Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Discussioni sugli accessori per il formato 35mm

Moderatore: isos1977

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2830
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda Elmar Lang » 19/09/2018, 15:53

Purtroppo, lo Helios 103 destinato alle Kiev-4M è dotato di attacco per la baionetta "interna" Contax/Kiev, quindi l'ottica è priva di elicoide di messa a fuoco.

Nel mio piccolo, possiedo un anello adattatore Contax/Kiev-LeicaM (per baionetta interna ed esterna, sicuramente opera di qualche "signore degli anelli" milanese). So che esistono anelli adattatori Contax/Kiev-Leica39x1 e da lì, la cosa potrebbe divenire agevole.

Mi pare strano che con tutti gli adattatori sul mercato, dedicati agli appassionati di ottiche storiche su Mirrorless, non esista già quello cui stiamo accennando. Giurerei di averlo visto a Castel San Giovanni, nella borsa di un bravo "sperimentatore", accanto alla sua Sony.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Advertisement
Avatar utente
tonyrigo
guru
Messaggi: 772
Iscritto il: 24/04/2017, 12:43
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda tonyrigo » 20/09/2018, 8:37

Si trovano anche sulla baia adattatore CONTAX RF / LEICA M, unico problema è il prezzo: dai 200 ai 300 Euro.


Sa chi sa che nulla sa, ne sa più di chi ne sa, perchè sa che nulla sa.
Socrate 470 b.c – 399 b.c.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2830
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda Elmar Lang » 20/09/2018, 8:51

Sono adattatori meccanicamente complessi e di mercato assai limitato; da ciò il loro prezzo abbastanza consistente.

Quello che possiedo, l'ho acquistato un anno fa circa a Castel San Giovanni, ove l'ho pagato pochi Euro e svolge magnificamente il suo compito, quando volessi montare le mie ottiche Contax e Kiev su Leica M.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)

Avatar utente
tonyrigo
guru
Messaggi: 772
Iscritto il: 24/04/2017, 12:43
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda tonyrigo » 20/09/2018, 8:52

Ho trovato sulla baia anche quelli per L39.

Prezzo da 300 a 330 Euro ...


Sa chi sa che nulla sa, ne sa più di chi ne sa, perchè sa che nulla sa.
Socrate 470 b.c – 399 b.c.

Advertisement
Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda graic » 20/09/2018, 10:09

Praticamente quanto 10 Jupiter in m39, un vero affare!


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

user20190605

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda user20190605 » 20/09/2018, 10:12

E poi, se abbandoniamo l'idea di usare Helios-103 con baionetta Kiev/Contax che io trovo la migliore lente sovietica 50mm a telemetro, con intenzione di utilizzare una ottica diversa dell'epoca sovietica con attacco 39x1, sempre "telemetrica", cominciamo a pensare di Jupiter-8 nero anodizzato 39x1, che è un obiettivo simpatico e mi piace molto, ma non possiede la qualità per una digitale moderna. Eventualmente il lavoro lo potrebbe benissimo svolgere Industar 3,5/50 nero con attacco 39x1, perché copre benissimo l'intera superficie con un'identica nitidezza. Per formato sensore 24x36.

Per formato sensore dimezzato, noto che tanto si usa il 28mm dalla Chaika II.

Tutto ciò per sorpassare il problema del baionetta.

Tornando sul sensore 24x36, si può sempre svitare Industar dalla Smena-8! :D

tonyrigo ha scritto:Si trovano anche sulla baia adattatore CONTAX RF / LEICA M, unico problema è il prezzo: dai 200 ai 300 Euro.



Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda graic » 20/09/2018, 11:25

Comunque l'industar del chaika ha tiraggio diverso dal leica quindi ci vuole un adattatore apposito, circa il tripletto della smena semplicemente non lo puoi "svitare", lo puoi smontare ma poi ti rimane sto coso in mano,
hqdefault.jpg

per montarlo sulla macchina usi la colla?
Poi in base a quale criterio questo vetraccio dovrebbe andare meglio dello Jupiter 8 copia del blasonato Sonnar?


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
tonyrigo
guru
Messaggi: 772
Iscritto il: 24/04/2017, 12:43
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda tonyrigo » 20/09/2018, 12:44

SI, l'INDUSTAR 69 ha un tiraggio diverso.

Quanto al miglior 50 sovietico, non ho ancora provato l'HELIOS 103 che ho in arrivo, ma debbo dire che lo JUPITER 3 (la copia di grande madre Russia del SONNAR 50/1,5 di BERTELE) è semplicemente straordinario.
Ottica moderna, tagliente da F 2,8 - 4 in poi, con un bokeh straordinario.

Quanto all'adattare per le CONTAX RF per LEICA M, nel mondo digitale, è purtroppo obbligatorio per chi voglia avere la lente in AF ...


Sa chi sa che nulla sa, ne sa più di chi ne sa, perchè sa che nulla sa.
Socrate 470 b.c – 399 b.c.

Avatar utente
graic
superstar
Messaggi: 4484
Iscritto il: 03/10/2012, 17:15
Reputation:

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda graic » 20/09/2018, 13:05

tonyrigo ha scritto: debbo dire che lo JUPITER 3 (la copia di grande madre Russia del SONNAR 50/1,5 di BERTELE)

E quello, si trova anche in M39, con tanto di elicoide, con buona pace dei gioiellieri/ fabbricanti di anelli adattatori


Saluti
Gianni


La situazione è grave ma non seria.

Avatar utente
Elmar Lang
superstar
Messaggi: 2830
Iscritto il: 28/08/2012, 16:11
Reputation:
Località: Trentino A-A

Re: Kiev 4 vs Zorki 4: modelli e suggerimenti

Messaggioda Elmar Lang » 20/09/2018, 13:19

Credo però che un meccanico che fabbricasse un anello adattatore, ad esempio per commutare la doppia baionetta Contax/Kiev per montaggio su corpi con attacco LeicaM o digitali, non possa essere accusato di esosità ("gioielliere", inteso per fabbricante di oggetti costosi). Un simile anello, costruito ex-novo, comporta tempi e lavorazioni che necessariamente lo renderebbero costoso, anche tenendo conto dell'esiguo numero di pezzi che verrebbero potenzialmente venduti.

L'anello che ho comprato io a Castel San Giovanni, cui ho accennato poco sopra, era in una scatola di anelli, filtri, paraluce ed adattatori vari, sicuramente ancora la stessa che dev'essere stata ritirata a casa di qualche vecchio fotoamatore: il prezzo, fisso per ogni oggetto. Devo dire che in capo ad un paio d'ore, quella scatola era pressoché vuota. Certo, che la goduria di poter montare su corpo M un Biogon 35/2,8 Zeiss Opton o un Sonnar 85/2, può valere un sacrificio, considerato che poi quel coso rimane per sempre.


"Evitate il tono troppo aspro e duro, usato dalla maggior parte di coloro che debbono nascondere la loro scarsa capacità".
(Erwin Rommel)



  • Advertisement

Torna a “35mm”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 0 ospiti