo, che è avvenuta solo nelle parti più esposte.
Credo che l'ipotesi potrebbe essere avvalorata anche dal relativo minore aumento del contrasto nel passaggio da 11' a 16'...
Le pendenze risultanti sono:
04':00" G=0,33 CI=0,32
05':30" G=0,49 CI=0,48
08':00" G=0,58 CI= 0,59
11':00" G=0,74 CI=0,75
16':00" G=0,86 CI= 0,8
(G è il gradiente medio calcolato da 0.1 sopra B+V a 1.2 sopra B+V)
L'aumento di contrasto mi sembra abbastanza lineare (si vede bene se messo a grafico) ed è questo che mi lascia dei dubbi sul mio ragionamento sopra.
Per la lettura pensi che sarebbe possibile effettuarla "filtrando" il colore?
In che senso? Lo stain è parte integrante della densità del negativo e deve essere preso in considerazione. Le curve riportate sono disegnate sulle densità lette con un densitometro per diffusione, Status A Canale Blu. Le curve costruite con le letture sul canale "visual", che dovrebbe tenere molto meno in considerazione la densità dello stain, hanno densità massime molto più basse e pendenze molto inferiori, ma le curve dei 16 minuti e degli 11 minuti presentano una sovrapposizione simile.
Il dubbio nasce anche dal fatto che calcolando la sensibilità ISO ottengo il valore dell'imbarazzante precisione di 62 ISO, praticamente in linea perfetta con quanto riportato dal produttore dello sviluppo per pellicole analoghe (EI 64); questo mi fa supporre che il sistema funziona bene.
Io personalmente farei un altro giro di test, anche con tempi vicini ai 16', con tempo più lungo per vedere se aumenta solo il velo ripetendo il comportamento particolare, con tempo più breve per vedere dove eventualmente il trend comincia.
Così si risolverebbe il mistero, ma era una cosa che volevo evitare :D

Qualore si trattasse di un errore di esposizione, come la vedete l'ipotesi di traslare la curva per renderla "coerente"? Da un po' di riscontri la cosa potrebbe avere un senso.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vostro parere

Messaggio da Silverprint »

ooops...
Mi era sfuggita la tua seconda risposta :( X( uffa, l'aspettavo!
chromemax ha scritto: In che senso? Lo stain è parte integrante della densità del negativo e deve essere preso in considerazione
Appunto... è quel che intendevo e quel che hai fatto.
chromemax ha scritto:Qualore si trattasse di un errore di esposizione, come la vedete l'ipotesi di traslare la curva per renderla "coerente"? Da un po' di riscontri la cosa potrebbe avere un senso.
:) Avrebbe senso, io però sarei per l'eliminazione del mistero, anche perché m'incuriosisce :))
chromemax ha scritto:L'aumento di contrasto mi sembra abbastanza lineare (si vede bene se messo a grafico) ed è questo che mi lascia dei dubbi sul mio ragionamento sopra.
:-\ Io tendo ad usare una scalatura dei tempi che varia sempre dello stesso fattore, tu hai usato un fattore variabile. (1,4545... e 1,375) Ho notato che grossomodo la variazione del contrasto (nel mio caso il riferimento sarebbe la densità della zona VIII) segue un andamento abbastanza simile in un range di tempi abbastanza vasto e quindi risulta comodo.

Premesso che faccio un po' di fatica a leggere i grafici "assoluti", essendo abituato ad quelli relativi che mi faccio per il SZ. Quel che intendevo dicendo che il contrasto aumenta meno è che nel passaggio da 11' a 16' (fattore di moltiplicazione del tempo 1,4545), rispetto al passaggio 8' a 11' (fattore 1,375) la curva dovrebbe avere una pendenza maggiore. A occhio la differenza dovrebbe essere simile a quella che c'è nel passaggio da 5'30'' a 8' (che ha lo stesso fattore di variazione del tempo, 1.4545...).
Non so se mi son spiegato... #:-s
Posti la curva di variazione dell'I.C. rispetto al tempo (così "visualizzo")? :ympray:
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Vostro parere

Messaggio da chromemax »

Ecco la curva
tmp-svl.png
Scusa la risposta secca ma adesso non ho tempo per approfondire

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vostro parere

Messaggio da Silverprint »

Ma Figurati! :)

Quindi una diminuzione della pendenza dopo gli 11' c'è... insomma lo sviluppo è (sembra) un po' più completo.
Come spieghi la "sella" tanto evidente tra 5' ed 8'? È un andamento non tanto comune.
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 10057
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: Vostro parere

Messaggio da chromemax »

Quindi una diminuzione della pendenza dopo gli 11' c'è... insomma lo sviluppo è (sembra) un po' più completo.
Si, anche se è abbastanza normale che con sviluppi che non hanno una scorta di energia la creascita dell'indice di contrasto tenda a diminuire.
È un andamento non tanto comune.
In effetti imho l'andamento dovrebbe essere questo:
ci-g-correzione.png
Come spieghi la "sella" tanto evidente tra 5' ed 8'?
Non la spiego o meglio la spiego col fatto che qualche variabile non è stata tenuta sotto controllo, anche se non capisco dove sono uscito fuori strada. L'unica cosa è che per prima ho esposto e sviluppato la lastra degli 8 minuti, per vedere se l'esposizione che avevo calcolato era abbastanza centrata. Dopo che ho visto che l'esposizione c'era, ho esposto in successione le altre 4 pellicole che però non sono state passate nello sviluppo "in serie" ed estratte per passare all'arresto man mano che passava il tempo di sviluppo (cosa impossibile con il trattamento in drum) ma ognuna ha avuto un trattamento completo --da sviluppo a fissaggio-- prima di passare alla pellicola successiva. La temperatura dei bagni era controllata all'inizio del trattamento (+- 0,3°C), non ho usato il bagnomaria (impossibile da usare con la base motorizzata) ma la temperatura ambiente era di 24°C con variazioni di +- 1°C. Forse i dosaggi dello sviluppo, anche se ho usato sempre le stesse siringhe e sono stato abbastanza preciso.
Comunque ho deciso di rifare il test con tolleranze più strette e sto accrocchiando un otturatore sotto l'obbiettivo dell'ngranditore, ma oramai se ne parla dopo l'estate, adesso la temperatura è troppo alta per riuscire a mantenere una buona costanza.
Grazie.

Avatar utente
Silverprint
moderatore
Messaggi: 11912
Iscritto il: 30/08/2011, 2:12
Reputation:
Località: Bologna
Contatta:

Re: Vostro parere

Messaggio da Silverprint »

chromemax ha scritto:... oramai se ne parla dopo l'estate, adesso la temperatura è troppo alta per riuscire a mantenere una buona costanza.
:( uff... Mi ero appassionato! Ed ero curiosissimo...
Andrea Calabresi, a.k.a. Silverprint
http://www.corsifotoanalogica.it
[email protected]

Telegram Vieni a scoprire il canale telegram di analogica.it - tantissime offerte su materiale fotografico analogico nuovo ed usato Offerte materiale analogico


Rispondi