HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Discussioni su pellicole, carta e chimica per la fotografia in bianco e nero

Moderatori: chromemax, Silverprint

Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 929
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda Ri.Co. » 14/12/2018, 9:12

Ho una boccia di HC110 concentrato (non stock) aperta da 3 anni abbondanti, si è scurito, ma due mesi fa ci ho fatto un paio di pellicole e sono uscite sviluppate "normalmente bene". Senza misure scientifiche naturalmente.
In tempi più o meno recenti ho usato la HP5 molto poco, ma l'ho sempre sviluppata in HC110 dil E, la H non l'ho provata su HP5. La Dil. B non la considererei proprio, ma in generale . Più diluito ti permette maggior controllo sui tempi, con variazioni percentuali sul totale più gestibili e di conseguenza con margini di errore più generosi.
A me il risultato è parso buono, ho anche qualche bella stampa 24x30. Grana giusta per un HP5.
Il D76 che uso abitualmente da un po' non l'ho provato, ma se dovessi fare un HP5 oggi penso lo proverei



Advertisement
Avatar utente
Ricox
appassionato
Messaggi: 18
Iscritto il: 03/11/2018, 15:17
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda Ricox » 14/12/2018, 9:25

chromemax ha scritto: In realtà Kodak dice che il HC-110 dura 6 mersi anch'esso

Ah ecco quindi almeno in via teorica, non ci dovrebbe differenza come durata dei diversi chimici!


luciano.xxk ha scritto: dire che un rivelatore sfrutta meglio o peggio la sensibilità si riferisce alla quantità di luce necessaria per far apparire le prime tracce misurabili di annerimento.

Grazie mille per la chiarissima spiegazione! Sostanzialmente questo determina anche il fatto che bisogna anche abituarsi (o comunque scegliere parametri giusti) per lo sviluppo in base al proprio modo di lavorare con l'esposimetro?

NikMik ha scritto: Se ti piace l'Xtol, l'Ecofilm Bellini è quello più simile nei risultati

Grazie mille per la risposta. Infatti dell'Ecofilm Bellini avevo letto questa cosa, ma avevo sentito pochi l'avessero provato. L'unica cosa è che lo trovo non disponibile da un bel po' di tempo, spero non abbiano sospeso la produzione o qualcosa di analogo...

NikMik ha scritto: Il D76 è molto diverso dall'HC110.

Eh ma infatti il D76, suggeritomi praticamente da tutti, penso sarebbe davvero l'opzione migliore, anche se probabilmente dovrei magari accoppiarlo anche a qualcosa di più comodo, anche perché spero di essere in grado di preparare la soluzione madre partendo dalla polvere! Con l'HC-110 leggevo di problemi sul contrasto tra scatti fatti in situazioni differenti, cosa che almeno sull'XTOL non ho mai trovato teoricamente!

Ri.Co. ha scritto: In tempi più o meno recenti ho usato la HP5 molto poco, ma l'ho sempre sviluppata in HC110 dil E, la H non l'ho provata su HP5.

Ecco a proposito della diluizione E. Come mi devo regolare per sviluppare un 35 mm con una così alta diluizione? Calcolato che, se facessi il calcolo preciso matematico della diluzione per i 300 mL della tank, avrei meno dei 7 mL che dicono essere fondamentali per far avvenire lo sviluppo?



Avatar utente
fenolo
guru
Messaggi: 517
Iscritto il: 20/10/2014, 12:58
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda fenolo » 14/12/2018, 10:55

Comunque ci sono su APUG testimonianze di durata dell'XTOL (se conservato a modo) che vanno oltre le ben più rosee aspettativa. Si parla di anni....



Avatar utente
chromemax
moderatore
Messaggi: 9335
Iscritto il: 02/08/2010, 16:35
Reputation:
Località: Albiate (MB)

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda chromemax » 14/12/2018, 11:56

Tutte le indicazioni fornite dai fabbricanti sono conservative, spesso molto conservative, e questo non solo nella durata dei chimici ma anche, ad esempio, delle pellicole. Poi uno si regola, anche in base alla propria "propensione al rischio" :)) :))



Advertisement
Avatar utente
Ri.Co.
guru
Messaggi: 929
Iscritto il: 06/09/2015, 23:36
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda Ri.Co. » 14/12/2018, 19:17

Ricox ha scritto:
chromemax ha scritto: In realtà Kodak dice che il HC-110 dura 6 mersi anch'esso

Ah ecco quindi almeno in via teorica, non ci dovrebbe differenza come durata dei diversi chimici!


luciano.xxk ha scritto: dire che un rivelatore sfrutta meglio o peggio la sensibilità si riferisce alla quantità di luce necessaria per far apparire le prime tracce misurabili di annerimento.

Grazie mille per la chiarissima spiegazione! Sostanzialmente questo determina anche il fatto che bisogna anche abituarsi (o comunque scegliere parametri giusti) per lo sviluppo in base al proprio modo di lavorare con l'esposimetro?

NikMik ha scritto: Se ti piace l'Xtol, l'Ecofilm Bellini è quello più simile nei risultati

Grazie mille per la risposta. Infatti dell'Ecofilm Bellini avevo letto questa cosa, ma avevo sentito pochi l'avessero provato. L'unica cosa è che lo trovo non disponibile da un bel po' di tempo, spero non abbiano sospeso la produzione o qualcosa di analogo...

NikMik ha scritto: Il D76 è molto diverso dall'HC110.

Eh ma infatti il D76, suggeritomi praticamente da tutti, penso sarebbe davvero l'opzione migliore, anche se probabilmente dovrei magari accoppiarlo anche a qualcosa di più comodo, anche perché spero di essere in grado di preparare la soluzione madre partendo dalla polvere! Con l'HC-110 leggevo di problemi sul contrasto tra scatti fatti in situazioni differenti, cosa che almeno sull'XTOL non ho mai trovato teoricamente!

Ri.Co. ha scritto: In tempi più o meno recenti ho usato la HP5 molto poco, ma l'ho sempre sviluppata in HC110 dil E, la H non l'ho provata su HP5.

Ecco a proposito della diluizione E. Come mi devo regolare per sviluppare un 35 mm con una così alta diluizione? Calcolato che, se facessi il calcolo preciso matematico della diluzione per i 300 mL della tank, avrei meno dei 7 mL che dicono essere fondamentali per far avvenire lo sviluppo?

Mantieni i 7ml e aggiungi 7x47 ml di acqua ;)



Avatar utente
umperio
esperto
Messaggi: 137
Iscritto il: 25/02/2015, 23:28
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda umperio » 17/12/2018, 0:15

fenolo ha scritto:Comunque ci sono su APUG testimonianze di durata dell'XTOL (se conservato a modo) che vanno oltre le ben più rosee aspettativa. Si parla di anni....

Non è così improbabile. Se preparato con acqua distillata e conservato in bottiglie di vetro rigorosamente senza aria la soluzione può durare molto più dei sei mesi dichiarati: io non sono arrivato ad un anno ma poco c'è mancato. :D Tuttavia la questione della "morte improvvisa" rimane il suo tallone d'Achille, motivo per cui sono tornato al buon vecchio D76.


Umberto

Avatar utente
fenolo
guru
Messaggi: 517
Iscritto il: 20/10/2014, 12:58
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda fenolo » 17/12/2018, 8:28

Infatti per ora io lo conservo nelle wine in a box cioè' le sacche per il vino alla spina e per ora faccio prima a finirlo che a dovermi preoccupare della durata. La morte improvvisa riguardava poi alcuni lotti delle vecchie buste da litro a contatto con acqua particolarmente ricca di ferro.



Avatar utente
PiercarloT
appassionato
Messaggi: 23
Iscritto il: 01/01/2018, 12:30
Reputation:

Re: HP5 35mm: Hc-110 vs Bellini EcoFilm

Messaggioda PiercarloT » 17/12/2018, 14:37

Io ho usato ancora l'hp5+ in formato 35mm ed anche tirata a 3200!!! Uso esclusivamente l'HC110 e lo trovo fantastico perchè da la possibilità di scegliere tra diverse diluizioni (comodo per gestire al meglio la pellicola). La sua durata, a parer mio, è pazzesca.
La boccia che ho la ho da diversi anni ed ancora funziona a meraviglia. Io la tengo comunque in fresca in cantina per conservarla al meglio.





  • Advertisement

Torna a “Bianco e nero - pellicole, carta e chimica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 3 ospiti